BMW, sviluppato un sistema di ricarica per moto elettriche tramite il cavalletto laterale

BMW, sviluppato un sistema di ricarica per moto elettriche tramite il cavalletto laterale

Il produttore tedesco ha sviluppato (e brevettato) un ingegnoso sistema di ricarica per moto elettirche, il quale sfrutta l'indispensabile cavalletto per effettuare il processo di ricarica. Ecco come.

di pubblicata il , alle 08:41 nel canale Tecnologia
BMW
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
sbaffo30 Dicembre 2019, 13:02 #11
Originariamente inviato da: Dumah Brazorf
Ma va... non avete visto il simbolo della batteria?
Sarà un mantenitore di carica per il vostro 1000cc per non far scaricare la batteria al piombo durante l'inverno.

Anche secondo me, nel disegno c’è la levetta del cambio, le moto elettriche non hanno il cambio che io sappia.
Mparlav30 Dicembre 2019, 17:14 #12
Le attuali soluzioni in commercio di ricarica ad induzione hanno efficienza del 90-93%, 3.5-11 kW - 220V (Witricity)

Le ricariche convenzionali vanno dall'89% delle fast al 95% delle standard.

Ed esistono già le linee guida per lo standard internazionale:
https://www.sae.org/standards/content/j2954_201605/
mikypolice30 Dicembre 2019, 19:23 #13
ne brevetto un altro con nfc che apre la base a terra con innesto del cavalletto sulla base a terra, senza induzione. così la carichi in fast charge o come ca...volo vuoi... più efficiente e veloce. magari con l'nfc si riesce anche a codificare la serie della moto in modo da non aprire se non compatibile...mah... roba chic che lascia il tempo che trova...
An.tani31 Dicembre 2019, 09:44 #14
Originariamente inviato da: Ragerino
'sicuramente' è una parola grossa. In tutta l'europa questo sta succedendo con le eBike.


Perchè per ora gli scooter elettrici "seri" commercializzati si contano sulle dita di una mano e costano cifre inavvicinabili.. in Italia c'è il BMW da pi di 10k euro e la vespa da 7k, oppure alcuni marchi assolutamente sconosciuti.

Se un produttore conosciuto tipo Honda Yamaha o anche Kymko mettessero in vendita l'equivalente di un 125 con batterie estraibili intorno ai 5000 euro con gli incentivi lo pagheresti come o meno di uno scooter normale

E a differenza delle auto per gli scooter non serve avere un box o colonnine di ricarica: estrai il pacco batterie e lo ricarichi a casa
+Benito+03 Gennaio 2020, 12:22 #15
Originariamente inviato da: Mparlav
Le attuali soluzioni in commercio di ricarica ad induzione hanno efficienza del 90-93%, 3.5-11 kW - 220V (Witricity)

Le ricariche convenzionali vanno dall'89% delle fast al 95% delle standard.

Ed esistono già le linee guida per lo standard internazionale:
https://www.sae.org/standards/content/j2954_201605/


Momento: la ricarica ad induzione è un DI PIU' rispetto al sistema di ricarica, non un'alternativa. Intendo dire che esiste sempre un trasformatore che alimenta il sistema induttivo, ed un sistema che controlla la carica della batteria. L'efficienza di questi due sistemi e della ricarica intrinseca della batteria rimangono lì, ogni ulteriore inefficienza è deprecapebile e idealmente da eliminare, non da introdurre.
Benvenga un mantenitore che dissipa qualche decina di mW, non un sistema che dissipa decine o centinaia di W.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^