BMW anticipa il lancio di nuove auto elettriche per colmare il divario con i rivali

BMW anticipa il lancio di nuove auto elettriche per colmare il divario con i rivali

La casa automobilistica tedesca prevede di rilasciare 25 modelli completamente elettrici o ibridi entro il 2023

di pubblicata il , alle 19:21 nel canale Tecnologia
BMW
 

BMW anticiperà il lancio di auto elettriche nel tentativo di convincere gli investitori che è in grado di ridurre il divario rispetto ai rivali. L'azienda automobilistica metterà sul mercato 25 modelli completamente elettrici o ibridi entro il 2023, due anni prima di quanto annunciato in precedenza. Più della metà dei nuovi veicoli sarà full-electric.

BMW è stata una delle prime case automobilistiche a introdurre sul mercato un'auto progettata specificamente per essere alimentata elettricamente, la i3. Ma negli anni successivi "ha perso il treno dell'elettrificazione" e ha lasciato che molti rivali la superassero. Alcuni degli ingegneri che avevano spinto per il passaggio all'elettrico in seno a BMW, come Carsten Breitfeld, colui che è considerato come il "papà" della BMW i8, hanno lasciato la compagnia per tentare nuove sfide, in questo caso il progetto Byton M-Byte.

BMW iNext

Allo stesso tempo, i rivali Jaguar, Audi e Mercedes hanno tutti rilasciato veicoli elettrici con autonomia a lungo raggio, anticipando l'arrivo del SUV iX3 previsto per il prossimo anno. I produttori automobilistici stanno incontrando parecchie difficoltà a rispettare i target di emissione stabiliti da molte nazioni in Europa, dove i crescenti divieti al diesel potrebbero spingere i produttori automobilistici a portare avanti le ricerche sulle batterie in tempi sempre più rapidi in modo da evitare sanzioni.

Nei prossimi anni i mercati saranno letteralmente invasi da una moltitudine di auto elettriche, attraverso le quali le case cercheranno di evitare le multe imposte dagli stati. La BMW inizierà la vendita del SUV iX3 il prossimo anno, mentre le auto della linea iNext arriveranno nel 2021. Quest'anno, invece, sarà la volta della Mini elettrica. BMW prevede che le vendite di vetture elettriche e ibride raddoppieranno entro il 2021 rispetto al dato riscontrato nel 2019. "Le vendite dei nostri veicoli elettrificati dovrebbero aumentare in media del 30 percento ogni anno", ha dichiarato Harald Krüger, CEO di BMW.

La casa tedesca ha pubblicato risultati finanziari non brillanti per il primo esercizio del suo anno fiscale, con un calo nei profitti pari al 78%, attribuendo il calo alle "condizioni volatili" che il mercato sta incontrando. Ma un ruolo lo gioca anche questo lento adeguamento all'alettrificazione.

BMW ha recentemente presentato una nuova tecnologia che permetterà alle sue auto ibride di passare automaticamente alla modalità solo elettrica nelle città che prevedono zone a emissioni zero. D'altra parte gli organi regolatori dei governi vedono in questo momento la tecnologia ibrida plug-in, ovvero un sistema che combina sia un motore tradizionale che una batteria, come un ostacolo all'elettrificazione. Ad esempio, il governo britannico la esclude dalle agevolazioni per l'acquisto di veicoli elettrici. BMW, come molti altri produttori rimasti indietro nella corsa all'elettrificazione, è pronta al passaggio all'ibrido plug-in, ma non può certo considerarsi sullo stesso piano dell'elettrificazione completa.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

44 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
emanuele8327 Giugno 2019, 07:56 #1
Buffoni. Dopo i vari diesel gate tutti i produttori tedeschi hanno fatto mobbing (e lobbying) pur di non far nemmeno proporre una legge che imponesse il passaggio all'elettrico dal 2030. Insomma: non solo hanno delitto (violato la legge, ah già in Italia si dice "fatto i furbetti", come quelli del cartellino) e la risposta della politica a livello Europeo è stata una bella pacca sulla spalla dicendo "fate meglio la prossima volta". Equità e giustizia non sono di questo mondo. E così in buono stile americaneggiante e liberista si lascia al libero mercato di fare quello che vuole con modelli finti elettrici (ibrido non plug in) in arrivo come palliativo per una situazione che vede la messa al bando del diesel (che emette meno, molta meno CO2 rispetto a un benzina di pari peso e cilindrata), aumento di auto a benzina perchè i poveri cristi il plug in non se lo possono permettere (se 15 anni fa investivo in un diesel 3k€ in più, nel lungo periodo li recuperavo in termini di minori costi con bassi consumi e minore prezzo alla pompa, con l'ibrido non fai gli stessi km/l di un diesel ela benzina costa sempre di piùe quindi i gas serra aumentano. E a desso tutti i produttori (mercedes e BMW in testa) a bagnarsi le mutande perché non sono pronte. Se invece che delinquere avessero pensato a investire in nuove tecnologie adesso dominerebbero il mondo (ma questo si poteva dire anche dei nazisti -.-'' forse ci sta andando bene?)

https://notrickszone.com/2019/04/19...to-25-more-co2/
Portocala27 Giugno 2019, 08:40 #2
Putroppo la guerra diesel vs elettrico si combatte su due fronti: CO2 e particolato. Se da una parte sono migliori, dall'altra sono peggiori.

Da cosa dobbiamo diffenderci?

