Audi Q4 e-tron: completamente elettrica e con display head-up a realtà aumentata

Audi Q4 e-tron: completamente elettrica e con display head-up a realtà aumentata

La nuova Audi Q4 e-tron rappresenta un tassello fondamentale della strategia di elettrificazione della casa tedesca, andando a collocarsi in un segmento molto importante, quello dei SUV compatti

di pubblicata il , alle 09:21 nel canale Tecnologia
Audi
 

Dopo Audi e-tron, il SUV di grandi dimensioni, e la bellissima Audi e-tron GT, il bolide elettrico che nasce da una Porsche, Audi si preoccupa di presidiare un altro segmento strategicamente molto importante, quello dei SUV compatti elettrici. Lo fa con Audi Q4 e-tron, un veicolo che punta a superare i limiti di spazio dei corrispondenti a propulsione termica, e non solo.

Audi presenta gli interni della Q4 e-tron

Anche per la parte digitale, infatti, bisogna aspettarsi novità importanti. Il display head-up a realtà aumentata, capace di fondere il mondo reale con quello virtuale, è basato su una serie di tecnologie all'avanguardia. E non è il solo: le possibilità di interazione digitale si strutturano su quattro livelli: il quadro strumenti digitale o l'Audi virtual cockpit per il guidatore, il display tattile MMI centrale con diagonale di 11,6 pollici e risoluzione di 1.764 x 824 pixel, il controllo vocale tramite linguaggio naturale e l'head-up display a realtà aumentata opzionale.

Audi Q4 e-tron

Con il display head-up a realtà aumentata opzionale della Q4 e-tron, Audi compie un enorme passo avanti nella tecnologia dei display. In sovraimpressione rispetto al mondo reale, il conducente riceverà informazioni provenienti dal navigatore satellitare o dai sistemi di assistenza alla guida. Segnali sui punti di partenza e di destinazione del suo viaggio saranno accuratamente sovrapposti rispetto ai corrispondenti punti nella realtà.

Le indicazioni virtuali daranno l'impressione di galleggiare a una distanza di circa 10 metri rispetto al conducente. In questo modo chi guida avrà tutto sotto controllo senza dover distogliere lo sguardo dalla strada. Il campo visivo per il contenuto AR corrisponde a una diagonale di circa 70 pollici se si prende come riferimento il punto di vista del conducente. Inoltre, la parte in basso mostra informazioni sulla velocità del veicolo, sui segnali stradali e su altri aspetti del veicolo: queste informazioni si troveranno a circa 3 metri dal conducente.

Audi Q4 e-tron

Il cuore tecnico dell'head-up display di realtà aumentata è la Picture Generation Unit (PGU), l'unità hardware che si trova in profondità all'interno del lungo cruscotto. Le immagini vengono proiettate sul parabrezza e da lì, attraverso uno strumento che viene definito eyebox, proiettate verso gli occhi del conducente.

Per quanto riguarda la parte software, abbiamo un processo conosciuto come AR Creator, che renderizza le immagini a 60 fotogrammi per secondo e ne adatta la geometria in funzione delle esigenze di proiezione. Allo stesso tempo, calcola la loro posizione in relazione all'ambiente, sul quale ottiene informazioni tramite i dati che riceve dalla fotocamera posta sulla parte anteriore del veicolo, dal sensore radar e dal navigatore GPS. Questo software comprende circa 600.000 righe di codice di programmazione.

Nello svolgimento del suo lavoro di calcolo, l'AR Creator tiene conto del fatto che intercorre sempre pochissimo tempo tra l'identificazione di un oggetto da parte dei sensori e l'output del contenuto grafico. Per questo motivo, il sistema esegue calcoli continuamente e utilizza le informazioni più recenti per realizzare calcoli predittivi. Ad esempio, stima il movimento verticale sulla base dei dati forniti dalla telecamera, dal radar e dai sensori di controllo di stabilità del veicolo (ESC).

Audi Q4 e-tron

Anche se il conducente attiva il mantenimento automatico della corsia, il display head-up in realtà aumentata lo assiste con suggerimenti visivi. Non appena Audi Q4 e-tron si avvicina a una linea di demarcazione della corsia, viene sovrapposta una linea rossa alla corsia reale. Se si trova, invece, un'auto davanti alla Audi Q4 e-tron viene visualizzata una striscia colorata in prossimità dell'auto per segnalare che il cruise control adattivo è abilitato e che il sistema regolerà automaticamente la velocità in caso di eccessiva vicinanza. In caso contrario viene visualizzato un segnale di avvertenza.

Per quanto riguarda, invece, il design degli interni, è arioso e progressivo e pensato proprio per trasmettere ai passeggeri di Audi Q4 e-tron il concetto che l'avanzamento tecnologico riguarda ormai anche le auto. Per la prima volta Audi ne ha rilasciato qualche foto.

Con 4.590 millimetri di lunghezza, 1.865 millimetri di larghezza e 1.613 millimetri di altezza, Q4 e-tron si colloca al limite del segmento dei SUV compatti. La nuova auto elettrica di Audi si basa sulla piattaforma modulare MEB di Volkswagen pensata proprio per la nuova generazione di veicoli che segna la transizione alla mobilità elettrica. Il passo di questo veicolo è di 2,76 metri.

Audi Q4 e-tron è dotata di una generosa quantità di vani portaoggetti, così come la console centrale, in cui si trova anche un hub con due (o quattro come optional) porte USB-C e, opzionalmente, il vano per la ricarica wireless dello smartphone. In termini di interni e di spaziosità, il nuovo SUV Audi supera i suoi diretti concorrenti nel segmento premium.

Il vano bagagli della Audi Q4 e-tron offre 520 litri di spazio, mentre l'abbattimento dei sedili posteriori porta lo spazio a disposizione fino a 1.490 litri. I sedili dell’Audi Q4 e-tron sono disponibili in due diverse configurazioni, standard e sport, con poggiatesta integrato. Sarà disponibile anche il pacchetto S-Line con interni in microfibra e rivestimenti ottenuti da materiali riciclati.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
palmy10 Marzo 2021, 11:35 #1
Quando era uscita la Q3 SPB dicevano che non l'avevano potuta chiamare Q4 perché "Q4" è un marchio registrato FCA (per Alfaromeo). Quindi era una bufala?
Alfhw10 Marzo 2021, 15:25 #2
Originariamente inviato da: palmy
Quando era uscita la Q3 SPB dicevano che non l'avevano potuta chiamare Q4 perché "Q4" è un marchio registrato FCA (per Alfaromeo). Quindi era una bufala?

Non era una bufala. Audi una volta non poteva usare quelle sigle ma nel 2016 FCA e Audi giunsero a un accordo anche se non si sa in cambio di cosa. Ora entrambi le usano.
https://motori.ilmessaggero.it/econ...ta-1495526.html

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^