Byton: al via la produzione della prima auto elettrica, con display curvo da 48''

Byton: al via la produzione della prima auto elettrica, con display curvo da 48''

Byton ha portato la sua M-Byte all'IAA di Francoforte, annunciando i dettagli del suo primo veicolo elettrico in produzione. Fra le caratteristiche, anche un grande display curvo da 48 pollici

di pubblicata il , alle 18:01 nel canale Tecnologia
Byton
 

Byton ha presentato il suo primo veicolo, il SUV M-Byte, all'IAA di Francoforte. La strategia di questa startup cinese prevede di mantenere ben salde le radici in Cina ma di raggiungere il mercato globale. La società mira a stabilire un marchio operante nel settore dei veicoli elettrici che possa attirare risorse su scala globale. Con sede a Nanchino, Byton prevede di consegnare i primi modelli di M-Byte ai suoi clienti in Cina a metà del 2020, subito dopo l'ingresso in produzione del nuovo veicolo elettrico. Per quanto riguarda Nord America ed Europa si inizierà a prendere gli ordini nel 2020 con la consegna dei primi modelli ai clienti prevista per il 2021.

Byton sta per finalizzare il round C di finanziamento, che garantirà all'azienda cinese un afflusso di 500 milioni di dollari nelle proprie casse. Gli investitori includono FAW Group, il fondo di investimento industriale della provincia di Jiangsu e il governo municipale di Nanchino. Nei mesi scorsi, Byton annunciava l'apertura del proprio stabilimento di produzione e ricerca situato a Nanchino. La base di produzione intelligente di Byton si sviluppa su un'area di 800 mila metri quadrati e ha richiesto un investimento di ben 1,5 miliardi di dollari. L'impianto è costruito secondo gli standard del settore 4.0, utilizzando attrezzature e tecnologie di produzione all'avanguardia, nonché un innovativo sistema di gestione intelligente. Il centro di ricerca e sviluppo dello stabilimento entrerà in funzione nel mese in corso.

Byton M-Byte

Byton M-Byte è concepito come un SUV elegante progettato per aderire alle peculiarità dell'era della mobilità condivisa e della guida assistita. Dotato di un ampio display da 48 pollici, M-Byte mantiene la promessa di Byton di integrare una tecnologia pionieristica incentrata sull'utente con cui si intende cambiare il modo in cui le persone trascorrono il tempo in auto.

Il display curvo da 48 pollici è integrato nel cruscotto e consente ai passeggeri di usufruire di molteplici servizi digitali. Il design pulito del cruscotto e gli elementi avvolgenti del design integrano le funzioni in modo elegante e discreto e forniscono una sensazione di protezione e cura per i passeggeri. Byton lo definisce "salotto digitale mobile" anche perché i sedili anteriori ruotano verso l'interno, facilitando la conversazione e consentendo una migliore visibilità del Display ai passeggeri posteriori.

Parliamo di un display curvo da 48 pollici con tre aree separate per i contenuti. Al centro del volante, proprio sopra l'airbag del conducente, si trova poi un ulteriore tablet da 7 pollici che funge da interfaccia principale per il conducente per configurare il veicolo e interagire con il SED. Un touch pad da 8 pollici è stato aggiunto tra il guidatore e il sedile del passeggero anteriore per permettere a quest'ultimo di di controllare il display e godere della stessa esperienza interattiva del conducente. Al fine di garantire che la vista sulla strada del conducente non venga ostruita, i display è stato incastonato all'interno del cruscotto, sotto al cofano anteriore.

Per quanto riguarda le prestazioni, Byton M-Byte monta un singolo motore elettrico nella parte posteriore che fornisce una potenza di picco di 200 kW e un'autonomia di 360 chilometri (WLTP). La configurazione a quattro ruote motrici, invece, ha una potenza nominale di 300 kW (408 CV) e un'autonomia dichiarata di 435 chilometri (WLTP). Mentre la capacità della batteria del modello entry level di M-Byte è prevista in 72 kWh, per quanto riguarda il modello 4WD abbiamo una batteria con capacità di circa 95 kWh.

Byton M-Byte

Il produttore cinese, in quanto a modalità di ricarica, prevede di uniformarsi agli standard di presa di collegamento locali di tutti i territori in cui il veicolo verrà commercializzato. In base alle condizioni dei vari mercati, la ricarica rapida CC è fino a 150 kW e la ricarica CA tra 3,7 kW e 22 kW. Il tempo di ricarica CC su un caricabatterie da 150 kW sarà di circa 35 minuti per quanto riguarda il raggiungimento dell'80% dell'autonomia.

L'aerodinamica è fondamentale per un veicolo elettrico che ha la necessità di garantire la massima efficienza. Con una linea del tetto bassa, forme eleganti e un coefficiente di resistenza molto competitivo, il design esterno risulta altamente ottimizzato da un punto di vista aerodinamico. Il montante è un elemento distintivo, che ha anche funzioni aerodinamiche per incanalare il flusso d'aria intorno all'abitacolo. La sezione frontale completamente chiusa aumenta, inoltre, l'efficienza aerodinamica.

La parte frontale è decisamente caratteristica con luci di marcia diurne che riproducono le lettere che compongono il nome del marchio. Sia nella parte frontale che sul retro, inoltre, si trova una serie di luci a LED che, quando la guida autonoma diventerà realtà, comunicheranno con il mondo esterno. Per il momento, il sistema definito Byton Smart Surfaces saluta l'utente e visualizza lo stato di ricarica della batteria.

Per quanto riguarda gli interni, invece, si prova a esprimere la filosofia progettuale di Byton, ovvero quella di abbracciare i contenuti e la tecnologia digitale, consentendo agli utenti di interagire in diversi modi, ovvero con sensori per i gesti, il tocco o con il controllo vocale.

