Ecco la leggendaria Bugatti Tipo 57 Atlantic un secolo dopo: elettrica e futuristica

Ecco la leggendaria Bugatti Tipo 57 Atlantic un secolo dopo: elettrica e futuristica

La rarissima Bugatti Tipo 57 Atlantic progettata e costruita quasi un secolo fa è una delle vetture storiche del 900'. L'artista Habib Orhan ha deciso di ridarle vita in una versione elettrica proiettata nel 2036

di pubblicata il , alle 12:31 nel canale Tecnologia
Bugatti
 

La leggendaria Bugatti Tipo 57 Atlantic è stata riprogettata dal designer Habib Orhan, chiedendosi come potrebbe essere nel 2036, ovvero 100 anni dopo la sua produzione. La vettura che presenta un look rivolto al futuro è stata ribattezzata col nome di Bugatti Hommage 100 2036, a sottolineare l'omaggio alla storica Bugatti Tipo 57 Atlantic un secolo dopo la sua nascita. Il lavoro di progettazione di Orhan ha avuto inizio durante la pandemia, precisamente nel febbraio del 2021. Ma facciamo un passo indietro.

La storia della leggendaria Bugatti Tipo 57

Quando si parla di automobili, Bugatti è senza ombra di dubbio un marchio storico e di riferimento nel settore. Fondata nel 1909 dall'imprenditore italiano Ettore Bugatti, la casa automobilistica di lusso ha prodotto vetture ancora considerate dei veri e propri cimeli storici. Uno di questi è sicuramente la Bugatti Tipo 57, progettata tra il 1934 e il 1939 da Jean Bugatti, figlio di Ettore, prodotta in 710 esemplari.

Di questa fantastica automobile ne furono prodotte diverse versioni tra cui la più celebre e leggendaria fu la Bugatti Tipo 57 Coupè Atlantic. Una delle auto più rare al mondo, commercializzata dal 1936 al 1938 in soli 4 esemplari, di cui uno è andato perduto. Parliamo di una vettura leggendaria, sportiva e un sogno per gli uomini dell'epoca. Uno dei quattro esemplari è stato acquistato nel 1988 dal famoso stilista Ralph Lauren, di cui è ancora proprietario. Per comprendere la prestigiosità di questa vettura, uno dei tre esemplari sopravvissuti è stato venduto nel 2010 alla modica cifra di 30 milioni di dollari, probabilmente il prezzo più alto mai pagato per un'automobile.

Ralph Lauren con la sua Bugatti Tipo 57 Atlantic

Bugatti Hommage 100 (2036): elettrica, sportiva e futuristica

Tornando al progetto futuristico dell'auto, l'artista ha voluto ridare nuova vita alla vettura, immaginando la futuristica Bugatti Coupè nel 2036 con la struttura del telaio interamente in carbonio e con un'alimentazione completamente elettrica.

Poiché la coupé sportiva è pensata per il 2036, è dotata di luci per accentuare la separazione delle linee verticali mentre il logo della casa automobilistica è presente nella parte anteriore della vettura. Le linee dell'auto futura sono riprese dall'originale, e la forma a C riporta alcune caratteristiche della Bugatti Coupè Ventoux, oltre ad avere una curiosa somiglianza con la batmobile del 1988.

Seguici sul nostro canale Instagram, tante novità in arrivo!

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Axel.vv26 Maggio 2021, 12:46 #1
Mi ricorda molto la Maserati Mostro

Link ad immagine (click per visualizzarla)
predator8726 Maggio 2021, 12:57 #2
BELLISSIMA!
Mparlav26 Maggio 2021, 12:57 #3
Se una Bugatti Tipo 57 Coupè Atlantic andasse all'asta oggi, supererebbe facilmente i 50 milioni di $.
E sarebbero un buon investimento, imho.

Nel 2010 ne hanno venduta una, privatamente, per 40 milioni di $.

Ma le auto più care battute all'asta sono state fino ad ora le Ferrari 250 GTO '62 prima serie (38 e 49 milioni di $).

Ora tocca vedere se ci sarà ancora la Bugatti nel 2036 per vedere quel nuovo modello "Hommage": io non ci scommetterei
marchigiano26 Maggio 2021, 13:50 #4
Originariamente inviato da: Axel.vv
Mi ricorda molto la Maserati Mostro

Link ad immagine (click per visualizzarla)


ma anche una "banale" AMG GT è simile
foxluke27 Maggio 2021, 08:12 #5

Che spettacolo!

La voglio come BATMOBILE in un film di Batman

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^