Fronius Primo GEN24 PLUS, l'inverter con presa elettrica di back-up alimentata anche in isola

Fronius Primo GEN24 PLUS, l'inverter con presa elettrica di back-up alimentata anche in isola

Si chiama Primo GEN24 Plus ed è una famiglia di inverter monofase, con taglie di potenza da 3, 4, 4.6, 5 e 6 kW, caratterizzati dall'adozione delle più recenti tecnologie per ottimizzare la produzione, ma soprattutto l'autoconsumo, di energia elettrica generata dall'impianto fotovoltaico di casa

di pubblicata il , alle 09:21 nel canale Tecnologia
Fronius
 

Fronius, azienda specializzata in sistemi inverter, presenta il suo ultimo prodotto per il settore fotovoltaico, pensato principalmente per impianti residenziali che vogliono sfruttare al massima l'energia prodotta da fonte solare.

Si chiama Primo GEN24 Plus ed è una famiglia di inverter monofase, con taglie di potenza da 3, 4, 4.6, 5 e 6 kW, caratterizzati dall'adozione delle più recenti tecnologie per ottimizzare la produzione, ma soprattutto l'autoconsumo, di energia elettrica generata dall'impianto fotovoltaico di casa.

Due le funzioni più interessanti:

  • Full Backup, ovvero la presenza sull'inverter di sistemi di interfaccia di serie, (LAN, WLAN, ModBus) e di una elettronica in grado, oltre che alimentare il proprio impianto elettrico, anche di ricaricare sistemi di accumulo dell'energia, sia direttamente come avviene con le batterie, ma anche sfruttando impianti terzi in grado di convertire l'energia elettrica ad esempio in acqua calda, creando di fatto "riserve di energia" che puntano a massimizzare l'autoconsumo;
  • PV Point, ovvero una presa elettrica, presente direttamente a bordo dell'inverter, in grado di fornire energia elettrica, fino poco più di 3 kW, anche in mancanza della rete elettrica, quindi quando l'impianto funziona in isola, offrendo di fatto, a condizione che ci sia una bella giornata di sole, una fonte di energia d'emergenza, da utilizzare direttamente alla presa o opportunamente interfacciata con alcuni impianti, utile nel caso di black-out e prolungati disservizi della rete elettrica nazionale.


Clicca per ingrandire

Tanta nuova tecnologia in abbinamento ad un design rivisitato, più compatto e poco invasivo, un sistema di raffreddamento attivo, nonché vari accorgimenti per una semplice installazione, messa in funzione e manutenzione.

Questi inverter della serie Primo GEN24 PlusPer saranno disponibili sul mercato nel corso del mese di marzo 2021, con prezzi a partire da 1.600 € per la versione da 3 kW, a crescere a seconda delle differenti taglie di potenza.

Costi che genericamente risultano di circa 500 € superiore rispetto ai pari modelli Primo della precedente generazione, i quali non disponevano delle funzioni evolute sopra descritte, differenza di costo che potrebbe essere velocemente ammortizzata in virtù di un maggiore autoconsumo dell'energia prodotta; per maggiori informazioni a riguardo vi invitiamo a visitare la pagina dedicata a questi inverter della serie Primo GEN24 Plus.

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
pipperon25 Febbraio 2021, 10:42 #1
rendimenti sconosciuti. Dove caxxo e' la curva?
Quindi e' una bufala

Prezzo delle batterie?
Sconosciuto, quindi bufala.

Perche se costa come l'energia che trattengo, salvo sia un obbligo come una baita, mi conviene un bel contatore.

capisco la necessita' di mantenere il sito....

una noticella:
Per un vecchio eletttrotecnico rimbambito il raffreddamento forzato su un affare fire&forget da mettere in ambienti esposti (pensiamo ai ragni del sottotetto) non e' furbissimo. Inoltre un ventolone ha un consumo che si riflette sul rendimento e mettere una ventola a bassa potenza (meno di 20W) puo' causare, oltre ad inefficacia, altri problemi.

