BMW accelera sull'auto a guida autonoma

BMW accelera sull'auto a guida autonoma

La società tedesca decide di rifocalizzare la divisione i che si occuperà più convintamente dello sviluppo di automobili con tecnologie di assistenza alla guida

di pubblicata il , alle 18:31 nel canale Tecnologia
BMW
 

Non molte settimane fa BMW aveva fatto sapere di voler arrivare sul mercato con una automobile ad alto contenuto tecnologico nel 2021: nome in codice del progetto iNEXT, che dovrebbe condensare tutti i più recenti ritrovati della tecnologia come la connettività digitale, la guida autonoma e la propulsione elettrica.

Secondo quanto dichiarato da Klaus Froehlich, membro del consiglio di amministrazione della società tedesca, l'iniziativa è in fase di accelerazione: la compagnia sta riorganizzando la divisione che si occupa delle vetture della serie "i" e sta assumendo personale con esperienza e competenza negli ambiti di intelligenza artificiale e di machine learning e, lavorando per integrare i sistemi di assistenza come il parcheggio automatico e il mantenimento di corsia.

BMW starebbe inoltre considerando la possibilità di offrire un servizio di ridesharing, eventualmente anche in collaborazione con una realtà esistente e in regioni come la Cina. La strategia su queste eventuali partnership è ancora in fase di sviluppo.

I veicoli della serie "i" di BMW - l'ibrida i8 e l'elettrica i3 - non hanno riscosso un particolare successo di mercato con l'ultima che ha fatto segnare solamente 25 mila unità vendute nel 2015. Il costo della vettura potrebbe essere un problema, dato che l'i3 ha un costo a partire da 42 mila dollari che sebbene la renda molto più economica di una Model S di Telsa, la rende anche molto più costosa paragonata ad una Nissan Leaf, senza che vi siano particolari vantaggi in termini di autonomia di percorrenza.

Le notizie di BMW giungono all'indomani della dimostrazione data da Honda di due prototipi di veicoli a guida autonoma, che promette di mettere su strada le prime vetture equipaggiate con questa tecnologia nel corso del 2020. La società giapponese sottolinea di aver già inserito alcune funzionalità semiautonome in alcuni modelli delle serie Acura e Civic.

Jim Keller, ingegnere capo per Honda Research and Development del mercato Americano, ha sottolineato che la compagnia sta pianificando di offrire i sistemi di self-driving su tutti i modelli della linea invece di riservarli solamente per i veicoli di lusso.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Stevejedi04 Giugno 2016, 05:24 #1
Model S di *Tesla
Pier220404 Giugno 2016, 05:54 #2
Mi stupisce questa decisione di BMW.

Il cliente tipo delle macchine Bavaresi vuole avere il controllo totale di queste berline o coupè, già il cambio automatico è visto male.
Un BMW a guida autonoma? ...non è un BMW, quando poi ha più successo la serie M rispetto le ibride si capisce cosa cerca il cliente da una BMW, un po come l'ALfa, una berlina di lusso sportiva....

Naturalmente BMW ha le risorse per investire in progetti che potrebbero diventare fallimentari e non fare una piega....
Mattlab04 Giugno 2016, 08:04 #3

Ma che dici?

Il 70% delle vendikte ha il cambio automatico....
inkpapercafe04 Giugno 2016, 08:49 #4
Mai visto una BMW col manuale finora...

Al contrario, delle prime migliaia di contratti firmati per le Giulia, solo il 20% a richiesta del cambio automatico, e NON perchè sarà disponibile solo a giugno
Cico the SSJ04 Giugno 2016, 11:03 #5
la i3 non vende perchè fa schifo.

non puoi presentare 2 macchine in contemporanea, una spettacolare e l'altra un cesso e sperare di vendere tanto il cesso perchè è quella che costa meno.


Comunque mi ero dimenticato che jim keller ora fa parte di honda.
se Zen esce bene, rimango con honda anche alla prossima macchina
RaZoR9305 Giugno 2016, 14:12 #6
Originariamente inviato da: Cico the SSJ
la i3 non vende perchè fa schifo.

non puoi presentare 2 macchine in contemporanea, una spettacolare e l'altra un cesso e sperare di vendere tanto il cesso perchè è quella che costa meno.


Comunque mi ero dimenticato che jim keller ora fa parte di honda.
se Zen esce bene, rimango con honda anche alla prossima macchina
Sono 2 J.K. diversi. Il Keller a cui fai riferimento (quello che ha lavorato su Zen) è attualmente Vice President of Autopilot Hardware Engineering a Tesla.

Quello che lavora a Honda è questo tipo : https://www.linkedin.com/in/jim-keller-93885214
Notturnia06 Giugno 2016, 16:06 #7
la i3 è brutta.. per quello non vende.. quando stava per uscire ero molto curioso perchè la volevo.. poi l'ho vista.. e bam.. fa schifo.. credevo avesse la base della serie 3 e non di un camion dei cartoni animati..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^