Formula E ''al gasolio''. A Roma generatori al gasolio per alimentare i box. Cosa c'è di vero

Formula E ''al gasolio''. A Roma generatori al gasolio per alimentare i box. Cosa c'è di vero

Sta imperversando la polemica sul Gran Premio della Formula E a Roma per la comparsa durante i giorni dell'evento di alcuni imponenti generatori alimentati a gasolio. Ma qual è la verità su questi generatori?

di pubblicata il , alle 12:41 nel canale Tecnologia
Formula E
 

Formula E è senza dubbio sinonimo di una nuova concezione delle gare automobilistiche soprattutto nei confronti dell'ambiente. La volontà da parte degli organizzatori è quella di avere un diversivo "pulito" nel mondo delle corse che non sia effettivamente quello che si ha con la Formula 1. Il futuro sembra essere sempre più elettrico e sappiamo e vediamo bene come le auto alimentate a batteria siano sempre di più anche nel mondo consumer ossia quello delle persone comuni. A Roma proprio lo scorso weekend si è corso il Gran Premio di Formula E, un evento mondiale che ha permesso ancora una volta di eleggere la Capitale italiana, capitale dell'elettrico "da corsa".

Una festa che in qualche modo sembra essere stata penalizzata o in parte rovinata da alcune immagini e da alcune testimonianze sulla presenza in città, nei pressi delle pit lane e dei vari centri di intrattenimento degli spettatori, di importanti (per dimensioni) generatori alimentati a gasolio. Da qui la dicitura "la Formula E a gasolio" che da molti è stata eletta come titolo della manifestazione. Un'accusa importante che ha fatto subito il giro dei social e che ha fatto scattare anche qualche ira da parte degli spettatori che credono nella "festa completamente elettrica" e che di certo non si aspettavano ciò. Ma cosa c'è di vero nelle immagini e nelle testimonianze riportate?

Formula E: è veramente elettrica?

Innanzitutto la Formula E, come competizione sportiva, non va assolutamente a diesel o a benzina. Le auto vengono alimentate completamente da un motore elettrico e nessun tipo di carburante classico, che sia diesel o benzina viene immesso nell'auto sportiva da competizione. Una premessa da fare viste le accuse mosse nei confronti proprio della Formula E. Chiaramente le auto non vengono caricate completamente con la normale energia elettrica proveniente dalla Rete che non riuscirebbe a gestire la cosa nel piccolo spazio dei box.

Ecco che per caricare le auto ma anche per alimentare l'intera pit lane o anche le zone limitrofe ai box ci pensano dei generatori specifici i quali utilizzano glicerina vegetale. Un prodotto combustibile che riduce notevolmente le emissioni inquinanti e che dunque può "permettersi" di ricaricare le auto in gara inquinando probabilmente meno di quello che si pensa.

La foto incriminata, che ha fatto scattare gli utenti, riguarda invece un generatore posto appunto nelle zone di intrattenimento degli spettatori. Effettivamente quel tipo di generatore ripreso funziona a gasolio e spesso, dispositivi del genere, vengono fatti arrivare agli eventi per supportare la mole di strutture provvisorie come stand degli espositori o anche per necessità di eventuali picchi di energia richiesta. L'immagine dunque è stata fraintesa e i generatori ripresi vengono comunemente usati in molte occasioni di eventi sportivi, fiere e concerti.

Con questo chiaramente non giustifichiamo il fatto che a Roma durante un Gran Premio della Formula E ossia della Formula completamente elettrica siano stati usati, anche se solo per picchi di emergenza, dei generatori a gasolio per le strutture provvisorie. Si può effettivamente fare di più anche da questo punto di vista. Si potrebbero usare strutture più moderne capaci di utilizzare accumulatori di diversa natura rispetto a quella del classico gasolio.

