Drive.ai, i VAN a guida autonoma che non passano inosservati e comunicano con i pedoni

Drive.ai, i VAN a guida autonoma che non passano inosservati e comunicano con i pedoni

Drive.ai, compagnia di Mountain View, California, impegnata nello sviluppare la propria piattaforma di guida autonoma, con un occhio di riguardo all'importanza di trasmettere sicurezza ed un feedback importante, non solo ai propri clienti, ma a tutti gli utenti che i loro veicoli a guida autonoma incroceranno per strada

di pubblicata il , alle 08:31 nel canale Tecnologia
Drive.ai
 

Drive.ai, compagnia di Mountain View, California, impegnata nello sviluppare la propria piattaforma di guida autonoma, con un occhio di riguardo all'importanza di trasmettere sicurezza ed un feedback importante, non solo ai propri clienti, ma a tutti gli utenti che i loro veicoli a guida autonoma incroceranno per strada.

Primo tra tutti, il particolare design caratterizzato da un colore arancione brillante dei veicoli con un grosso nastro blu elettrico, abbinamento che difficilmente potrà passare inosservato; ma non non solo, per interagire con gli altri utenti strada, autisti umani o pedoni che siano, i veicoli Drive.ai saranno dotati anche di quattro schemi, uno per ogni lato del mezzo, che informeranno "gli umani" circostanti di ciò che il veicolo sta facendo, o più genericamente se si trova o meno in modalità di guida autonoma.

Lunedì prossimo 6 Agosto, il programma di test su strada inizierà in un sobborgo di Dallas, Texas:"Hanno lo scopo di apparire visivamente diversi", ha dichiarato Sameep Tandon, co-fondatore e CEO della startup Drive.ai, "I veicoli, dei Nissan NV200 modificati, sono certamente le auto a guida automatica più rumorose, più luminose e sfacciatamente più evidenti sulla strada oggi".

Gli schermi, sicuramente tra gli accessorio più evidente, mostreranno messaggi che trasmettono l'intento del veicolo a pedoni e altri veicoli sulla strada, tale funzione viene definita dal produttore "interazioni uomo-robot" o più tecnicamente "interfaccia uomo-macchina", e sarà un sistema in sostituzione di gesti e comunicazioni verbali spesso usati dai conducenti umani per comunicare agli altri le proprie intenzioni.

Al momento c'è una lista di messaggi semplice e prestabilita che potrà essere visualizzata sugli schermi a seconda delle necessità, ad esempio:

  • "Wainting" su schermi anteriori e laterali e "Crossing" sullo schermo posteriore con una grafica di un pedone che camminando, nel caso di un arresto per un passaggio pedonale;
  • "Going" su schermi anteriore e laterali mentre il veicolo inizia a muoversi in abbinamento ad una grafica del furgone in transito;
  • "Entering / Exiting" su tutti gli schermi con la grafica di una persona che entra ed esce dal veicolo;
  • "Human Driver" su tutti gli schermi ogni volta che il veicolo è in modalità manuale.
Inizialmente la società aveva preso in considerazione l'idea di aggiungere emoji sui suoi schemi ma ha preferito scritte bene evidenti appositamente progettate da un team di design di Drive.ai; per il momento gli schermi sono quattro ma viene comunicato che a seconda dei feedback che riceverà la compagnia potranno essere implementati in futuro.

"Vogliamo essere sicuri che le persone si sentano sicure a vedere un'auto che guida senza umani al volante e che si sentano a proprio agio con esso, così da farla diventare una routine" afferma Tandon.

La suite di sensori dei veicoli è costituita da 10 telecamere, 4 sensori LIDAR e un sistema radar il tutto abbinato ad un software evoluto sviluppato interamente direttamente dal Drive.ai.

Progetto sicuramente originale, ma un design così accattivante e soprattutto schermi luminosi pensati per farci capire le intenzioni del veicolo a guida autonoma, possono davvero aumentare la percezione di sicurezza di questi mezzi autonomi sulle nostre strade? strade per il momento ancora occupate per il 99% da autisti in carne ed ossa.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Hiei360031 Luglio 2018, 11:27 #1
Chissà se nei quattro schermi appare un dito medio se qualcuno gli taglia la strada....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^