Easy Wallbox è la soluzione di ricarica elettrica facile per la casa

Easy Wallbox è la soluzione di ricarica elettrica facile per la casa

La joint venture Free2Move eSolutions sviluppa soluzioni che facilitano la mobilità elettrica: Easy Wallbox, lo dice il nome stesso, è una wallbox dall'installazione immediata pensata per le necessità domestiche

di pubblicata il , alle 11:01 nel canale Tecnologia
 

Free2Move eSolutions è una joint venture tra Stellantis e Engie EPS, costituita ad inizio 2021 con il fine di supportare e agevolare la transizione alla mobilità elettrica attraverso una serie di soluzioni specifiche rivolte tanto ai privati come alle aziende.

Tra le proposte di Free2Move eSolutions troviamo infrastrutture di ricarica, con potenze e destinazioni d'utilizzo differenti, sino agli abbonamenti per la ricarica pubblica e domestica con formule di sottoscrizione mensile. In futuro la società punta anche a fornire soluzioni V2G, Vehicle-to-Grid, con le quali l'energia accumulata dalle batterie dei veicoli elettrici possa venir ceduta alla rete nel momento in cui questa sia disponibile mentre la rete nel suo complesso debba gestire un carico di richiesta di energia di picco.

Easy Wallbox è uno dei primi prodotti sviluppati da Free2Move eSolutions per il mercato dei consumatori finali: si tratta di una wallbox con connettore Type-2 che può essere immediatamente installata in casain quanto si collega ad una presa della corrente Shuko presente nel proprio impianto. Con uno strumento di questo tipo si mette a disposizione dell'utente finale la praticità di una Wallbox, riducendo ai pochi minuti richiesti per fissare a parete il dispositivo i tempi richiesti per la sua implementazione.

easywallbox_2.jpg

La potenza fornita è ovviamente legata a quanto erogato dalla presa Shuko ma questa si rivela sufficiente per una ricarica a bassa potenza di veicoli elettrici con batterie di ridotte dimensioni, oppure pensando ai molti veicoli plug-in che in questo modo possono ricaricare le batterie durante il ricovero notturno dell'auto senza dover intervenire sull'impianto di casa. Easy Wallbox viene proposta a un prezzo indicativo compreso tra 300€ e 350€, accanto ad una serie di altre soluzioni di ricarica sviluppate da Free2Move eSolutions che si adattano ad installazioni domestiche, nei piccoli uffici fino alle aziende di più grandi dimensioni e alle strutture di ricarica pubbliche inserite all'interno dei centri urbani.

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ramses7712 Maggio 2021, 13:07 #1
Non capirò mai alcune trovate del mercato auto elettriche.

1) power to grid: se la modalità di ricarica più economica è quella fatta in casa, perché mai dovrei cedere alla casa corrente presa altrove a prezzo più alto? Ancora ancora se caricassi altrove gratis, ma non mi risulta si possa fare facilmente. Oppure se avessi una bioraria vantaggiosa potrei accumulare energia al costo più basso. Ma varrebbe la pena tutto sto sbattimento?

2) "colonnina alimentata da presa schuko". Più di 3 kw non può dare, a patto di avere cavi di sezione idonea. Quale è il plus di una "colonnina" fatta così rispetto ad utilizzare la presa schuko direttamente?
nameman12 Maggio 2021, 15:32 #2
mia moglie ha voluto cambiare la sua smart a benzina con una vettura elettrica... visti i costi abbiamo optato per una twingo ze che , vista la capacità della batteria ( 22 kwh), verra usata solo per la città!!!! ...in quanto d'inverno assicura un'autonomia di 120 km e d'estate... vedremo per il momento pare assicuri circa 220 km.!!!!!
Comunque, attualmente una vettura elettrica la consiglierei solo a chi può permettersi la ricarica tramite pannelli fotovoltaici!!! e solo per la città ! visto anche la disponibilità ed il caos delle colonnine di ricarica attualmente disponibili! qui da me circa 13 !!!!!!!!!! colonnine per una popolazione di circa 200.000 persone
Cappej12 Maggio 2021, 19:08 #3
Originariamente inviato da: ramses77
Non capirò mai alcune trovate del mercato auto elettriche.

1) power to grid: se la modalità di ricarica più economica è quella fatta in casa, perché mai dovrei cedere alla casa corrente presa altrove a prezzo più alto? Ancora ancora se caricassi altrove gratis, ma non mi risulta si possa fare facilmente. Oppure se avessi una bioraria vantaggiosa potrei accumulare energia al costo più basso. Ma varrebbe la pena tutto sto sbattimento?

2) "colonnina alimentata da presa schuko". Più di 3 kw non può dare, a patto di avere cavi di sezione idonea. Quale è il plus di una "colonnina" fatta così rispetto ad utilizzare la presa schuko direttamente?


https://www.youtube.com/watch?v=Vrp...nnel=FiatItalia

in questo mirabolante video spiega che se hai l'impianto corretto, è possibile spingere la Wallbox fino a 7 kw (presumo si intenda un 220V a 32A)
CMQ se il prezzo fosse 350,00 sull'amazzone minimo son 500,00 per una marca decente.. se poi ci si affida alla cinesata...
Premetto che ho guardrato le wallbox in questa settimana perchè quella venduta da SMART (500 scontata a 250) dell'ENEL, si è fusa dopo 4 mesi e non c'è versi di farsela sostituire...
Complimenti eh...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^