Non è facile, visto che ad oggi non esistono sistemi adeguati così importanti sopratutto per dimensioni, ed è palese che si debba cercare di migliorare sotto questo aspetto per poter promuovere effettivamente una Formula E "davvero" elettrica, non solo in gara. Di fatto l'impatto dell'evento a livello ambientale è sicuramente inferiore e di gran lunga rispetto ad altri eventi del genere ed è comunque questo che deve passare perché è giusto che sia cosi. Migliorare comunque si può e si deve farlo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

50 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dwfgerw16 Aprile 2019, 12:50 #1
E' una pagliacciata.. auto con telaio e motore uguali pesano una tonnellata, gomme stradali e appena 200kw di potenza... Le facessero fuori la città queste pagliacciate.. probabilmente con biglietti venduti a 10€ non potrebbero permettersi neanche un autodromo vero. Intanto la zona sud della capitale è stata bloccata per una settimana.. Che tipo di prestigio/turismo può portare ad una città come Roma, un evento del genere? La formula E ha solo preso dalla città senza restituire nulla, se non caos, ritardi sul lavoro ecc. ecc. Potevano farla all'autodromo di Vallelunga con un concerto a Roma o stand box ecc. Meglio ancora se l'avessero fatta direttamente a Monza, ma forse in quel caso le auto si sarebbero scaricate a metà rettilineo e, il confronto con la Formula 1 in termini di tempi sul giro, sarebbe stato impietoso.
ninja75016 Aprile 2019, 12:51 #2
cio non toglie che non sono state alimentate dalla "normale" corrente elettrica

e anche lo fossero state rimane il fatto che quella corrente italia viene prodotta sia con idroelettrico ma soprattutto con gas/petrolio/carbone

più il nucleare importato
ninja75016 Aprile 2019, 12:52 #3
Originariamente inviato da: dwfgerw
Potevano farla all'autodromo di Vallelunga con un concerto a Roma o stand box ecc. Meglio ancora se l'avessero fatta direttamente a Monza


girano solo su circuiti cittadini per ovvi motivi
gibico16 Aprile 2019, 12:54 #4

glicerina vegetale ??

glicerina vegetale come combustibile ??
perchè mettere informazioni scientifiche se non si ha la minima idea di cosa si scrive ? potevate usare "combustibili ecologici" almeno non era una cazzata.
Purtroppo sia i quotidiani che altre testate danno le informazioni con un pressapochismo davver imbarazzante.
!fazz16 Aprile 2019, 13:06 #5
Originariamente inviato da: gibico
glicerina vegetale come combustibile ??
perchè mettere informazioni scientifiche se non si ha la minima idea di cosa si scrive ? potevate usare "combustibili ecologici" almeno non era una cazzata.
Purtroppo sia i quotidiani che altre testate danno le informazioni con un pressapochismo davver imbarazzante.


a quanto pare è così

Aquafuel has developed new technology for the combustion of crude glycerine (glycerol) in standard diesel-engined Combined Heat and Power (CHP) generators...
...
Aquafuel’s technology allows biodiesel producers to generate their own electrical power, and use the waste heat to provide process steam...
...
...Glycerine is a by-product of biodiesel production. For every 9 gallons of biodiesel, 1 gallon of crude glycerine is produced. Glycerine’s density and high oxygen content offer the potential of exceptionally clean combustion, with much lower emissions than burning diesel fuel. Aquafuel’s technology has turned that potential into practical reality.


quindi si usano glicerina come combustibile e non biodiesel
https://www.aquafuelresearch.com/glycerine-chp.html
calabar16 Aprile 2019, 13:14 #6
Originariamente inviato da: Articolo
Le auto vengono alimentate completamente da un motore elettrico

Ma questo motore elettrico lo mettono nel serbatoio grattugiato o a pezzi interi?

