Elon Musk minaccia: Tesla fuori dalla California. Ecco i motivi della rottura

Elon Musk minaccia: Tesla fuori dalla California. Ecco i motivi della rottura

Visionario e controverso, Elon Musk sa indubbiamente come far parlare di sé. Nel corso del fine settimana c'è riuscito grazie a una serie di tweet contro lo Stato della California

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Tecnologia
Tesla
 

Elon Musk ha annunciato che Tesla trasferirà il suo quartier generale e altri asset aziendali dalla California al Texas e al Nevada a causa delle restrizioni locali imposte a causa di COVID-19, ritenute dal boss dell'azienda eccessive. Nel corso delle ultime settimane Musk ha criticato i limiti imposti dalle autorità legati alla pandemia, definendoli addirittura fascisti. E in pochissimo tempo pare si stia passando dalle parole ai fatti, con Musk che ha annunciato cambiamenti drastici.

Negli scorsi giorni Tesla ha tentato di riaprire la fabbrica di Fremont a seguito della volontà da parte del Govenatore della California di riaprire progressivamente le attività, tuttavia la contea di Alameda, dove si trova la fabbrica Tesla, ha bloccato il tentativo di riavviare la produzione. In risposta, Musk ha annunciato su Twitter che Tesla sta intentando una causa contro la contea: "Tesla sta presentando immediatamente una causa contro la contea di Alameda. Il 'funzionario sanitario ad interim' non eletto e ignorante di Alameda agisce in contrasto con il governatore, il presidente, le nostre libertà costituzionali e il semplice buon senso".

Musk, di certo non noto per il suo sapersi limitare, è andato oltre: "Francamente, questa è l'ultima goccia. Tesla trasferirà immediatamente il suo quartier generale e i programmi futuri in Texas e Nevada", suggerendo in seguito che l'azienda potrebbe smantellare lo stabilimento di Fremont, fra i più importanti con circa 10 mila impiegati, "a seconda di come verrà trattata in futuro": "Se manterremo anche l'attività produttiva di Fremont dipenderà dal modo in cui Tesla verrà trattata in futuro. Tesla è l'ultima casa automobilistica rimasta in California", ha scritto Musk.

Il CEO di Tesla ha inoltre aggiunto che Tesla è stata in grado di continuare diverse tipologie di attività nella contea di San Joaquin, che si trova vicino ad Alameda, nonostante gli ordini restrittivi da COVID-19. Inoltre, Musk ha incoraggiato gli azionisti di Tesla a presentare un'azione legale contro la contea nel tentativo di ottenere un trattamento migliore rispetto a quello odierno.

"Durante gli ordini restrittivi che vietano la riapertura delle principali attività manifatturiere, come Tesla, mi sto preoccupando delle potenziali implicazioni per la nostra economia regionale", ha dichiarato il sindaco di Fremont, Lily Mei, in una nota pubblica, continuando: "Sappiamo che molte aziende essenziali hanno dimostrato di poter operare con successo utilizzando rigorose pratiche di sicurezza e di distanziamento sociale. Sono fermamente convinta che queste stesse pratiche possano essere possibili per altre aziende manifatturiere, in particolare quelle che sono così importanti per la nostra base occupazionale. La città incoraggia la contea a impegnarsi con le nostre imprese locali per elaborare linee guida accettabili al fine di riaprire la nostra economia locale. Come abbiamo fatto per oltre un decennio, il Comune è pronto a supportare Tesla non appena saranno in grado di riprendere le operazioni di produzione automobilistica e si impegnano a portare avanti un approccio ponderato ed equilibrato che possa rimanere sicuro per la nostra comunità di Fremont".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Marko_00111 Maggio 2020, 16:40 #1
l'ex ministro del lavoro (credo sia un corrispettivo) ai tempo di Obama
che è uno scrittore e professore universitario Robert Reich
l'ha apostrofato come Capitalism at its worst.
al che il nostro eroe l'ha apostrofato come idiota (e per fare il figo
l'ha scritto in russo) 1 ora dopo ha ribadito scusandosi che è
un noioso idiota (sempre in russo) ed alla fine ha bloccato Reich
ma la saga continua su Twiter
e comunque forzare le leggi lo fai solo se sei un delinquente
o se pensi di poterlo fare perché hai il coltello dalla parte del manico
(il che non lo differenzia dal primo)
mi scusino le ferventi grupie
Strato154111 Maggio 2020, 17:13 #2
Normalmente non difendo Musk, anzi.
MA stavolta devo dire che fa bene, la follia sta dilagando, quindi se adottate le norme di sicurezza i governi, le regioni o le provincie non lasciano aprire..
Bè fa bene a chiudere baracca e burattini e andare dove non ci sono limitazioni in quello che si chiama IMPRESA e che poco piace ad una certa politica, non solo nostrana a quanto pare..
zbear11 Maggio 2020, 17:16 #3
Musk sembra sempre di più un tossico di cocaina .....
WarSide11 Maggio 2020, 18:28 #4
Sinceramente non capisco perché abbia aperto in CA, dove la tassazione è sopra la media per gli US (è tipo in top 3 o top 5).

Sarà un caso che voglia spostarsi in TX o NV dove l'income tax è pari a 0?
BVS11 Maggio 2020, 19:29 #5
Originariamente inviato da: WarSide
Sinceramente non capisco perché abbia aperto in CA, dove la tassazione è sopra la media per gli US (è tipo in top 3 o top 5).

Sarà un caso che voglia spostarsi in TX o NV dove l'income tax è pari a 0?


Musk non fa nulla per caso, CA è lo stato che preme più fortemente per l'industria green, avrà sicuramente ricevuto un offerta ottima da parte dello stato per produrre auto li, come era quasi successo per la megafabbrica in germania, terreno regalato e sovvenzioni.

