Formula E ''al gasolio''. A Roma generatori al gasolio per alimentare i box. Cosa c'è di vero

Formula E ''al gasolio''. A Roma generatori al gasolio per alimentare i box. Cosa c'è di vero

Sta imperversando la polemica sul Gran Premio della Formula E a Roma per la comparsa durante i giorni dell'evento di alcuni imponenti generatori alimentati a gasolio. Ma qual è la verità su questi generatori?

di pubblicata il , alle 12:41 nel canale Tecnologia
Formula E
 
54 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
*aLe17 Aprile 2019, 12:05 #31
Originariamente inviato da: andy45
Per mettere in ginocchio Roma ci vuole molto meno di chiudere la Colombo per 5 giorni, basta un po' di pioggia o il vento...
con questo ragionamento a Roma [s]non dovrebbero mai essere fatti eventi.[/s] bisognerebbe impedire per legge che piova.
Fix'd, dai.
Techie17 Aprile 2019, 16:05 #32
Originariamente inviato da: cecco89
no ma siete seri? veramente state facendo della polemica perché la corrente viene prodotta con combustibili inquinanti piuttosto che fonti rinnovabili, veramente?


Personalmente no, mi interessava approfondire il discorso della glicerina (anche visto che l'articolista era partito senza le ventose ).

Che la corrente elettrica si possa produrre in mille modi, inquinanti o no, è (dovrebbe essere) risaputo.
andy4517 Aprile 2019, 18:39 #33
Originariamente inviato da: Techie
Personalmente no, mi interessava approfondire il discorso della glicerina (anche visto che l'articolista era partito senza le ventose ).

Che la corrente elettrica si possa produrre in mille modi, inquinanti o no, è (dovrebbe essere) risaputo.


Almeno cercando un po' di articoli in rete sembra inquinino molto poco, tagliando drasticamente l'inquinamento da polveri sottili e nox, rispetto a un generatore diesel ovviamente...pare però che puzzino parecchio .
Ovviamente essendo la glicerina un sottoprodotto del biodiesel c'è anche il rovescio della medaglia, per produrre le materie prime necessarie al biodiesel spesso vengono usati pesticidi e fertilizzanti, o peggio ancora disboscate intere aree nei paesi in via di sviluppo...quindi tutto sta nel vedere se questa glicerina viene prodotta da materie prime provenienti da fonti "green" oppure no...si sta spingendo molto per l'elettrico perchè non inquina, ma alla fine stiamo solamente cambiando tipo di inquinamento, da quello delle auto a quello della maggiore produzione di elettricità.
AndreaS5418 Aprile 2019, 02:57 #34
Ma quando il GSE ci dirà quanta dell'energia utilizzata proviene da fonti, cosiddette 'rinnovabili'. Una simpatica caratteristica di queste fonti è che, nella maggior parte dei casi, la produzione non è legata all'effettivo consumo....
pipperon18 Aprile 2019, 10:45 #35
Originariamente inviato da: marcram
Ci sono anche altre differenze, però.
Tipo il fatto che molti la macchina possono ricaricarsela a casa durante la notte, come il cellulare.
Mentre adesso DEVO, volente o nolente, fermarmi al distributore, o all'area di servizio.
Quindi non si può fare confronto tra quanti si fermano ora, e quanti si fermeranno poi...


in mezzo alla via la carichi?
Lo ricordiamo, vero, che il 70% delle autoi non ha un box?
Secondo istat il 50% delle auto non ha neppure un posto auto, nelle metrotpoli si arriva a zone con oltre l'80% che non ha ne posto auto (raramente elettrificabile) ne box.

Quindi?
marcram18 Aprile 2019, 11:27 #36
Originariamente inviato da: pipperon
in mezzo alla via la carichi?
Lo ricordiamo, vero, che il 70% delle autoi non ha un box?
Secondo istat il 50% delle auto non ha neppure un posto auto, nelle metrotpoli si arriva a zone con oltre l'80% che non ha ne posto auto (raramente elettrificabile) ne box.

Quindi?

(Prendo per buoni i tuoi dati, visto che non li conosco)

Bene, il 70% non ha un garage? Il 50% non ha un posto auto?
Questo vuol dire che il 30% ha il garage, e il 50% ha il posto auto.
Attualmente il 99% (indicativamente) deve necessariamente fermarsi al distributore per fare rifornimento. In uno scenario full-electric, il 30/50% potrebbe non aver più bisogno di farlo. Ti sembra poco?
Senza neanche tirare in ballo il fatto che Enel, o chi per esso, avrebbe tutti i vantaggi di installare colonnine anche nei parcheggi, o nelle vie, dove sono parcheggiate il rimanente 50/70% di auto.

A quel punto avrebbero bisogno dei distributori solo quelli che fanno più chilometri dell'autonomia della propria auto, o chi si dimentica di fare rifornimento durante la notte, o chi ha altri problemi.
Ma potrebbero essere una percentuale molto bassa.