Originariamente inviato da: ninja750
cio non toglie che non sono state alimentate dalla "normale" corrente elettrica

Perché, la "normale" corrente elettrica come credi che venga generata? Statisticamente quella generata da fonti rinnovabili è solo una parte, quindi non mi pare ci sia nulla di anomalo nell'utilizzare dei generatori per gestire i picchi.
Il fatto che ci siano generatori in loco anziché prendere la corrente dalla rete non è che cambi molto.
Certo, se ci fosse la possibilità di una filiera che parte da energie rinnovabili sarebbe sicuramente positivo per l'immagine della Formula-E ma non mi pare che sia obbligatorio, immagino sia un traguardo a cui mirare per il futuro.
Lupettina16 Aprile 2019, 13:24 #7
Originariamente inviato da: dwfgerw
E' una pagliacciata.. auto con telaio e motore uguali pesano una tonnellata, gomme stradali e appena 200kw di potenza... Le facessero fuori la città queste pagliacciate.. probabilmente con biglietti venduti a 10€ non potrebbero permettersi neanche un autodromo vero. Intanto la zona sud della capitale è stata bloccata per una settimana.. Che tipo di prestigio/turismo può portare ad una città come Roma, un evento del genere? La formula E ha solo preso dalla città senza restituire nulla, se non caos, ritardi sul lavoro ecc. ecc. Potevano farla all'autodromo di Vallelunga con un concerto a Roma o stand box ecc. Meglio ancora se l'avessero fatta direttamente a Monza, ma forse in quel caso le auto si sarebbero scaricate a metà rettilineo e, il confronto con la Formula 1 in termini di tempi sul giro, sarebbe stato impietoso.


Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.
La Formula E si svolge, come ti è già stato detto, solo su circuiti cittadini:

https://it.wikipedia.org/wiki/Lista...ti_di_Formula_E

Quello che succede a Roma capita anche a tutte le altre città che ospitano l'evento, incluso l'indotto che apporta all'economia cittadina, stimato, qui, in 60 milioni di euro in 3 anni.
Io abito a Roma Sud e uso proprio la Colombo per andare in centro e mi vergognerei se dovessi mettermi a frignare per 5 giorni di disagio a fronte di un evento che porta benessere e lustro alla mia città. A prescindere di quanto facciano "schifo" le vetture della Formula E.
Per fortuna la mia vita non è così terribile.
dwfgerw16 Aprile 2019, 13:57 #8
Originariamente inviato da: Lupettina
Io abito a Roma Sud e uso proprio la Colombo per andare in centro e mi vergognerei se dovessi mettermi a frignare per 5 giorni di disagio a fronte di un evento che porta benessere e lustro alla mia città. A prescindere di quanto facciano "schifo" le vetture della Formula E.
Per fortuna la mia vita non è così terribile.


è proprio questo che non capisco.. che tipo di "lustro" e "benessere" possa portare questo evento... E' solo una vetrina per la stessa nuova formula E, non per la città, che non avrà un singolo visitatore in più da un evento come questo.

Giusto per la cronaca, io neanche ci vado a Roma Sud, ne per abitazione e neanche per lavoro.. ma in quei giorni di e-pagliacciata, i disagi da quelle parti ed il tuo decantato benessere, l'hanno pagato i cittadini "normali".
Utonto_n°116 Aprile 2019, 14:34 #9
Originariamente inviato da: ninja750
cio non toglie che non sono state alimentate dalla "normale" corrente elettrica

e anche lo fossero state rimane il fatto che quella corrente italia viene prodotta sia con idroelettrico ma soprattutto con gas/petrolio/carbone

più il nucleare importato


Leggendo dati GSE in bolletta Enel:
Fonti primarie utilizzate Anno 2017:
- Fonti rinnovabili 36,60%
- Carbone 13,75%
- Gas Naturale 42,34%
- Prodotti petroliferi 0,75%
- Nucleare 3,68%
- Altre fonti 2,88%
Non mi sembra male, fra carbone e petrolio, si supera di poco il 14%, a confronto, una macchina a motore gasolio o benzina inquina al 100%
ninja75016 Aprile 2019, 14:40 #10
Originariamente inviato da: Utonto_n°
Leggendo dati GSE in bolletta Enel:
Fonti primarie utilizzate Anno 2017:
- Fonti rinnovabili 36,60%
- Carbone 13,75%
- Gas Naturale 42,34%
- Prodotti petroliferi 0,75%
- Nucleare 3,68%
- Altre fonti 2,88%
Non mi sembra male, fra carbone e petrolio, si supera di poco il 14%, a confronto, una macchina a motore gasolio o benzina inquina al 100%


si ma il GAS non è "rinnovabile"

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^