Ecco Microlino 2.0, ovvero la versione elettrica ispirata alla gloriosa Isetta, ma anche lo scooter Microletta

Ecco Microlino 2.0, ovvero la versione elettrica ispirata alla gloriosa Isetta, ma anche lo scooter Microletta

Dopo aver ascoltato il parere degli appassionati per alcune modifiche al progetto originale, Micro Mobility Systems, conosciuta come Micro, propone la versione definitiva Microlino 2.0, ispirata alla gloriosa Isetta ma a propulsione elettrica. Ecco quel che si sa.

di pubblicata il , alle 11:31 nel canale Tecnologia
 

Già da qualche tempo l'azienda svizzera Micro Mobility Systems, conosciuta come Micro, ha fatto battere il cuore degli appassionati con una citycar elettrica fortemente ispirata alla gloriosa Isetta, venduta in oltre 160.000 esemplari a partire dagli anni '50. Il primo prototipo, presentato al salone di Ginevra del 2016, prevedeva già il passaggio alle 4 ruote rispetto alle 3 del primissimo modello originale, ma per il resto il look era veramente molto simile al modello di ispirazione.

A seguito dell'annullamento dell'atteso salone di Ginevra di quest'anno causa coronavirus COVID-19, l'azienda ha pubblicato un comunicato stampa in cui annuncia il modello (apparentemente) definitivo, Microlino 2.0, oltre a qualche accenno anche allo sccoter elettrico Microletta. Restando per ora su Microlino 2.0, si registrano piccoli aggiustamenti nel design, un motore elettrico più efficiente, aumento della superficie vetrata per migliorare la visibilità e un perfezionamento degli interni. Ricordiamo brevemente i dati dichiarati del primo prototipo, confermati anche per Microlino 2.0: accelerazione da 0 a 50Km/h in 5 secondi, 100Nm di coppia, 510Kg di peso (circa), 125 oppure 200Km di autonomia a seconda della batteria scelta in fase di acquisto e 90Km/h di velocità massima. 

Per quanto riguarda i tempi di ricarica si parla di 1 ora con connettore Type 1 e 4 ore da presa domestica. Ricordiamo che nasce come city car, motivo per cui le specifiche sono del tutto adatte a questo utilizzo, così come ci pare intelligente non spingersi oltre i due posti a sedere disponibili, in un mondo in cui si usa la normale automobile quasi sempre da soli. Una bella notizia è il prezzo di commercializzazione atteso (sperando che resti così), ovvero circa 12000 Euro. I primi paesi in cui verrà commercializzata saranno Svizzera e Germania.

Microletta è una soluzione molto interessante e adotta tre ruote invece che due per superare alcuni vincoli presenti a livello normativo, se non si superano gli 80Km/h (stiamo approfondendo la questione). La velocità dunque è questa, poi troviamo due batterie estraibili (così da essere alternate, mentre una è in carica) da 100Km di autonomia ognuna, ricarica in 4 ore da presa casalinga e prezzo di 4900 Euro, ovvero poco. C'è da sperare che tutto questo diventi realtà in fretta.

Potete spendere qualche minuto e vedere l'Isetta originale nel video dei Depeche Mode "Never let me down again". Eccolo.

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ragerino29 Febbraio 2020, 11:35 #1
Il concetto andava bene negli anni '50, quando le auto per strada erano poche.
Oggi, tra suv megagalattici e velocità di marcia elevate, questo mezzo è praticamente una trappola mortale considerando pure che l'ingresso è frontale.
Dumah Brazorf29 Febbraio 2020, 11:55 #2
8 sotto un tetto...
Nui_Mg29 Febbraio 2020, 11:56 #3
Grandi i depeche di quel periodo
stoka29 Febbraio 2020, 13:55 #4
piuttosto che potenziare e migliorare il trasporto pubblico cittadino, continuano a perseverare com queste " trappole ".
kliffoth29 Febbraio 2020, 16:26 #5
Si adatta perfettamente a questa serie [B]https://cucetti.de/Ariete/Vintage/[/B]
Notturnia01 Marzo 2020, 07:54 #6
in caso di incidente quante stelle euroncap ha ? ... mezza ?
calabar01 Marzo 2020, 12:49 #7
Qui però come caratteristiche ci siamo: velocità e autonomia sufficiente, ricarica a casa in poche ore.

Quel che non va è il prezzo, costa quanto un'auto normale. A meno che non si dimezzi con gli incentivi, siamo lontani dall'essere appetibile alla massa.

Non ho poi ben capito se abbia almeno due posti. Se a posto singolo per me è insufficiente. Certo, poi non brilla neppure di estetica e bisogna valutare la questine sicurezza, però ripeto, come range di prestazioni per me ci siamo.
pingalep01 Marzo 2020, 18:38 #8
12mila euro senza economia di scala significa che una versione fatta da qualche marchio importante potrebbe costare 8mila secondo me.
quindi non vogliono proprio farla. con gli incentivi attuali una elttrica pura riceve 3-6mila euro da stato e regione...
andbad02 Marzo 2020, 09:14 #9
Per quanto riguarda i tempi di ricarica si parla di 1 ora con connettore Type 1


Spero proprio sia un errore: ormai nemmeno i giapponesi usano più la Tipo 1, visto che in Europa lo standard è la Tipo 2.

IMHO carina, ma costa troppo.

By(t)e
calabar02 Marzo 2020, 10:01 #10
In effetti sono due posti, anche se forse un po' strettini. Avevo temuto il posto singolo.
La porta frontale torna utile per quando parcheggi di traverso!

@pingalep
Se quelli fossero i prezzi in prospettiva futura e al netto di incentivi allora potrebbe diventare interessante. Sotto i cinquemila euro potrebbe essere una piccola auto da avere in più per l'uso cittadino, ci farei un serio pensierino.
Ma per dodicimila sicuramente se la tengono, anche se si dovessero levare qualche migliaio di euro di incentivi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^