Daimler eCitaro G, l'autobus elettrico con batteria a stato solido da 441 kWh

Daimler eCitaro G, l'autobus elettrico con batteria a stato solido da 441 kWh

Daimler AG, produttore tedesco di automobili e di mezzi di trasporto militari e civili, presenta il primo l'autobus elettrico destinato alla produzione in serie a montare una batteria a stato solido: ecco la nuova versione dell'eCitaro G

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Tecnologia
 

Daimler AG, produttore tedesco di automobili e di mezzi di trasporto militari e civili, presenta il primo autobus elettrico destinato alla produzione in serie a montare una batteria a stato solido: ecco la nuova versione dell'eCitaro G.

Questa versione era stata annunciata per la prima volta nel 2018, ora l'azienda, insieme all'annuncio ufficiale, ha diffuso anche interessanti dettagli circa la tecnologia adottata e le caratteristiche d'utilizzo di questo veicolo elettrico.


Clicca per ingrandire

"Il nuovo eCitaro G è il primo autobus urbano della sua categoria in tutto il mondo ad essere dotato di batterie allo stato solido.
Queste batterie hanno una densità di energia molto elevata, circa il 25% in più rispetto alla prossima generazione di batterie tradizionali agli ioni di litio con elettrolita liquido.
La nuova tecnologia delle batterie con un contenuto energetico di 441 kWh è disponibile sia per l'autobus articolato che per l'autobus singolo.
Ciò offre all'eCitaro G un'autonomia fino a 220 chilometri in condizioni standard. In inverno con il riscaldamento in funzione, l'eCitaro G è comunque in grado di percorre ben 170 chilometri"


Clicca per ingrandire

L'importante pacco batterie risulta abbinato ad un sistema di ricarica con potenza fino 300 kW e una coppia di motori ciascuno dei quali da 125 kW, configurazione che nel caso dell'articolato diventa composta da ben quattro motori della stessa taglia.

"Come l'autobus singolo, l'eCitaro G è alimentato dal collaudato assale elettrico ZF AVE 130, che si trova nella sezione posteriore. Per la massima trazione la versione autobus articolato può essere fornita anche con due assi motorizzati. I due motori sono situati vicino ai relativi mozzi delle ruote. Per asse erogano fino a 2x125 kW di potenza, generando 2x485 Nm di coppia. Con il rapporto di trasmissione utilizzato, ciò equivale a 2x11.000 Nm. Ciò conferisce all'autobus articolato una notevole potenza motrice"



Clicca per ingrandire

Daimler per il momento non ha rilasciato i tempi esatti delle consegne per queste versioni dell' eCitaro con batterie a stato solido ma risulta già disponibile all'acquisto; per maggiori informazioni su questo veicolo e sull'intera gamma proposta vi invitiamo a visitare la pagina ufficiale dell'azienda costruttrice.

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Sandro kensan28 Settembre 2020, 14:20 #1
Ma che densità hanno queste batterie? Intendo quanti wh su kilogrammo.
Opteranium28 Settembre 2020, 15:25 #2
220km nella migliore delle ipotesi, 180 più realistici, mi sembra misera come autonomia per un mezzo pubblico
+Benito+28 Settembre 2020, 15:37 #3
Circolare da 10 km ogni mezz'ora, 10 corse la mattina, 10 corse pomeriggio/sera con ricarica intermedia di due ore a 100 kW, non è male.
Mi allibisce che considerino il riscaldamento più gravoso del raffreddamento quando è chiaramente il contrario. In inverno tra gente a bordo e raffreddamento motore e batterie hai il caldo quasi gratis, in estate un condizionatore da pullman fa fuori 10 kW come ridere.
Pino9028 Settembre 2020, 15:42 #4
Originariamente inviato da: Opteranium
220km nella migliore delle ipotesi, 180 più realistici, mi sembra misera come autonomia per un mezzo pubblico


In realtá dipende dall'uso. Se si tratta di un bus urbano, vanno benissimo: 10, 15, anche 20km di corsa e poi mezz'ora di ricarica. Un sistema molto simile è stato sviluppato dall'azienda in cui lavoro per i tram di Siviglia. Per evitare di mettere i fili nel centro storico il tram ha anche delle batterie. Si ricarica durante il posteggio. Nelle tratte fuori dal centro storico usa il pantografo.
mally28 Settembre 2020, 15:44 #5
non è allo stato solido da intendersi con condesnatori, hanno semplicemente una variante di batterie agli ioni di litio NMC nichel manganese cobalto...
Ragerino28 Settembre 2020, 17:36 #6
Ma i filobus fanno cosi schifo?
Voglio dire, è una tecnologia rodata, affidabile, poco inquinante. Capisco che non fa figo, ma funziona.
NickNaylor28 Settembre 2020, 17:51 #7
Originariamente inviato da: Opteranium
220km nella migliore delle ipotesi, 180 più realistici, mi sembra misera come autonomia per un mezzo pubblico

gli autobus che girano in centro città hanno una velocità media di 19kmh ( 50kmh di punta, poi traffico, stop e semafori, carica e scarica gente e continue attese sulle fermate per sincronizzare gli orari), significa girare 9 ore.
il turno di un autista lo copre insomma, è che poi bisogna vedere quanto tempo serve per ricaricarlo e se si riesce ad ottimizzare il tutto per usarlo 2 turni in una giornata oppure no.
NickNaylor28 Settembre 2020, 17:54 #8
Originariamente inviato da: mally
non è allo stato solido da intendersi con condesnatori, hanno semplicemente una variante di batterie agli ioni di litio NMC nichel manganese cobalto...


ma le batterie allo stato solido nessuno intende i condensatori, sono un'altra cosa. i condensatori sono il non plus ultra da sempre ma costano una fucilata, c'è una lamborghini ibrida che ho visto che li monta.
joe4th28 Settembre 2020, 23:30 #9
Non sembra male, finalmente potenze umane (2*125kW) e non il megawatt da supercar.

Ma a Milano non ci sono ancora i filobus? https://www.youtube.com/watch?v=Dt6DFbZhdvw

Potebbero elettrificare le città, invece delle batterie, ogni auto col proprio pantografo, come nelle macchine degli autoscontri dei luna park...

lucusta29 Settembre 2020, 00:14 #10
ha una riduzione che porta la coppia a 22.000Nm...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^