Sembrano le notizie sui furgoncini da panettiere "so' fighi so' bbelli so' coolli e ce piacciono"

non era un sito TECNICO?

quando arriva un processore nuovo cosa dite "ao' la ceramica e' proprio nera, i piedini so' proprio propio argentei e la scritta intel e', come sempre, bellissima"
Marko_00125 Febbraio 2021, 11:54 #2
più che altro non ho ancora visto nessuno che usa le batterie
già si fatica a far fare gli impianti
e anche quelli superiori alla taglia del tetto di casa/condominio,
e che fanno autoconsumo, non le prevedono.
@pipperon
in fondo la comunicazione tecnica, che non sia prove e test
indipendenti, è come una pagina con un barattolo in vetro
pieno di una sostanza marrone spalmabile e una nocciola in primo piano.
ing.leo25 Febbraio 2021, 16:20 #3
Installo Fv di professione...
il maggior costo delle batterie non si ammortizzerà MAI, almeno coi classici bonus 50%... col 110 altra storia!
comunque Huawei è immensamente avanti, che senso ha fare il raffreddamento attivo?
Falcon8925 Febbraio 2021, 19:44 #4
Originariamente inviato da: pipperon
rendimenti sconosciuti. Dove caxxo e' la curva?
Quindi e' una bufala

Prezzo delle batterie?
Sconosciuto, quindi bufala.

Perche se costa come l'energia che trattengo, salvo sia un obbligo come una baita, mi conviene un bel contatore.

capisco la necessita' di mantenere il sito....

una noticella:
Per un vecchio eletttrotecnico rimbambito il raffreddamento forzato su un affare fire&forget da mettere in ambienti esposti (pensiamo ai ragni del sottotetto) non e' furbissimo. Inoltre un ventolone ha un consumo che si riflette sul rendimento e mettere una ventola a bassa potenza (meno di 20W) puo' causare, oltre ad inefficacia, altri problemi.

Sembrano le notizie sui furgoncini da panettiere "so' fighi so' bbelli so' coolli e ce piacciono"

non era un sito TECNICO?

quando arriva un processore nuovo cosa dite "ao' la ceramica e' proprio nera, i piedini so' proprio propio argentei e la scritta intel e', come sempre, bellissima"


Tralasciando i suoi commenti relativi alla redazione ed alla natura della mia notizia, nel seguito alcuni approfondimenti relativi alla parte tecnica:

A questa pagina tutti i dati tecnici relativi alla famiglia di inverter Primo GEN24 Plus:

https://www.fronius.com/it-it/italy...-gen24-3-0-plus

A questa pagina tutti i sistemi di accumulo in batterie offerti da Fronius:

https://www.fronius.com/it-it/italy...i-di-stoccaggio

A questa pagina tutti i sistemi di accumulo termico offerti da Fronius:

https://www.fronius.com/it-it/italy...ith-solar-power

Buona serata
Carlo Pisani
Falcon8925 Febbraio 2021, 19:52 #5
Originariamente inviato da: ing.leo
Installo Fv di professione...
il maggior costo delle batterie non si ammortizzerà MAI, almeno coi classici bonus 50%... col 110 altra storia!
comunque Huawei è immensamente avanti, che senso ha fare il raffreddamento attivo?


Concordo per quanto riguarda l'ammortamento delle batterie, meglio un accumulo termico se si dispone già di una pompa di calore.
Concordo anche su Huawei, soprattutto per quanto riguarda l'interfaccia con l'utente molto più "facile".
Il raffreddamento attivo, secondo me, è soprattutto per salvaguardare l'elettronica dai picchi o quando è attiva la funzione PV-Point, spero sia a giri variabili con magari anche una soglia "ventola spenta" per carichi bassi; infine riduzione delle dimensioni del dissipatore e di conseguenza design più compatto.
pipperon25 Febbraio 2021, 20:19 #6
Originariamente inviato da: Falcon89
Tralasciando i suoi commenti relativi alla redazione ed alla natura della mia notizia, nel seguito alcuni approfondimenti relativi alla parte tecnica:

A questa pagina tutti i dati tecnici relativi alla famiglia di inverter Primo GEN24 Plus:

https://www.fronius.com/it-it/italy...-gen24-3-0-plus

A questa pagina tutti i sistemi di accumulo in batterie offerti da Fronius:

https://www.fronius.com/it-it/italy...i-di-stoccaggio

A questa pagina tutti i sistemi di accumulo termico offerti da Fronius:

https://www.fronius.com/it-it/italy...ith-solar-power

Buona serata
Carlo Pisani


io sono uno cattivello, e' indubbio, mi dia anche dello stronzo non mi importa.

