Elettrificato anche il Pandino 4x4: ecco l'ultimo progetto Icon-e di Garage Italia

Elettrificato anche il Pandino 4x4: ecco l'ultimo progetto Icon-e di Garage Italia

Ultimo progetto di Garage Italia, atelier di Lapo Elkann, all'interno del programma Icon-e, si basa proprio su questo modello, il quale è stato rinnovato ed elettrificato per offrire nuova vita e prestazioni in abbinamento a design, meccanica ed interni classici

di pubblicata il , alle 16:41 nel canale Tecnologia
Fiat
 

Fiat, nel corso degli anni, ha saputo lanciare sul mercato molti modelli che, con il passare del tempo, si sono rivelati dei veri e propri punti di riferimento di design e prestazioni: uno di questi sicuramente è stata la Panda 4x4, amichevolmente Pandino, prima versione dell'utilitaria italiana che, grazie ad un design semplice, ottime geometrie e soprattutto ad una trazione integrale, ha saputo ricavarsi la fama di uno dei modelli più flessibili ed affidabili ancora circolanti su strade asfaltate e non.

Ultimo progetto di Garage Italia, atelier di Lapo Elkann, all'interno del programma Icon-e, si basa proprio su questo modello, il quale è stato rinnovato ed elettrificato per offrire nuova vita e prestazioni in abbinamento a design, meccanica ed interni classici.

Denominata Panderis, questa Panda 4x4 sfoggia interni premium realizzati in collaborazione con Vitale Barberis Canonico, lanificio biellese, impianto audio JBL, una finitura esterna tinta Barberis Brown con una sottile riga Blu e cerchi color Canonico Gold.

Per quanto riguarda invece l'elettrificazione è stato adottato un'originale sistema per mantenere inalterato il sistema di trazione 4x4 originale: infatti il motore termico di serie è stato sostituito da uno elettrico sviluppato da Newtron Group collegato direttamente alla scatola del cambio originale, così da mantenere invariate marce e frizione.

Per il momento pochi i dati tecnici diffusi, si parlerebbe di un'autonomia di circa 100 km, velocità massima pari a 114 km/h e sistema di ricarica tramite presa tipo 2 collocata al posto dell'originale bocchettone di rifornimento.

Sicuramente questo Panderis rappresenta un modello estremo per quanto riguarda materiali raffinati e finiture di prim'ordine, ma l'idea di elettrificare una "vecchia" Panda 4x4, ovvero il primo indistruttibile modello, potrebbe essere uno di quei revamping in grado di attirare l'attenzione di molti, sia in ambito amatoriale per il tempo libero sia in ambito lavorativo, per un mezzo affidabile, economico e ben collaudato; per maggiori dettagli su tutti i progetti di Garage Italia vi invitiamo a visitare il loro sito ufficiale.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Gundam.7526 Settembre 2019, 17:26 #1
Io avrei almeno aggiornato gli interni. Non puoi vendermi il pandino con quegli interni nel 2019
Notturnia26 Settembre 2019, 17:28 #2
cavolo.. che ricordi.. solo che 100 km di autonomia su un pandino che con 30 litri faceva 500 km è assurdo.. su su.. la panda era inarrestabile.. non puo' fare 100km e poi stare ferma un ora per la ricarica.. e pesava 650 kg :-D
Cfranco26 Settembre 2019, 17:37 #3
Un lavoro fatto da cani
Non mi meraviglia che esca dall' "atelier" di Lapo
LukeIlBello26 Settembre 2019, 17:52 #4
Originariamente inviato da: Cfranco
Un lavoro fatto da cani
Non mi meraviglia che esca dall' "atelier" di Lapo


c'ha il beccuccio da sniffata di serie la panda di lapo, più il sedile anteriore reclinabile ma che può arrivare fino al portabagagli, così da consentire al travestito di turno di stendersi comodamente nei suoi 190 cm di sensualità
canislupus26 Settembre 2019, 18:04 #5
Cavolo non avevo visto tutte le foto e mi ero fermato solo alla prima.
E' di una bruttezza unica.
Poi considerando che è un progetto "esclusivo" costerà quanto una ferrari con l'autonomia e le prestazioni di un monopattino elettrico.
Sono sempre più convinto che spesso i soldi non coincidano con le capacità.
Ma magari ne venderanno uno allo sfigato di turno che si sentirà "speciale" per possedere una serie così limitata nella produzione.
aqua8426 Settembre 2019, 18:12 #6
si sono veramente superati!!
le case automobilistiche stanno facendo a gara a chi realizza l'auto elettrica piu brutta del secolo!!
canislupus26 Settembre 2019, 18:28 #7
Ma oltre all'aspetto estetico, vogliamo parlare dei 100 km di autonomia?
Ci sono metropoli italiane in cui rischi di rimanere a "secco" a metà giornata a causa del traffico (certo uno la può sempre spegnere)
andbad26 Settembre 2019, 18:45 #8
Ragazzi, seriamente... state discutendo di una roba uscita da Garage Italia?
Si sa che è solo uno specchietto per tenere Lapo fuori dai casini, su.
I suoi "progetti" sono clickbait o poco meno.

By(t)e
dr-omega26 Settembre 2019, 19:13 #9
Originariamente inviato da: Notturnia
cavolo.. che ricordi.. solo che 100 km di autonomia su un pandino che con 30 litri faceva 500 km è assurdo.. su su.. la panda era inarrestabile.. non puo' fare 100km e poi stare ferma un ora per la ricarica.. e pesava 650 kg :-D


Beato te, quando usavo la Panda 4x4 Sisley del '86 di mia mamma ci facevo 250Km e andavo a fare il pieno a Livigno tutti i w/e.
L'abbiamo venduta perchè tra benza e meccanico non potevo più permettermela .
Ma che ricordi!!!

Comunque era più bella una versione restaurata da Edd in "Affari a 4 ruote" (purtroppo non ricordo la puntata).
Bonestorm26 Settembre 2019, 19:25 #10
Originariamente inviato da: dr-omega
Comunque era più bella una versione restaurata da Edd in "Affari a 4 ruote" (purtroppo non ricordo la puntata).

Con tanto di vernice verde granulosa e snorkel per guadare i torrenti:
http://wheelerdealers.discoveryuk.c...ery/fiat-panda/

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^