Anche Mitsubishi riutilizza le batterie ''esauste'' dei suoi veicoli come accumuli per i siti produttivi

Anche Mitsubishi riutilizza le batterie ''esauste'' dei suoi veicoli come accumuli per i siti produttivi

La casa automobilistica giapponese infatti ha dichiarato che equipaggerà il proprio impianto di produzione della città di Okazaki, sito nel quale vengono realizzati i loro modelli elettrici, con batterie precedentemente utilizzate a bordo dei loro veicoli

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Tecnologia
Mitsubishi
 

Ma quando la batteria di un'auto elettrica finisce la sua vita utile, che fine fa? una domanda che in molti si fanno e che attualmente vede una risposta univoca seguita da molti costruttori che si sono posti questo problema: principalmente il trend attuale è quello di riutilizzare tali batterie in processi energetici più "semplici", rispetto a quelli richiesti da un sistema di trazione elettrico, come ad esempio quelli di stoccaggio dell'energia presso siti di produzione.

Molte aziende, che da diversi anni hanno a listino veicoli full-electric, dispongono già di programmi di raccolta delle batterie per una loro riqualificazione dopo essere state smontate dai mezzi, tra queste anche Mitsubishi fa sapere di avere in corso un progetto in particolare per riutilizzare celle proveniente dalle piccole i-MiEV e dai modelli PHEV Outlander.

La casa automobilistica giapponese infatti ha dichiarato che equipaggerà il proprio impianto di produzione della città di Okazaki, sito nel quale vengono realizzati i loro modelli elettrici, con batterie precedentemente utilizzate a bordo dei loro veicoli, un progetto che, abbinato ad un relativo sistema fotovoltaico in loco, sarà in grado di gestire fino 3 GWh di energia all'anno e di immagazzinarne circa 1 MWh nel sistema a batterie in fase di realizzazione.

Un processo adatto a batterie che hanno raggiunto la loro fine vita per il settore automobilistico, ma conservano ancora caratteristiche tali da poter svolgere la funzione di accumulo con condizioni di funzionamento meno estreme e soprattutto in ambienti più controllati; un progetto che di fatto contempla un investimento contenuto ma può offrire un grosso aiuto nell'ottimizzare l'utilizzo di energia da fonti rinnovabili, ridurre le emissioni inquinanti di circa 1.600 tonnellate all'anno, appiattire picchi di consumi nello stabilimento e fornire un'alimentazione di backup parziale nel caso venga a mancare l'alimentazione di rete.

Questo progetto di Mitsubishi sarà completato a maggio 2020, è costituirà uno dei sistemi di produzione e di accumulo da impianto fotovoltaico in Giappone.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Marko_00114 Dicembre 2019, 11:08 #1
ho qualche dubbio sul dimensionare un impianto FV in GWh
forse doveva essere GWp che è un'altra cosa
3GWh è una taglia che neppure una centrale nucleare ce la fa a soddisfare.
29GW (in realtà sonno <29GWh perché bisogna considerare i fermi
per manutenzione, per rifornimento, per malfunzionamenti vari) è la
produzione di tutte le NPP (36) della Federazione Russa.
Dumah Brazorf14 Dicembre 2019, 12:08 #2
"3GWh di potenza" è errato. E' energia.
Detto questo con il fotovoltaico si possono produrre 3GWh in un anno con un impianto da 2-3MWp
Falcon8914 Dicembre 2019, 13:20 #3
Originariamente inviato da: Dumah Brazorf
"3GWh di potenza" è errato. E' energia.
Detto questo con il fotovoltaico si possono produrre 3GWh in un anno con un impianto da 2-3MWp


In effetti trattandosi di Wh è più corretto indicare energia, grazie dell'indicazione ho corretto la frase
zappy14 Dicembre 2019, 15:13 #4
Originariamente inviato da: Marko_001
ho qualche dubbio sul dimensionare un impianto FV in GWh
forse doveva essere GWp che è un'altra cosa
3GWh è una taglia che neppure una centrale nucleare ce la fa a soddisfare.
29GW (in realtà sonno <29GWh perché bisogna considerare i fermi
per manutenzione, per rifornimento, per malfunzionamenti vari) è la
produzione di tutte le NPP (36) della Federazione Russa.


mi sembra che fai molta confusione.
mtk14 Dicembre 2019, 18:35 #5
e rinviare a domani il momento dello smaltimento...cosi risparmiano un botto di soldi oggi..
Marko_00115 Dicembre 2019, 11:03 #6
@zappy
e dove per cortesia?
l'articolo parla di GWh ovvero produrrebbe GW per ogni ora d'assorbimento richiesto
da parte delle utenze elettriche - immagino intenda 24/7 e non 2 o 3 ore
qualche giorno la settimana.
io dico che ogni centrale russa fornisce (mediamente) 0.8 GW
per ogni sua ora di funzionamento alimentando le utenze che necessitano
energia per cui 0.8 GWh
e per sua cultura gli impianti fotovoltaici si dimensionano
in kWp (potenza teorica massima producibile da un generatore elettrico)
e non kWh che è quanto una utenza assorbe nell'unità di tempo ora
zappy15 Dicembre 2019, 12:40 #7
Originariamente inviato da: Marko_001
@zappy
e dove per cortesia?
l'articolo parla di GWh ovvero produrrebbe GW ...


sbaglio o parla di GWh/anno?
quindi rifai i tuoi ragionamenti sulla base di questo "piccolo dettaglio"...

aiutino: in un anno quante ore ci sono?
andbad17 Dicembre 2019, 12:54 #8
Originariamente inviato da: Marko_001
@zappy
e dove per cortesia?
l'articolo parla di GWh ovvero produrrebbe GW per ogni ora d'assorbimento richiesto
da parte delle utenze elettriche - immagino intenda 24/7 e non 2 o 3 ore
qualche giorno la settimana.
io dico che ogni centrale russa fornisce (mediamente) 0.8 GW
per ogni sua ora di funzionamento alimentando le utenze che necessitano
energia per cui 0.8 GWh
e per sua cultura gli impianti fotovoltaici si dimensionano
in kWp (potenza teorica massima producibile da un generatore elettrico)
e non kWh che è quanto una utenza assorbe nell'unità di tempo ora


Nell'articolo non mi pare si parli di potenza di impianto fotovoltaico, ma di energia gestita (=generata) in un anno. Quindi è corretto utilizzare i Wh come unità di misura.
Traslandola in termini più umani:
- un impianto casalingo da 3kWp produce 4MWh l'anno.
- il loro impianto da (boh)MWp produce 3GWh l'anno.

A seconda dell'orientamento e della posizione, possiamo ipotizzare sia 2-3MWp (l'ordine di grandezza è quello).
Il più grande impianto FV mi risulta in Cina (ovviamente) e dovrebbe essere di 320MWp.

Anche se nessuno lo sa ma il più grande è praticamente dietro casa mia... 766MWp!!!

By(t)e

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^