Dalla robotica industriale ai robot domestici di consumo

Dalla robotica industriale ai robot domestici di consumo

L'azienda tedesca Kuka è una dei principali produttori mondiali di robot industriali, oltre per la tecnologia all'avanguardia e l'estrema flessibilità di gestione i loro prodotti si distinguono sul mercato e tra le linee di produzione per la loro storica colorazione arancione: tutta questa tecnologia nei prossimi anni potrebbe uscire dagli ambienti industriale ed entrare direttamente nelle nostre case

di pubblicata il , alle 11:21 nel canale Tecnologia
 

L'azienda tedesca Kuka è una dei principali produttori mondiali di robot industriali, oltre per la tecnologia all'avanguardia e l'estrema flessibilità di gestione i loro prodotti si distinguono sul mercato e tra le linee di produzione per la loro storica colorazione arancione: tutta questa tecnologia nei prossimi anni potrebbe uscire dagli ambienti industriale ed entrare direttamente nelle nostre case, in che modo? Kuka avrebbe intenzione di iniziare ad affacciarsi sul mercato della robotica di consumo cioè dedicata a noi utenti finali e alle nostre case.

Una ballerina con un robot Kuka durante la cerimonia di apertura dei Giochi Paralimpici 2016. Foto di Buda Mendes/Getty Images

In un'intervista con il Financial Times , il CEO di Kuka Fino Reuter ha detto che il cambiamento ha trovato slancio con dall'assorbimento della sua società dal produttore di elettrodomestici cinesi Midea.

“Midea non sta sviluppando alcun tipo di automazione robotica, sarà Kuka a farlo per lei”, ha affermato Reuter “E questa collaborazione è molto ben mirata al settore consumer. Così insieme vogliamo fare la robotica di consumo.”

Midea ha comprato Kuka lo scorso anno per 4,5 miliardi di euro, l'azienda cinese produce una vasta gamma di prodotti per la casa, compresi i sistemi di aria condizionata, lavatrici, forni, frigoriferi e altro ancora: non è ben chiaro che tipo di prodotto le due aziende stiano puntando a produrre, ma l'esperienza di Kuka nell'automazione delle attività fisiche suggerisce che le società sarebbero in cerca di progettare robot “casa-hub” cioè destinati a darci una mano in tutte le attività che ogni giorno compiamo nella nostra abitazione.

Al contrario, potrebbero anche avere in mente assistenti robot più complessi, in grado di aiutarci con i compiti più pesanti e ripetitivi: una prima possibile applicazione potrebbe essere quella nel supporto a 360° delle persone anziane e non autosufficienti.

Costruire un robot progettato per lavorare a stretto contatto nelle operazioni di tutti i giorni con gli esseri umani quindi sarebbe il principale scopo di Kuka, seguendo le indicazioni di Bill Gates di quale mese (raccolte in questa nostra news) si potrebbe dar luogo ad una società dove i robot lavoreranno per noi lasciando agli esseri umani solo i compiti che non possono essere automatizzati e magari grazie alla loro tassazione garantire un reddito base a ciascun cittadino.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
zappy23 Giugno 2017, 11:28 #1
un bel robot che stende, stira, carica la lavastoviglie, lava i pavimenti, aspira (no, non quei cosi ricaricabili che rotolano x terra e che fanno finta di farlo), spolvera, sposta i mobili e le suppellettili sarebbe comodo ed utile.
Bellaz8923 Giugno 2017, 11:43 #2
A una fiera dell'automazione industriale un anno fa ho visto uno dei loro robot che giocava a golf
Ork23 Giugno 2017, 11:48 #3
Originariamente inviato da: Bellaz89
A una fiera dell'automazione industriale un anno fa ho visto uno dei loro robot che giocava a golf


eh no cazzo, quello lo voglio fare io mentre il robot lavora
zappy23 Giugno 2017, 11:53 #4
Originariamente inviato da: Ork
eh no cazzo, quello lo voglio fare io mentre il robot lavora

in effetti... e che cazzo!
avvelenato23 Giugno 2017, 16:54 #5
Avremo presto pure il robot che scopa. E che si accende una sigaretta alla fine.

(La domanda da porci è: tolta quella sparuta percentuale di programmatori di talento, una volta che i robot e le AI faranno tutto, noi comuni mortali che faremo? Con quali lavori guadagneremo per comprarci questi favolosi sistemi?)
lucusta23 Giugno 2017, 17:08 #6
Originariamente inviato da: zappy
un bel robot che stende, stira, carica la lavastoviglie, lava i pavimenti, aspira (no, non quei cosi ricaricabili che rotolano x terra e che fanno finta di farlo), spolvera, sposta i mobili e le suppellettili sarebbe comodo ed utile.


si chiama colf, e costa 10 euro l'ora.
zappy23 Giugno 2017, 17:08 #7
Originariamente inviato da: avvelenato
Avremo presto pure il robot che scopa. E che si accende una sigaretta alla fine.

(La domanda da porci è: tolta quella sparuta percentuale di programmatori di talento, una volta che i robot e le AI faranno tutto, noi comuni mortali che faremo? Con quali lavori guadagneremo per comprarci questi favolosi sistemi?)

x lo zio bill, si tassano i robot.
lucusta23 Giugno 2017, 17:09 #8
Originariamente inviato da: avvelenato
Avremo presto pure il robot che scopa. E che si accende una sigaretta alla fine.

(La domanda da porci è: tolta quella sparuta percentuale di programmatori di talento, una volta che i robot e le AI faranno tutto, noi comuni mortali che faremo? Con quali lavori guadagneremo per comprarci questi favolosi sistemi?)


incomincia ad andare a comprare pennelli, tela e colori ad olio, almeno sai se hai un'alternativa.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^