Mi aspetto, soprattutto da una testata tecnica, e soprattutto in settori molto celianti (il solare e' un po la barzelletta con numeri e unita' di misura... divertenti come su "repubblica" dove si arriva alle tettx solari), che la PRIMA cosa di un inverter sia questa

rado di efficienza europeo (ηEU) 96,80%
η con 5% Pac,r 3)
84,4 / 89,7 / 87,2 (190Vdc / 400Vdc / 530Vdc)
η con 10% Pac,r 3)
87,8 / 92,1 / 90,2 (190Vdc / 400Vdc / 530Vdc)
η con 20% Pac,r 3)
92,9 / 95,5 / 94,6 (190Vdc / 400Vdc / 530Vdc)
η con 25% Pac,r 3)
94,0 / 96,1 / 95,4 (190Vdc / 400Vdc / 530Vdc)
η con 30% Pac,r 3)
94,7 / 96,5 / 95,9 (190Vdc / 400Vdc / 530Vdc)
η con 50% Pac,r 3)
96,0 / 97,2 / 96,8 (190Vdc / 400Vdc / 530Vdc)
η con 75% Pac,r 3)
96,6 / 97,5 / 97,2 (190Vdc / 400Vdc / 530Vdc)
η con 100% Pac,r 3)
96,6 / 97,5 / 97,3 (190Vdc / 400Vdc / 530Vdc)


che gia' dice relativamente poco, ma e' il minimo indispensabile.
messa su un grafo e variata sia per carico che per cosfi va bene.

Perche altrimenti non vedo perche parlarne:
alla fine non avete fatto notizie sui frutti Bticino,
sui cavi prysmian,
sulle lampadine HQI philips e sulla loro incredibile luce e la loro evoluzione moderna.

Se devo mettermi a parlare di una cosa cosi' particolare come un'inverter che certamente non verra' scelto in autonomia la PRIMA cosa e' la parte tecnica mettendo sul tavolo anche i costi.
Costi che non ci sono.
Se devo mettere sul tavolo 30.000E per miseri 10KWh o ne metto 1000 cambia parecchio.

Mi sta anche bene che la testata parli di questa roba (o peggio i furgoncini come fa) perche questo genera un reddito sponsorizzato.
Sono a pro di questo.
Soprattutto in questo momento.
Ma dovendo farlo si potrebbe cogliere l'opportunita' di entrare nel tecnico.

Poi, magari sbaglio io e sono pirla, va bene mettere una cartella pubblicitaria come articolo e tutti sono felici.
Poi pero' se la cartella e' una cosa buona, cosa distingue HWupgrade da facebook?
Facebokko e' piu' grosso, inutile dire chi vincerebbe...
Falcon8926 Febbraio 2021, 16:33 #7
Originariamente inviato da: pipperon
io sono uno cattivello, e' indubbio, mi dia anche dello stronzo non mi importa.

Mi aspetto, soprattutto da una testata tecnica, e soprattutto in settori molto celianti (il solare e' un po la barzelletta con numeri e unita' di misura... divertenti come su "repubblica" dove si arriva alle tettx solari), che la PRIMA cosa di un inverter sia questa



che gia' dice relativamente poco, ma e' il minimo indispensabile.
messa su un grafo e variata sia per carico che per cosfi va bene.

Perche altrimenti non vedo perche parlarne:
alla fine non avete fatto notizie sui frutti Bticino,
sui cavi prysmian,
sulle lampadine HQI philips e sulla loro incredibile luce e la loro evoluzione moderna.

Se devo mettermi a parlare di una cosa cosi' particolare come un'inverter che certamente non verra' scelto in autonomia la PRIMA cosa e' la parte tecnica mettendo sul tavolo anche i costi.
Costi che non ci sono.
Se devo mettere sul tavolo 30.000E per miseri 10KWh o ne metto 1000 cambia parecchio.

Mi sta anche bene che la testata parli di questa roba (o peggio i furgoncini come fa) perche questo genera un reddito sponsorizzato.
Sono a pro di questo.
Soprattutto in questo momento.
Ma dovendo farlo si potrebbe cogliere l'opportunita' di entrare nel tecnico.

Poi, magari sbaglio io e sono pirla, va bene mettere una cartella pubblicitaria come articolo e tutti sono felici.
Poi pero' se la cartella e' una cosa buona, cosa distingue HWupgrade da facebook?
Facebokko e' piu' grosso, inutile dire chi vincerebbe...


Da Perito elettrotecnico ed elettricista per passione, condivido la sua filosofia.
Però, purtroppo, entrare troppo nel tecnico in una notizia come questa, che può essere letta da svariati tipi di persone, spesso avrebbe l'effetto negativo di avere meno visibilità.
Io personalmente, oltre alla notizia in sé, cerco sempre di lasciare link utili per chi appunto vuole approfondire oltre a quanto io ho saputo riassumere.

