Ford brevetta uno ''scudo fotovoltaico auto gonfiabile'': ricarica solare per auto elettriche

Ford brevetta uno ''scudo fotovoltaico auto gonfiabile'': ricarica solare per auto elettriche

Ford ha presentato la domanda per un curioso brevetto che unisce un sistema di ricarica per auto elettriche ed pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica: definito "shield of solar panels" mostra una soluzione per proteggere la propria vettura e allo stesso tempo prelevare energia dal sole

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Tecnologia
Ford
 

Ford ha presentato la domanda per un curioso brevetto che unisce un sistema di ricarica per auto elettriche e pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica: definito "shield of solar panels", ovvero uno scudo di pannelli solari, mostra una soluzione per proteggere la propria vettura ed, allo stesso tempo, prelevare energia dal sole per ad esempio contribuire alla ricarica della batteria di bordo del proprio veicolo elettrico.


Clicca per ingrandire

La domanda di brevetto è stata depositata l'8 novembre 2019 e pubblicata il 14 maggio 2020, l'idea in questione prevede che il sistema fotovoltaico possa essere contenuto all'interno di una struttura sul tetto della vettura e dispiegato una volta parcheggiata l'auto come una sorta di  tessuto auto-coprente dotato di celle solari flessibili e sottili.

L'intera copertura sarebbe in grado di aprirsi tramite una sorta di sistema di gonfiaggio, e la forma della copertura verrebbe mantenuta grazie ad un particolare materiale definito "polimero con memoria"; il tutto azionato al pari di come già avviene ad esempio per chiudere e aprire una capote per passare facilmente da "uno stato esteso ad uno richiuso".


Clicca per ingrandire

Energia gratis, se pur in minima quantità, sicuramente non guasta, ma aspettiamo di vedere come e se Ford abbia veramente intenzione di mostrare un prototipo di questo interessante quanto originale brevetto.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Dumah Brazorf18 Maggio 2020, 11:34 #1
Questo è il vero significato di "patent trolling"
Marko_00118 Maggio 2020, 12:40 #2
mica vero
il patent trolling è una azione legale contro terzi approfittando
di un brevetto detenuto che "assomiglia" ad il prodotto contestato
e da parte di società che non hanno capacità produttiva ne di R&S.
qui c'è una invenzione "teorica" (in quanto non c'è prototipo funzionante)
ma per gli usa credo sia pratica consueta.
tra l'altro ha una dubbia utilità visto che per avere almeno
due parti rivolte verso il sole ne deve avere quattro
di due rimangono sempre in ombra, e la superficie utilizzabile sarà
di qualche m2 il che fa < 2 kWp (numeri a spanne ovviamente, e alle ore 12
di un giorno assolato)
la cosa potrebbe avere valore solo qualora la percentuale di trasformazione
sole>energia aumentasse di molto rispetto a quella odierna e a patto
di posteggiare lontano da fabbricati o solo in zone con 10 ore di sole.
in alternativa tende per i campi base sull'Everest :-)
Marko_00118 Maggio 2020, 12:40 #3
mica vero
il patent trolling è una azione legale contro terzi approfittando
di un brevetto detenuto che "assomiglia" ad il prodotto contestato
e da parte di società che non hanno capacità produttiva ne di R&S.
qui c'è una invenzione "teorica" (in quanto non c'è prototipo funzionante)
ma per gli usa credo sia pratica consueta.
tra l'altro ha una dubbia utilità visto che per avere almeno
due parti rivolte verso il sole ne deve avere quattro
di due rimangono sempre in ombra, e la superficie utilizzabile sarà
di qualche m2 il che fa < 2 kWp (numeri a spanne ovviamente, e alle ore 12
di un giorno assolato)
la cosa potrebbe avere valore solo qualora la percentuale di trasformazione
sole>energia aumentasse di molto rispetto a quella odierna e a patto
di posteggiare lontano da fabbricati o solo in zone con 10 ore di sole.
in alternativa tende per i campi base sull'Everest :-)
Zurlo18 Maggio 2020, 13:28 #4
Mah, sarebbe piu' interessante avere un pannello "arrotolato" da qualche parte dietro la macchina, che si srotola e copre tutta la vettura: il tutto che non costi un rene, un polmone e un'occhio.
zappy18 Maggio 2020, 17:33 #5
considerato che da un mesetto Ford ha rating finanziario di "spazzatura" e brucia miliardi come combustibile per le fabbriche...
mail9000it19 Maggio 2020, 12:23 #6
Originariamente inviato da: Zurlo
Mah, sarebbe piu' interessante avere un pannello "arrotolato" da qualche parte dietro la macchina, che si srotola e copre tutta la vettura: il tutto che non costi un rene, un polmone e un'occhio.


Il sistema a gonfiaggio permette di automatizzare l'operazione di apertura e chiusura del telo, per questo ritengo sia meglio di uno srotolamento che sarebbe per forza manuale.

L'efficienza come produzione di energia, non credo che sia elevata, ma anche solo il trovare l'abitacolo ad una temperatura decente (visto che rimane all'ombra dei pannelli) potrebbe giustificare tutto il meccanismo.

Il punto, in Italia, è: lo ritroverai dopo averlo gonfiato sopra la macchina ? E nell'incredibile caso che si ancora lì: sarà ancora integro o lo avranno bucato ?

Non siamo socialmente pronti per un oggetto del genere.
zappy20 Maggio 2020, 20:50 #7
Originariamente inviato da: mail9000it
...Il punto, in Italia, è: lo ritroverai dopo averlo gonfiato sopra la macchina ? E nell'incredibile caso che si ancora lì: sarà ancora integro o lo avranno bucato ?
Non siamo socialmente pronti per un oggetto del genere.

se è per quello, anche all'estero non scherzano.
e cmq a dirla tutta l'uomo non è socialmente pronto nemmeno per l'automobile.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^