Doug Field lascia Tesla per tornare in Apple: si riaccendono le ambizioni per Project Titan?

Doug Field lascia Tesla per tornare in Apple: si riaccendono le ambizioni per Project Titan?

Già nelle fila di Apple fino al 2013, Field aveva supervisionato la produzione dell'hardware Mac. In Tesla ha lavorato alle operazioni sulla Model 3: ora torna in Apple per lavorare a stretto contatto con Bob Mansfield

di pubblicata il , alle 13:21 nel canale Tecnologia
TeslaApple
 

Doug Field, in passato vicepresidente Mac hardware Engineering per Apple, ha deciso di lasciare Tesla dove ha supervisionato la produzione della Model 3 per tornare tra le fila del colosso di Cupertino. Apple, tramite un portavoce, ha confermato il ritorno di Field senza tuttavia specificare in quale ruolo. Sembra comunque che Field andrà ad operare a stretto contatto con Bob Mansfield sulla piattaforma di guida autonoma che la Mela sta sviluppando in questi anni, conosciuta con il nome in codice di Project Titan.

Field ha iniziato la sua carriera in Ford come ingegnere di sviluppo, prima di passare a Segway e quindi approdare in Apple. Field aveva poi lasciato Apple nel 2013 per passare a Tesla. Il ritorno a Cupertino aiuta a corroborare le indiscrezioni secondo le quali le ambizioni di Apple nel mondo self-driving siano state percorse da nuova linfa vitale dopo che il progetto è passato nelle mani di Mansfield.

Il ritorno di Field potrebbe indicare che la società abbia ancora interesse nella costruzione di propri veicoli, e non solamente lo sviluppo di sistemi autonomi per produttori di automobili già eisstenti. Quando Apple ha dato il via a Project Titan nel 2014, circa 1000 impiegati erano al lavoro per lo sviluppo di un veicolo elettrico in un laboratorio segreto nei pressi del quartier generale della Mela.

Tuttavia dopo attriti interni e problemi di conduzione, Apple ha pensato di spostare l'attenzione verso lo sviluppo di sistemi di guida autonoma e di percorrere la strada di accordi e collaborazioni con produttori esistenti invece di pensare alla costruzione di un'automobile. Centinaia di impiegati sono stati licenziati come conseguenza del cambio di obiettivo. Si conosce molto poco dei lavori condotti sotto il cappello Project Titan, ma lo scorso luglio sono emersi alcuni documenti legali che indicano che circa 5000 persone sono autorizzate ad accedere alle informazioni relative al progetto.

Negli ultimi mesi Apple ha inoltre ampliato la flotta di veicoli equipaggiati con sensori per la guida autonoma e con i propri strumenti software: lo scorso mese di maggio la flotta di Apple dedicata ai test è salita ad un totale di 62 vetture, e la Mela sta inoltre lavorando ad un servizio di navette a guida autonoma, chiamato PAIL (Palo Alto to Infinite Loop) che dovrebbe trasportare gli impiegati tra i vari uffici Apple dislocati nella Silicon Valley.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^