Daimler AG e i cinesi di Geely Holding insieme per i propulsori ibridi di prossima generazione (Mercedes-Benz e Volvo)

Daimler AG e i cinesi di Geely Holding insieme per i propulsori ibridi di prossima generazione (Mercedes-Benz e Volvo)

Daimler AG (leggi Mercedes-Benz) e Geely Holding (Volvo Cars) hanno stretto un accordo per lo sviluppo congiunto della prossima generazione di powertrain per veicoli ibridi a benzina

di pubblicata il , alle 13:01 nel canale Tecnologia
DaimlerGeelyMercedes-BenzVolvo
 

In un mondo globalizzato la competitività è fatta anche di importanti accordi internazionali e appartiene certamente a questa lista quello appena stretto dai tedeschi Daimler AG e i cinesi di Geely Holding, e quindi - di conseguenza - tra i loro marchi Mercedes-Benz e Volvo Cars, per lo sviluppo congiunto della prossima generazione di powertrain per veicoli ibridi.

volvo-car

Lo scopo dell'accordo è far fare alla produzione un salto di livello in termini di economie di scala in aree che vanno dall'ingegnerizzazione alle catene di fornitura, dall'industrializzazione alle misure di efficientamento dei processi.

Sempre più ibrido per la transizione verso la Carbon Neutrality

Entrambe le aziende vedono le tecnologie di trazione a elevata efficienza come punto centrale della transizione verso la mobilità a emissioni zero. I due gruppi lavoreranno coi le loro reti globali di ricerca e sviluppo sulla prossima generazione di motori ibridi a benzina per applicazioni che possano essere utilizzate anche da Mercedes-Benz e i suoi partner per i propri veicoli sul mercato cinese e da Geely Holding per le auto a marchio Volvo in vendita sui mercati occidentali.

La progressiva elettrificazione di tutte le gamme di veicoli è un passo fondamentale per raggiungere la CO2-neutrality di tutta la flotta, obiettivo che Daimler si è data per il 2039. Una data importante sarà il 2030, anno entro il quale Mercedes-Benz punta ad aver già convertito metà dei veicoli venduti a trazione ibrida plug-in o puramente elettrica.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^