Originariamente inviato da: emanuele83

Già da una lettura veloce quell'articolo è di parte. Per stabilire i KM percorsi usa il ciclo NEDC (quello che dichiaravano le case che una macchina percorre, praticamente mai raggiunto) e non il consumo reale, o comunque più veritiero, che è il WLTP (ed anche lui il suo 10-15% extra ce l'ha).
Atarix7127 Giugno 2019, 09:11 #3
ma siamo sicuri sicuri sicuri che l'elettrico sia piu' ecologico del diesel? :-)
emanuele8327 Giugno 2019, 09:14 #4
Originariamente inviato da: Portocala
Putroppo la guerra diesel vs elettrico si combatte su due fronti: CO2 e particolato. Se da una parte sono migliori, dall'altra sono peggiori.

Da cosa dobbiamo diffenderci?



no no il problema del particolato è risolto con il DPF e l'NOx è risolto con l'ADblue. ergo perchè non fare ibridi plug in diesel? o a gas? c'è un problema di fondo e parecchio non quadra.

http://theconversation.com/fact-che...trol-cars-76241

senza contare che altre tecnologie sono disponibili e mai entrate in produzione (2005 BMW turbosteamer https://en.wikipedia.org/wiki/Turbosteamer)

ripeto: la politica non fa niente e l'elettorato se ne sbatte perché i veri problemi sono quelli come la sea watch 3 che entra a lampedusa. Tra 50 anni saremo al limite dell'estinzione. La prossima guerra mondiale si combatterà per l'ambiente non per l'economia.
emanuele8327 Giugno 2019, 09:20 #5
Originariamente inviato da: Atarix71
ma siamo sicuri sicuri sicuri che l'elettrico sia piu' ecologico del diesel? :-)


l'eelttrico ha il vantaggio di togliere l'inquinamento dalle città. il punto è: siamo sicuri che i vari palliativi come gli ibridi abenzina servano a qualcosa o al netto stiamo solo aumentando l'inquinamento e i gas serra?

mio suocero ha apena comprato una fottuta honda crv ibrida. per usarla da solo o al massimo in coppia. 45k euro buttati nel cesso, a spese dell'ambiente e dei suoi nipoti, perché sono le prossime generazioni che pagheranno il prezzo, quando poteva con la metà dei soldi prendersi una macchina più piccola o almeno un investiore gli stessi soldi in un plug in, cristoddio.
aqua8427 Giugno 2019, 09:23 #6
Originariamente inviato da: emanuele83
Tra 50 anni saremo al limite dell'estinzione. La prossima guerra mondiale si combatterà per l'ambiente non per l'economia.

e con cosa spareremo? la cerbottana??
ahahaha scusa se rido, ma non per il tuo commento, ma perchè ne dubito proprio.
la prossima guerra mondiale sarà comunque per l'economia, i soldi sono quelli che fanno muovere SEMPRE tutto.

se in un futuro ci sarà un qualche leader mondiale che si preoccuperà dell'ambiente sfavorendo l'economia (quindi I SOLDI) avrà vita breve
kamon27 Giugno 2019, 09:24 #7
No ma, bello il mascherone finto che la fa sembrare una nutria.
Tedturb027 Giugno 2019, 09:37 #8
Originariamente inviato da: emanuele83
no no il problema del particolato è risolto con il DPF e l'NOx è risolto con l'ADblue. ergo perchè non fare ibridi plug in diesel? o a gas? c'è un problema di fondo e parecchio non quadra.

http://theconversation.com/fact-che...trol-cars-76241

senza contare che altre tecnologie sono disponibili e mai entrate in produzione (2005 BMW turbosteamer https://en.wikipedia.org/wiki/Turbosteamer)

ripeto: la politica non fa niente e l'elettorato se ne sbatte perché i veri problemi sono quelli come la sea watch 3 che entra a lampedusa. Tra 50 anni saremo al limite dell'estinzione. La prossima guerra mondiale si combatterà per l'ambiente non per l'economia.


I problemi sono quelli. L’automotive non lo è, e le diesel moderne probabilmente inquinano meno dell’elettrico, ad oggi. In più si parla anche di metano per le Diesel, se si vogliono abbattere ulteriormente le emissioni.
Ma ah già tu devi essere uno di quelli che hanno avuto una vita facile, come quella mentecatta tedesca, e che per questo aiutano gli altri. Eccetto che aiutano dei clandestini a violare le leggi europee e a gravare sulle tasche e sulle società dei cittadini europei, in particolare quelli più in difficoltà. Alla faccia dell’aiutare gli altri. Questa gente andrebbe spedita in Afganistan col passaporto revocato.
Ginopilot27 Giugno 2019, 09:38 #9
Fa bene bmw a preoccuparsi dell'elettrico da oggi, tra un 10-15 anni le auto elettriche saranno in numero consistente e tra un 20-25 probabilmente la maggioranza del parco circolante.
Oggi pero' sono solo briciole e creano piu' problemi di quelli che risolvono.
Mparlav27 Giugno 2019, 09:41 #10
Originariamente inviato da: emanuele83


https://electrek.co/2019/04/22/stud...iesel-debunked/

https://www.ifo.de/DocDL/sd-2019-08...-2019-04-25.pdf


quello studio prende in considerazione, giustamente, la CO2 emessa per produrre energia elettrica nel mix energetico tedesco.
Ma, erroneamente, non prende in considerazione la CO2 per estrarre petrolio trasportare, raffinare e ritrasportare il diesel fino al serbatoio delle auto.

E lo stesso dicasi per il metano: non è solo pensare a quando è arrivato dentro l'auto.
Il punto sono tutte le altre perdite:
https://www.transportenvironment.or...he_facts_EN.pdf

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^