Ti sembra che le condizioni sarebbero dunque uguali a quelle attuali?
Mparlav18 Aprile 2019, 12:00 #37
La maggior parte di chi dispone di un auto ha anche il posto ((attenzione, posti di [U]pertinenza[/U] all'abitazione, non significa non averne uno in affitto altrove, ma ipotizziamo che sia sempre così.

dati 2001
Circa il 68% delle abitazioni occupate dispone di posto auto
Il 68,1% (pari a 14.753.765) delle abitazioni occupate da persone residenti ha disponibilità di almeno un posto auto (box privato, posto auto al chiuso, posto auto all’aperto). Nel Nord-Est se ne rileva la percentuale più elevata (83,7%); nel Nord-Ovest la quota è pari al 70,4%, nel Centro al 65,5%, nel Sud al 60,2% e nelle Isole al 55,1%.
Il Veneto è la regione con la più alta percentuale (87,2%) di abitazioni con posto auto, seguita dall’Emilia Romagna (82,8%), dall’Umbria (82,0%), dal Trentino-Alto Adige (81,8%), dalla Valle d’Aosta (78,0%) e dalle Marche (77,6%). Le regioni con la percentuale più bassa di abitazioni con posto auto sono, invece, la Liguria con solo il 45,4%, la Sicilia con il 52,1%, la Puglia con il 53,8%, la Calabria con il 54,3% e la Basilicata con il 55,2%.
Le province del Nord-Est (con l’eccezione di Trieste agli ultimi posti in graduatoria) si attestano su valori elevati di abitazioni con posto auto: Treviso (92,5%), Padova (91,1%), Reggio nell’Emilia e Vicenza (91,0%), Pordenone (90,6%), Rovigo (89,0%).
Nei grandi comuni, la percentuale di abitazioni occupate che dispongono di posto auto scende al 43,3%.

dati 2011:
famiglie in abitazione: 24495329
1 auto ed 1 posto auto: 6175121
1 auto e 2 o più posti auto: 657554
1 auto senza posto: 4286460
2 auto ed 1 posto: 3947381
2 auto e 2 posti: 2339913
2 auto senza posto: 1724770
nessun auto ed 1 posto: 1373366
nessun auto e 2 posti: 112073
nessun auto e posto: 3878693

Quindi meno del 25% delle famiglie ha l'auto ma non il posto
Poi c'è un 6% che ha 1 o più posti auto, ma non ha l'auto e non avrebbe problemi in futuro a dotarsene.
Poi c'è uno scarso 16% che non l'auto e nemmeno il posto, quindi non potrebbe dotarsi di colonnina privata.

Naturalmente questo ad integrare le colonnine sui posti di lavoro e quelle dei centri commerciali, oltre a quelle disponibili in aree di servizio, parcheggio, etc.
amd-novello18 Aprile 2019, 13:34 #38
Originariamente inviato da: Lupettina
Non so tu di dove sia, ma io a Roma ci vivo,


grazie

c'è tanta gente che scarica letame su roma ogni giorno senza averla mai vista nemmeno in cartolina.

15 anni fa era napoli, ora tocca a lei. magari poi torino.
pipperon18 Aprile 2019, 18:47 #39
Originariamente inviato da: marcram
(Prendo per buoni i tuoi dati, visto che non li conosco)
In uno scenario full-electric, il 30% potrebbe non aver più bisogno di farlo.


il fatto che tu immagini che a milano ci siano gli spazi e i tempi per caricare.
Fai 2 conti.
non e' che hai una sovrapposizione perfetta tutti i box=tutte le elettriche.
pipperon18 Aprile 2019, 18:55 #40
Originariamente inviato da: Mparlav
La maggior parte di chi dispone di un auto ha anche il posto ((attenzione, posti di [U]pertinenza[/U] all'abitazione, non significa non averne uno in affitto altrove, ma ipotizziamo che sia sempre così.

dati 2001
Circa il 68% ....
...
..
Quindi meno del 25% delle famiglie ha l'auto ma non il posto
Poi c'è un 6% che ha 1 o più posti auto, ma non ha l'auto e non avrebbe problemi in futuro a dotarsene.
Poi c'è uno scarso 16% che non l'auto e nemmeno il posto, quindi non potrebbe dotarsi di colonnina privata.

Naturalmente questo ad integrare le colonnine sui posti di lavoro e quelle dei centri commerciali, oltre a quelle disponibili in aree di servizio, parcheggio, etc.


ci sono anche dati relativi alle auto.
Se una famiglia ha, caso estremo, il box ma 4 auto, tu le stai conteggiando come tutte le auto di quella famiglia hanno il box.
Gia' avere 2 auto, una cosa normale in una famiglia, vorrebbe dire (sbagliando ma per farti vedere che e' errato parlare di famiglie) che sei crollato sotto i miei dati.

Se ho tempo te li ritrovo, comunque istat con i posti auto e box (anche quelli affittati altrove) dava quelle cifre.
Cmq ravana perche i dati li ho presi da una loro indagine, per splittare i box dai posti auto (molto diversi, converrai) da un'altra parte.

Cmq dai per scontato che tutti al lavoro parcheggino un un luogo attrezzato, sorry, salvo che lavori alla fiat o alla cisco e' un pochetto difficile.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^