Il cambio di stato è una cosa più difficile da capire, o il Texas avrà fatto un offerta ancora migliore o sta realmente subendo forti perdite, il modello Tesla è un azienda di fortissima speculazione, per dirne una ha contratti per diversi miliardi di dollari con altre aziende di auto dove si impegna a costruire veicoli green per vendere le sue quote ecologiche ad alle aziende che non possono permettersi di inquinare meno (gia dovreste capire quanto faccia ridere la situazione), ha liste d'attesa che arrivano ad anni e un indice in borsa suscettibile anche ai peti di Musk, un fermo produttivo di un mese è una catastrofe
permaloso11 Maggio 2020, 20:03 #6
Originariamente inviato da: BVS
Musk non fa nulla per caso, CA è lo stato che preme più fortemente per l'industria green, avrà sicuramente ricevuto un offerta ottima da parte dello stato per produrre auto li, come era quasi successo per la megafabbrica in germania, terreno regalato e sovvenzioni.

Il cambio di stato è una cosa più difficile da capire, o il Texas avrà fatto un offerta ancora migliore o sta realmente subendo forti perdite, il modello Tesla è un azienda di fortissima speculazione, per dirne una ha contratti per diversi miliardi di dollari con altre aziende di auto dove si impegna a costruire veicoli green per vendere le sue quote ecologiche ad alle aziende che non possono permettersi di inquinare meno (gia dovreste capire quanto faccia ridere la situazione), ha liste d'attesa che arrivano ad anni e un indice in borsa suscettibile anche ai peti di Musk, un fermo produttivo di un mese è una catastrofe


direi il contrario, in california gli incentivi sono negli anni andati calando terminando il 31/12/2019 e trump non prevede il rinnovo.. tesla nell'ultimo trimestre 2019 ha perso quasi il 50% delle vendite rispetto al 2018 in california
Cito
Nello specifico, sono state 13.584 le Tesla immatricolate nel Golden State, il 46,5% in meno rispetto al corrispondente periodo del 2018, con le registrazioni della Model 3, pari a 10.694 unità, sostanzialmente dimezzate. Il calo è legato ai particolari criteri di applicazione degli incentivi fiscali. Fino al 31 dicembre del 2018, le agevolazioni per la Tesla ammontavano a 7.500 dollari (poco più di 6.700 euro). Nei primi sei mesi dell'anno scorso sono scese a 3.750 dollari e nel semestre successivo a 1.875 dollari. Il 31 dicembre i bonus sono arrivati a scadenza e al momento non sono previsti rinnovi.A questi occorreva aggiunger e i 3000$ di ulteriore incentivo dello stato della california anche essi venuti meno
WarSide11 Maggio 2020, 20:06 #7
Originariamente inviato da: permaloso
direi il contrario, in california gli incentivi sono negli anni andati calando terminando il 31/12/2019 e trump non prevede il rinnovo.. tesla nell'ultimo trimestre 2019 ha perso quasi il 50% delle vendite rispetto al 2018 in california
Cito
Nello specifico, sono state 13.584 le Tesla immatricolate nel Golden State, il 46,5% in meno rispetto al corrispondente periodo del 2018, con le registrazioni della Model 3, pari a 10.694 unità, sostanzialmente dimezzate. Il calo è legato ai particolari criteri di applicazione degli incentivi fiscali. Fino al 31 dicembre del 2018, le agevolazioni per la Tesla ammontavano a 7.500 dollari (poco più di 6.700 euro). Nei primi sei mesi dell'anno scorso sono scese a 3.750 dollari e nel semestre successivo a 1.875 dollari. Il 31 dicembre i bonus sono arrivati a scadenza e al momento non sono previsti rinnovi.A questi occorreva aggiunger e i 3000$ di ulteriore incentivo dello stato della california anche essi venuti meno


Lui parla degli incentivi dati all'azienda dallo stato federale.

Tu invece parli degli incentivi per l'acquisto di auto elettriche.

Son 2 cose differenti
demonsmaycry8412 Maggio 2020, 03:35 #8
è chiaro che vogliono vendere il petrolio in america...dipende sempre dal prezzo...ora? te lo tirano dietro il petrolio..quindi 10 mila benzina biturbo v12 per la prossima mustang da "americano medio" ..che ci sta a fare la tesla oramai è buono per videogiocare mentre la macchina guida e basta...forza sgassiamo un pò che minchia servono gli incentivi a cui accedevano solo medio ricchi bianchi per comprare macchine alla tesla e che nemmeno consumavano poi il patriottico petrolio americano(nemmeno per la ricarica). è chiaro che non poteva funzionare..se la spostano in texas già mi immagino la guerra perché inquinano lo stato con l'elettricità.
Opteranium12 Maggio 2020, 08:42 #9
sniffa duro, Musk, sempre sopra le righe
chaosblade15 Maggio 2020, 14:09 #10
Tesla sta presentando immediatamente una causa contro la contea di Alameda. Il 'funzionario sanitario ad interim' non eletto e ignorante di Alameda agisce in contrasto con il governatore, il presidente, le nostre libertà costituzionali e il semplice buon senso".

È una mini descrizione di ciò che avviene già in Italia, il comunismo 2.0 che governa il non eletto e calpestano la tanto conclamata democrazia di cui un partito in Italia lo riporta pure nel nome del partito. In effetti siamo in un regime fascista ma la definizione fascista è comunque sbagliata poiché è la stessa attribuzione che può assumere un assassino nei confronti di un altro assassino solo che il primo può accusare liberamente perché nella posizione dominante da vincitore

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^