Per le tematiche da lei citate alcuni link che magati potrebbero interessarle:

https://auto.hwupgrade.it/news/tecn...ondo_74939.html

https://auto.hwupgrade.it/news/tecn...arsa_77435.html

https://auto.hwupgrade.it/news/tecn...30-a_90675.html

https://www.hwupgrade.it/news/scien...cavi_95030.html

https://www.hwupgrade.it/news/scien...inua_90801.html

Per l'illuminotecnica, altra mia passione, vedrò di trovare qualche argomento interessante da trattare

Buona giornata
pipperon26 Febbraio 2021, 18:12 #8
Originariamente inviato da: Falcon89
Da Perito elettrotecnico ed elettricista per passione, condivido la sua filosofia.
Però, purtroppo, entrare troppo nel tecnico in una notizia come questa, che può essere letta da svariati tipi di persone, spesso avrebbe l'effetto negativo di avere meno visibilità.
Per l'illuminotecnica, altra mia passione, vedrò di trovare qualche argomento interessante da trattare

Buona giornata


ci sono molti temi su energia e illuminotecnica.
Purtroppo, come avviene nella foto/audio/video quello che dicono le ricerche e' in antitesi netta e brutale con quello che aspira il pubblico.

La corsa al megapixel e' follia evidente, come altoparlantini amplificati con ingresso da 20W di consumo e un out di 2000W (segno evidente che le macchine come il motore di schietti ad energia gratis sono possibili?)

Sull'illuminotecnica si puo' scrivere molto e oggi con la follia dei LED non puoi dire che si stanno aumentando i consumi o l'inquinamento.
I LED hanno delle nicchie in cui sono strepitosi, ma metterli su di un lampione STRADALE non e' la cosa piu' furba dell'universo.
Meno furbo ancora sostituire alcune lampadine ad incandescenza con i LED.
Non tutti i led vanno bene per tutti i lampadari, anzi, se non sono previsti per si va dal pessimo risultato a farsi surclassare da una lampadina ad incandescenza del 1939 (che dal 40 arriva altro).

Se sei scarico di argomenti ne ho a bizzeffe e non tutti riesco a trovare il tempo a scriverli sul mio blog.
Inoltre non sempre trovo i materiali, una redazione e' in grado di richiederli.
Per esempio puoi prendere a martellate un po di lampadine dopo aver misurato (o richiesto) la forma
oppure fare un vademecum di compatibilita' lampadina<>apparecchio illuminante, ci puoi marciare per 30 puntate almeno.

questa e' la mia ultima disavventura da elettrotecnico.
http://allarovescia.blogspot.com/20...-lampadine.html
fammi sapere se ti fa ridere o piangere.
Falcon8903 Marzo 2021, 11:32 #9
Originariamente inviato da: pipperon

questa e' la mia ultima disavventura da elettrotecnico.
http://allarovescia.blogspot.com/20...-lampadine.html
fammi sapere se ti fa ridere o piangere.


Conosco bene la situazione! e non ti dico la fatica per trovare lampadari gradevoli con attacchi e27 per casa nuova...ormai tutto LED usa e getta e molto spesso di pessima qualità.

Per i portatubi stanno scomparendo anche quelli, per la cantina ho riutilizzato dei vecchi portatubi in alluminio anodizzato 1x36 W adattandoli con tubi a LED della LEDVANCE, ottima soluzione a pochi euro peccato non propriamente a norma in quanto il tubo e diretto 230V.
pipperon04 Marzo 2021, 21:07 #10
Originariamente inviato da: Falcon89
Conosco bene la situazione! e non ti dico la fatica per trovare lampadari gradevoli con attacchi e27
.


vuoi ancora mettere le incandescenza?


per casa nuova...ormai tutto LED usa e getta


per forza, non esistono connettori specifici per le LED.
l'usa e butta e' l'unica strada se vuoi le LED.
non hai scelta.
Per le FL e le CFL ci sono una miriade di connettori.
Per le LED esiste solo la saldatura... Quasi.
ci sono dei faretti da 200W della philips di ottima qualita' e sorgente intercambiabile e costo di 5000E a faro per sostituire a pieno titolo le sodio da 5E...

e molto spesso di pessima qualità.


Quello e' indipendente dalle LED, ma siccome le LED sono anelate dagli ignoranti hanno parametri di medda che li soddisfano.
un po come le webcam dei telefonini, si potrebbero fare migliori ma il pubblico, soprattutto del terzo mondo, cerca il pixel.
o i pessimi tv nonsense 4k.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^