Ecco la prima locomotiva completamente elettrica alimentata a batteria

Ecco la prima locomotiva completamente elettrica alimentata a batteria

Wabtec è un'azienda che si occupa di tecnologie ferroviarie. Ha presentato una nuova locomotiva completamente elettrica che potrebbe contribuire a ridurre l'impronta ambientale dei servizi di trasporto delle merci pesanti

di pubblicata il , alle 17:21 nel canale Tecnologia
 

Una locomotiva completamente elettrica a batteria ha fatto parte di un esperimento di tre mesi in California, dove si è alternata con locomotive ad alimentazione tradizionale. La sua presenza nel sistema di prova ha contribuito a un calo delle emissioni medie dell'11%, un dato sicuramente confortante in termini riduzione dell'impronta ambientale dei servizi di trasporto delle merci pesanti.

FLXdrive: prima locomotiva al mondo alimentata al 100% a batteria

FLXdrive di Wabtec viene descritta come la prima locomotiva al mondo alimentata al 100% da una batteria. Quest'ultima è una soluzione di dimensioni importanti composta da 18 mila celle agli ioni di litio che alimenta tutti e quattro gli assi della locomotiva. Inoltre, Wabtec ha aggiunto un sistema di gestione intelligente del flusso di energia per ottimizzare l'efficienza.

Wabtec

Complessivamente, si tratta di un pacco batterie capace di accumulare 2,4 megawattora che può essere ricaricato in deposito come un tradizionale veicolo elettrico. Allo stesso tempo, però, si parla di ordini di grandezza differenti, dato che la Tesla Model 3 con le specifiche migliori dispone di una batteria con capacità di 75 kWh, ovvero 32 volte inferiore a quella equipaggiata da FLXdrive. La locomotiva usa anche un sistema di frenata rigenerativa che ricarica la batteria quando il veicolo è in movimento.

FLXdrive è stato inserito in un sistema di prova con locomotive alimentate con propulsori diesel tradizionali. Il test è andato avanti per tre mesi nella San Joaquin Valley, in California, e si è svolto su un percorso lungo 21,4 km, ondulato con salite e discese. Secondo Wabtec, la riduzione media dell'11% del consumo di carburante per l'intero sistema equivale a 6.200 galloni di diesel risparmiati, ovvero circa 69 tonnellate di CO2 emesse in meno.

"La locomotiva elettrica a batteria FLXdrive rappresenta un momento di svolta per il trasporto ferroviario e darà un contributo per rendere il settore a emissioni zero", afferma Eric Gebhardt, Chief Technology Officer di Wabtec. "Si basa sul fatto che il settore ferroviario rimane il sistema di trasporto più efficiente e sostenibile".

Si tratta solo di un primo passo per le tecnologie di Wabtec, che punta a utilizzare batterie con capacità di 6 MWh e a contenere le emissioni complessive fino al 30%. Si prevede che le prime locomotive elettriche possano essere implementate sui tratti ferroviari nel giro di qualche anno.

39 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
tallines20 Maggio 2021, 17:47 #1
Approvo al 100%
io78bis20 Maggio 2021, 18:06 #2
Peccato non indichino quanti tragitti riesca a percorrere con la singola ricarica.
harlock1020 Maggio 2021, 18:08 #3
I locomotori elettrici esistono da 100 e passa anni, in Svizzera e in Italia hanno sostituito la trazione a vapore sulle linee principali a partire dagli anni venti.

Questa locomotiva serve solo nel mercato americano, dove il trasporto passeggeri su rotaia quasi non esiste e si spostano solo merci a bassa velocità su binari in condizione non sempre eccellente.
_Wu-hsin_20 Maggio 2021, 18:18 #4
Io sapevo che molte locomotive usano le batterie come sistema di backup.. Non è una novità.

Comunque, i primi prototipi di treni a batteria sono del 1840..
roccia123420 Maggio 2021, 18:38 #5
Originariamente inviato da: io78bis
Peccato non indichino quanti tragitti riesca a percorrere con la singola ricarica.


Mah, con quella batteria va bene solo per tratte relativamente brevi (300/400km ad occhio e croce) e pianeggianti. E che prevedano poche fermate/ripartenze e cambi di velocità.
Sembra più un esercizio di stile che altro, visto che ultimamente il green (o pseudo tale) fa molto figo.
Il diesel è ben lungi dall'essere sostituito.

Se si vuole togliere il diesel, l'unica alternativa degna di questo nome è l'elettrificazione della linea, possibilmente a 25kv/50hz.
kbios20 Maggio 2021, 19:04 #6
Interessante, ma l'elettrificazione della linea resta la soluzione più lungimirante (ed ecologica)
WhiteSnake66620 Maggio 2021, 19:59 #7
Che vaccata allucinante
tallines20 Maggio 2021, 20:49 #8
Originariamente inviato da: WhiteSnake666
Che vaccata allucinante

Perchè ? Non trovi l' uso dell' elettricità ecologico ?
Opteranium20 Maggio 2021, 21:41 #9
sarà per tratte brevi e con pochi vagoni.. una locomotiva ha migliaia di cavalli, quella batteria la finisce in un attimo
quartz20 Maggio 2021, 21:44 #10
Originariamente inviato da: tallines
Perchè ? Non trovi l' uso dell' elettricità ecologico ?


A parte il fatto che l'elettricità non è di per sè ecologica, perchè dipende da come la produci, è una vaccata rispetto all'uso di una normale rete ferroviara elettrificata (cioè con linea aerea).

Se mi dimostri che il totale della CO2 prodotta con il treno oggetto della notizia (includendo l'estrazione dei materiali, produzione della batteria ed eventuale smaltimento a fine vita, oltre alla CO2 prodotta in esercizio) è comunque inferiore rispetto a quella che si produrrebbe elettrificando la rete e usando un normale treno elettrico, allora ok.
Ma ho tanto il sospetto che non sia così.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^