Byton M-Byte

Il programma di test dei veicoli Byton è partito nel 2018 e in Cina sono stati eseguiti test per i mercati internazionali come Euro NCAP e IIHS per il Nord America. L'azienda cinese fa sapere che i test sono stati eseguiti in aderenza agli standard dei veicoli premium, con particolare attenzione a sospensioni adeguatamente sviluppate, freni progressivi e altro ancora.

Per quanto riguarda i prezzi, il modello di base di Byton M-Byte verrà venduto a 45 mila Euro. Secondo Byton, 50 mila esemplari sono stati già prenotati, e l'Europa rappresenta "una parte significativa" rispetto al totale degli ordini.

Oltre che a Nanchino, Byton ha sedi distaccate nella Silicon Valley, per quanto riguarda la guida autonoma, mentre a Monaco di Baviera si trova il vehicle concept and design center. Altri uffici si trovano a Pechino, Shanghai e Hong Kong. Il nostro primo contatto con la Byton M-Byte al CES di Las Vegas.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Sgt.Joker10 Settembre 2019, 18:28 #1
Sono solo io quello che ha l'impressione che tutti i display con cui infarciscono le auto oggigiorno non sono altro che potenziali micidiali fonti di distrazione?
Adamo K.10 Settembre 2019, 18:53 #2
Originariamente inviato da: Sgt.Joker
Sono solo io quello che ha l'impressione che tutti i display con cui infarciscono le auto oggigiorno non sono altro che potenziali micidiali fonti di distrazione?


No siamo almeno in due
Poi a CHI serve tutto quel display?
domthewizard10 Settembre 2019, 18:55 #3
45k$ non sono neanche tanti se pensiamo a quanto costa un'auto elettrica, anche base, in europa

comunque non è un'idea totalmente rivoluzionaria, già c'è ora una cosa simile sulle mercedes attuali (tipo classe a)

Originariamente inviato da: Sgt.Joker
Sono solo io quello che ha l'impressione che tutti i display con cui infarciscono le auto oggigiorno non sono altro che potenziali micidiali fonti di distrazione?

non è un'impressione ma un dato di fatto. però con un display così grande c'è la possibilità che i messaggi di whatsapp li guardano sul display dell'auto dove oggi c'è il tachimetro, è sempre una distrazione ma almeno non hanno il cellulare in mano
SpyroTSK10 Settembre 2019, 18:58 #4
Mah. Che minchiata.
dr-omega10 Settembre 2019, 18:58 #5
Originariamente inviato da: Sgt.Joker
Sono solo io quello che ha l'impressione che tutti i display con cui infarciscono le auto oggigiorno non sono altro che potenziali micidiali fonti di distrazione?


No, anche io credo che tutti i gadget che propongono le case sono al limite del buon senso, ma viviamo in un epoca strana, anni fa quando compravi un walkman, nelle istruzioni vi era riportato di non utilizzare l'apparecchio in contesti pericolosi quale la strada e tu che leggevi questo pensavi "ma si, chi è il pirla che si mette le cuffie per ascoltare musica mentre cammina in strada o peggio mentre gira in bici..."


Parliamo di [B][U]un display curvo da 48 pollici[/U][/B] con tre aree separate per i contenuti. Al centro del volante, proprio sopra l'airbag del conducente, si trova poi [U]un ulteriore tablet da 7 pollici[/U] che funge da interfaccia principale per il conducente per configurare il veicolo e interagire con il SED.
[U]Un touch pad da 8 pollici[/U] è stato aggiunto tra il guidatore e il sedile del passeggero anteriore per permettere a quest'ultimo di di controllare il display e godere della stessa esperienza interattiva del conducente.


"Infine, per permettere al meccanico la stessa esperienza con cui si intende cambiare il modo in cui le persone lavorano, sotto il pianale dell'auto è stato incastonato un display da 105" che visualizza la cinematica del veicolo, ma in 8k e con l'aggiunta di effetti Dolby Atmos".

SpyroTSK10 Settembre 2019, 19:04 #6
Originariamente inviato da: dr-omega
No, anche io credo che tutti i gadget che propongono le case sono al limite del buon senso, ma viviamo in un epoca strana, anni fa quando compravi un walkman, nelle istruzioni vi era riportato di non utilizzare l'apparecchio in contesti pericolosi quale la strada e tu che leggevi questo pensavi "ma si, chi è il pirla che si mette le cuffie per ascoltare musica mentre cammina in strada o peggio mentre gira in bici..."


Io non lo faccio, forse è l'istinto di sopravvivenza che me lo dice.

Mettiamo che stai camminando sul marciapiede e un'auto sbanda prendendoti in pieno, se non avevi le cuffie forse ti saresti salvato.
dr-omega10 Settembre 2019, 19:06 #7
Originariamente inviato da: SpyroTSK
Io non lo faccio, forse è l'istinto di sopravvivenza che me lo dice.

Mettiamo che stai camminando sul marciapiede e un'auto sbanda prendendoti in pieno, se non avevi le cuffie forse ti saresti salvato.


Che ti devo dire, saranno "freni malthusiani".
DarkmanDestroyer10 Settembre 2019, 19:37 #8
schermo grande per accogliere al meglio il futuro marketing nell'automotive...
no grazie. ok l'elettrico, ok il calo di costi, ma il panoramico me lo tengo per casa.
Notturnia10 Settembre 2019, 20:47 #9
vedrete quanto manca perchè in quegli schermi enormi compaia la pubblicità mentre guidiamo -.-.. pardon.. mentre l'auto guida..
thecatman11 Settembre 2019, 00:10 #10
non avete capito un cetriolo come al solito. lo schermo grande serve per vedere i porno.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^