Ducati, la moto elettrica non è così lontana: alcune conferme dal CEO Claudio Domenicali

Ducati, la moto elettrica non è così lontana: alcune conferme dal CEO Claudio Domenicali

Durante l'evento di premiazione del team UniBo, terzo nella categoria elettrica della competizione internazionale MotoStudent, il CEO di Ducati, Claudio Domenicali, ha commentato tale successo con alcune informazioni circa Ducati ed il settore elettrico

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Tecnologia
Ducati
 

In occasione della premiazione di un risultato ottenuto all'interno del progetto Ducati for Education, nella competizione internazionale MotoStudent, da un gruppo di 60 studenti di diverse facoltà dell'università bolognese UniBo, arrivano alcune conferme per quanto riguarda il settore elettrico legato al costruttore di moto di Borgo Panigale, conferme date direttamente dal CEO del gruppo Claudio Domenicali.

Partiamo con i complimenti ai ragazzi di UniBo per essersi classificati al terzo posto, su 74 team provenienti da atenei di tutto il mondo, nella categoria Elettric con il loro prototipo, qui in foto, e aver vinto anche il premio come miglior Rookie Team Electric.

Pierluigi Zampieri, responsabile Ducati per l'innovazione commenta, "Per me è stato un onore poter cantare l’inno di Mameli ai piedi del podio abbracciato a questi ragazzi", la moto creata dal team, anche se non ha conquistato il gradino più alto del podio, è risultata la migliore in assoluto per tempo di accelerazione e tempo di gimkana, due aspetti fondamentali nella disciplina del motorsport.

Durante l'evento di premiazione, ad un'intervista del quotidiano il resto del carlino, Claudio Domenicali ha commentato il successo nella categoria elettrica con alcune informazioni circa Ducati e questa tecnologia:

"Non siamo ancora pronti alla produzione in serie della moto elettrica, ma stiamo facendo grandi passi avanti e non siamo lontanissimi. Con questa partecipazione alla competizione di MotoStudent nel settore moto elettriche, segnaliamo il nostro interesse"

"Il mondo delle due ruote ha bisogno di qualche anno in più per trovare un bilanciamento adeguato fra prestazioni, costi, durata delle batterie. Noi seguiamo con grande attenzione la chimica delle batterie abbiamo un gruppo di lavoro che sta lavorando all'interno"

Quindi, primi traguardi a livello internazionale e progetti attinenti alla produzione di serie non così troppo lontani per vedere anche una Ducati elettrica; per maggiori informazioni sulla competizione a cui hanno partecipato i ragazzi di UniBo vi invitiamo a visitare la pagina Facebook MotoStudent.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Marko#8812 Gennaio 2019, 12:29 #1
Speriamo la comprino tutti così smettiamo di sentire quell'orribile rumore da moto rotta.
vraptus12 Gennaio 2019, 14:30 #2
Originariamente inviato da: Marko#88
Speriamo la comprino tutti così smettiamo di sentire quell'orribile rumore da moto rotta.


Di cosa sta parlando?
omerook12 Gennaio 2019, 15:02 #3
frizione a secco!

comunque per le moto non vedo tutta questa necessità di passare all' elettrico. infondo le moto sono più che altro dei mezzi ludici e non è ci si facciano poi tutti questi km l'anno ! io inizierei dagli scooter che sono più mezzi di trasporto in senso lato.
Opteranium12 Gennaio 2019, 15:29 #4
No, non voglio sentire quel rumore di aspirapolvere anche in moto
supertigrotto12 Gennaio 2019, 16:37 #5

Da ex motociclista dico la mia

Ho iniziato con Kawasaki,vorrei un giorno comprarmi una Aprilia RSV4 , però,la moto elettrica mi alletta.
A parte i pesi delle batterie che pian piano stanno migliorando,la coppia di un motore elettrico é qualcosa di pazzesco,secondo me in futuro avremmo moto elettriche con il tiro simile alla Kawasaki H2.
Per il rumore per i puristi,possiamo sempre integrare nel casco un paio di buone cuffie che emettono il brum brum.
Hihihihi
lucusta12 Gennaio 2019, 18:15 #6
Originariamente inviato da: vraptus
Di cosa sta parlando?


https://www.youtube.com/watch?v=sMRp6KL7xig
W4rfoX12 Gennaio 2019, 19:51 #7
Odio le frizioni a secco di Ducati.. per il resto la 748 era una favola..
omerook12 Gennaio 2019, 20:24 #8
Originariamente inviato da: supertigrotto
Ho iniziato con Kawasaki,vorrei un giorno comprarmi una Aprilia RSV4 , però,la moto elettrica mi alletta.
A parte i pesi delle batterie che pian piano stanno migliorando,la coppia di un motore elettrico é qualcosa di pazzesco,secondo me in futuro avremmo moto elettriche con il tiro simile alla Kawasaki H2.
Per il rumore per i puristi,possiamo sempre integrare nel casco un paio di buone cuffie che emettono il brum brum.
Hihihihi

ah ah ma che coppia cerchi sulle moto di oggi? che se non fosse per l'elettronica che le doma
sai che cappottamenti
Nicodemo Timoteo Taddeo12 Gennaio 2019, 20:33 #9
Originariamente inviato da: omerook
ah ah ma che coppia cerchi sulle moto di oggi? che se non fosse per l'elettronica che le doma
sai che cappottamenti


Scherzi? Son tutti Marc Márquez qui. E dire che anche lui l'asfalto l'assaggia spesso
Marko#8813 Gennaio 2019, 00:58 #10
Originariamente inviato da: vraptus
Di cosa sta parlando?


Dell'orribile rumore da moto rotta, l'ho scritto.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^