Enel X, previste 3.000 nuove colonnine di ricarica tra Italia, Spagna e Romania

Enel X, previste 3.000 nuove colonnine di ricarica tra Italia, Spagna e Romania

Enel X fa sapere che ha in programma di installare 3.000 nuovi punti di ricarica per auto elettriche, per un investimento complessivo di 70,75 milioni di euro, su alcune delle principali tratte autostradali europee al fine di favorire gli spostamenti con veicoli a batteria principalmente tra Italia, Spagna e Romania

di pubblicata il , alle 10:41 nel canale Tecnologia
Enel
 

Enel X fa sapere che ha in programma di installare 3.000 nuovi punti di ricarica per auto elettriche, per un investimento complessivo di 70,75 milioni di euro, su alcune delle principali tratte autostradali europee al fine di favorire gli spostamenti a lungo raggio con veicoli a batteria principalmente tra Italia, Spagna e Romania.

Tale programma rientra all'interno del progetto AMBRA-Electrify Europe (AMBRA-E) che, grazie anche ai contributi della Commissione europea e le reti (INEA) e la Banca europea per gli investimenti (BEI), prevede il raggiungimento del traguardo sopra illustrato entro il 2022.

Clicca per ingrandire

Le nuove colonnine Enel X saranno installate lungo sette "corridoi" della rete transeuropea di trasporto (TEN-T), a servizio di strade principali, importanti nodi urbani ed alcune direttrici primarie, e saranno diversificate nei seguenti tipi:

  • Quick, fino a 22 kW in corrente alternata (AC)
  • Fast, fino a 50 kW in corrente continua (DC)
  • Ultra-Fast, fino a 350 kW in DC

Attuale rete di ricarica europea di Enel X - Clicca per ingrandire

Enel X inoltre precisa che all'interno di tale investimento si punterà a raggiungere, sempre entro il 2022, fino 28.000 punti di ricarica sul solo territorio italiano confermando l'impegno dell'azienda ad investire maggiormente nel nostro paese; per maggiori informazioni sulla rete di ricarica marchiata Enel X vi invitiamo a visitare la pagina ad essa dedicata o consultare la App Enel X JuicePass per su Google Play o App Store.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

34 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
pipperon02 Marzo 2020, 11:18 #1
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
grazie anche ai contributi della Commissione europea


dopo aver letto non capivo il senso, poi l'illuminazione: se magna!
Vindicator2302 Marzo 2020, 11:20 #2
il prezzo è ancora elevato per le auto

26 mila euro per la renault zoe di base , sono fuori dal mondo mettessero a 9-10 mila

vedrete come vendono; sono utili soltanto per il car sharing elettrico
TheDarkAngel02 Marzo 2020, 11:43 #3
Sottolineamo che i prezzi Renault sono con l'inganno, è l'unica che fornisce un prezzo con affitto batterie e uno senza affitto.
Quei 26 mila euro sono SENZA batterie di proprietà.
Domenik7302 Marzo 2020, 11:50 #4
Tra gli svantaggi dell'elettrico ci sono sicuramente i tempi di ricarica, la spesa per l'acquisto del veicolo (circa il doppio rispetto a uno con alimentazione classica), i punti di ricarica (attualmente in numero molto limitato), la poca autonomia in quasi tutti i modelli. Tra i vantaggi dell'elettrico dovrebbe esserci il costo che, pensavo, fosse più basso rispetto a qualsiasi altro tipo di carburante. In realtà ho visto che con la mia Kia rio gpl (faccio 440 km con 25 euro) ho una spesa al km inferiore rispetto a una tesla model 3, considerando di ricaricarla su colonnine enelx (530 km.... molto teorici, con 33.75 euro). Se poi uno ha in casa un impianto fotovoltaico da 12kw, e ricarica lì, allora il discorso cambia
Ragerino02 Marzo 2020, 11:54 #5
Originariamente inviato da: Domenik73
Se poi uno ha in casa un impianto fotovoltaico da 12kw, e ricarica lì, allora il discorso cambia


Se uno ha 12kw di impianto fotovoltaico, ha una casa di proprietà ,grande, ha i soldi. Quindi non compra l'auto elettrica per risparmiare, e di sicuro ne ha almeno un'altra convenzionale.


Torniamo sempre allo stesso problema, i costi.
chaosblade02 Marzo 2020, 12:14 #6
È una fregatura, per ricambiare alle colonne devi fare una tessera a costo fisso in più il pagamento della ricarica di energia. La macchina costa uno sproposito e le batterie quando le sostituisci è un salasso poi come di consueto c’è il costo assicurativo, la revisione e il bollo che ti fanno capire con l’inganno è esente per i primi 5 anni ma che in realtà il parco macchine essendo così esiguo per la regione non cambia molto in termini di incassi
calabar02 Marzo 2020, 19:24 #7
Anche senza l'impianto da 12KW, già potendo ricaricare a casa, se questo si adatta alla propria situazione e alle proprie abitudini, i costi al momento sono molto buoni.
Insomma, se uno utilizza l'auto facendo al più qualche decina di Km al giorno e riesce a ricaricare una volta a casa (magari di giorno con i pannelli, ma mi pare già una caso più difficile), l'elettrica può diventare l'ideale.

Originariamente inviato da: Ragerino
Se uno ha 12kw di impianto fotovoltaico, ha una casa di proprietà ,grande, ha i soldi.

Visione molto ristretta della situazione in cui si trovano molti italiani.
C'è gente con case di proprietà (magari ereditate dai genitori), anche grandi, che tira avanti con un normale stipendio e per i quali tale casa contribuisce, tra tasse e mantenimento, a ridurre il tenore di vita. Ma in Italia possedere qualcosa è quasi un crimine, e abbiamo genialate come l'isee.
pipperon03 Marzo 2020, 02:22 #8
Originariamente inviato da: calabar
Anche senza l'impianto da 12KW, già potendo ricaricare a casa, se questo si adatta alla propria situazione e alle proprie abitudini, i costi al momento sono molto buoni. .


no

Sai, vero, ce sotto una certa potenza il rendimento di carica puo' divenire ridicolo?
Ricordiamo che il costo auto e' meno del costo infrastruttura?
Pensiamo al fatto che le tasse sui carburanti applicati all'energia elettrica farebbero della clio-zoe un'auto piu' costosa in carburante di una bentley mulsanne?

http://allarovescia.blogspot.com/20...e-e-prezzi.html
calabar03 Marzo 2020, 09:53 #9
Originariamente inviato da: pipperon
Sai, vero, ce sotto una certa potenza il rendimento di carica puo' divenire ridicolo?

Questo è interessante. Sapevo che il rendimento scendeva con potenze elevate, ma non che ci fossero problemi di efficienza a bassa potenza.
Hai per caso qualche articolo che spiega la cosa e fa vedere qualche numero? (non il blog che hai linkato, che fornisce comunque una visione personale, ma uno studio o almeno un grafico sul basso rendimento a basse potenze di carica)

Il discorso tasse ha poco senso ora. Il vantaggio dell'elettrico è proprio l'essere slegato dalla fonte energetica, di fatto potrebbero tassare le colonnine ma non certo la corrente che usi in casa, soprattutto se prodotta con i pannelli.
ninja75003 Marzo 2020, 09:59 #10
mi pare sempre più ovvio che l'elettrico non sia per i povery

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^