Ford e il MIT: una pianificazione urbana più efficiente con i dati degli smartphone

Ford e il MIT: una pianificazione urbana più efficiente con i dati degli smartphone

Raccogliere in maniera anonima i dati di geolocalizzazione degli smartphone permette di elaborare strategie di pianificazione urbana in maniera più rapida ed accurata: è questa l'idea alla base di una collaborazione tra Ford e il MIT

di Andrea Bai pubblicata il , alle 16:31 nel canale Tecnologia
Ford
 

Ford Motor Company assieme con il Massachussets Institute of Technology pensano che fare leva, in maniera anonima, sulle informazoni di geolocalizzazione degli smartphone che sono oggi nelle tasche di chiunque possa aiutare ad effettuare migliori pianificazioni urbane, con una capacità di analisi praticamente in tempo reale e con una maggiore accuratezza.

La stragrande maggioranza degli smarthpone dispone non solo di risorse di geolocalizzazione ma anche di una serie di sensori, come accelerometri, giroscopi e magnetometri, che permettono di determinare se gli utenti stiano camminando, usando un mezzo a due ruote, un'automobile o il trasporto pubblico (e quale tipo). E ovviamente incrociando le informazioni di più smartphone è possibile sapere se qualcuno stia condividendo l'automobile con qualche altra persona o quanti passeggeri vi siano su un mezzo di trasporto pubblico.

"Il grande vantaggio del nostro framework è che impara la situazione della mobilità da un gran numero di utenti, senza dover chiedere direttamente loro circa le scelte di spostamento. Sulla base di questo possiamo creare modelli individuali per stimare i percorsi quotidiani della grande maggioranza degli utenti. Nel corso del tempo questo porterà una serie di vantaggi nella pianificazione dei trasporti urbani e permetterà di comunicare suggerimenti e raccomandazioni direttamente agli utenti" ha spiegato la professoressa Marta Gonzalez del MIT.

Il gruppo ha analizzato sei settimane di dati raccolti nel contesto dell'area urbana di Boston, per mostrare l'idea ai ricercatori che hanno deciso di ammettere la pubblicazione su Proceedings of the National Academy of Sciences. I dati raccolti e successivamente elaborati con gli algoritmi creati dalla collaborazione tra il MIT e Ford sono stati confrontati con quelli raccolti mediante i metodi tradizionali (estese -ed estenuanti- indagini di mercato spesso inaccurate dal momento che le persone tendono ad enfatizzare le risposte sull'uso dei mezzi pubblici per impressionare gli intervistatori): i risultati ottenuti sono comparabili, ma con il vantaggio di conclusioni più rapide, più accurate e più esaustive per la versione automatizzata.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^