Google assume test driver per le vetture a guida autonona in Arizona

Google assume test driver per le vetture a guida autonona in Arizona

Google continua a portare avanti i test delle autovetture a guida autonoma con la collaborazione di test driver esterni alla compagnia. Al via la campagna assunzioni in Arizona: i test driver saranno pagati 20 dollari l'ora per guidare le vetture dalle sei alle otto ore al giorno.

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Tecnologia
Google
 

Raggiungere l'ambizioso traguardo di realizzare vetture a guida autonoma non è semplice per nessuna delle aziende coinvolte nel progetto. Sviluppare la tecnologia non è sufficiente, perché diventano determinanti i test sul campo condotti per valutare in concreto come si comportano le vetture nelle condizioni di guida più disparate, quali sono i potenziali rischi e come gli utenti iniziano ad interagire con tali innovative autovetture. Google, attivamente impegnata nel settore delle autovetture senza conducente, ha da tempo dato il via ad un'intensa fase di test che, recentemente, ha scelto di ampliare con l'inclusione di test driver esterni. 

google self

Un recente annuncio di lavoro conferma la nuova campagna assunzioni attivata da Google in Arizona (a Chander, nello specifico) con la quale l'azienda cerca "specialisti nella sicurezza del veicolo" da inserire nel progetto delle vetture a guida autonoma. Si tratta di una figura professionale nuova, come sottolinea Brian Torcellini, responsabile del programma di test, in un'intervista rilasciata a The Republic: "Il ruolo di test driver è così nuovo che non c'è una particolare tipologia di persona che cerchiamo. Stiamo assumendo persone con i background più diversi: dall'insegnante di inglese, agli specialisti di saldatura orbitale".

Anche se non esiste una figura professionale specifica, Google richiede determinati requisiti agli aspiranti candidati che dovranno possedere una laurea, ottime capacità di comunicazione scritta a verbale, essere in grado di digitare almeno 40 parole al minuto, avere un fedina penale pulita e non aver commesso infrazioni al codice della strada. I test driver delle vetture a guida autonoma di Google saranno chiamati a condurle dalle 6 alle 8 ore al giorno, monitorare i sistemi software, fornire un rapporto scritto ed un feedback agli ingegneri. Il tutto, naturalmente, senza divulgare informazioni inerenti al progetto. 20 dollari all'ora è il compenso offerto da Google agli aspiranti tester. 

La scelta della cittadina di Chander in Arizona non è casuale, come sottolinea un portavoce di Google: nella stessa area operano infatti importanti aziende che operano nel settore hi-tech, a partire da Intel. Una zona, quindi, particolarmente ben disposta ad accogliere le nuove tecnologie. Come detto in apertura, parte del programma mira a valutare il modo in cui i cittadini accolgono le vetture a guida autonoma che iniziano a circolare anche nei centri urbani nell'ambito dei programmi di test. "E' una tecnologia nuova, non sappiamo come la gente reagirà o interagirà con essa. Non esistono precedenti a riguardo".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
giuliop13 Maggio 2016, 14:51 #1
"Stiamo assumendo persone con i background più diversi: dall'insegnante di inglese, agli specialisti di saldatura orbitale"

Cioè, metti lo "specialista di saldatura orbitale" per 8 ore in un veicolo che va da solo? 9 su 10: si addormenta.

Non un bella premessa per i risultati di questi test.
matteop313 Maggio 2016, 15:02 #2
Dove devo firmare?
PaulGuru13 Maggio 2016, 15:37 #3
Ridicoli !

Li testano in Arizona ? Che li testassero in città dove il traffico è critico !
Inutile che mi piazzi una vettura impeccabile messa a punto in Arizona se poi appena la piazzi a Milano o Roma fà l'autoscontro !
GTKM13 Maggio 2016, 16:27 #4
20$ l'ora per... non fare un cazzo. Assumete pure in Italia, vi prego
the fear9013 Maggio 2016, 16:28 #5
Originariamente inviato da: PaulGuru
Ridicoli !

Li testano in Arizona ? Che li testassero in città dove il traffico è critico !
Inutile che mi piazzi una vettura impeccabile messa a punto in Arizona se poi appena la piazzi a Milano o Roma fà l'autoscontro !


Credo che abbia a che fare con i permessi legislativi, che variano da stato a stato.

L'italia in quanto a tecnologia fa parte del terzo mondo, tra proteste dei tassisti, burocrazia, assicurazioni e lobby varie queste auto le vedremo come minimo 20 anni dopo gli USA.
giuliop13 Maggio 2016, 16:37 #6
Originariamente inviato da: the fear90
L'italia in quanto a tecnologia fa parte del terzo mondo, tra proteste dei tassisti, burocrazia, assicurazioni e lobby varie queste auto le vedremo come minimo 20 anni dopo gli USA.


Ce li vedo i tassisti italiani che suonano alle macchine a guida autonoma e mandano "a quel paese" il... guidatore
cazzalora13 Maggio 2016, 22:20 #7
Ci passo tutti i giorni nella strada della foto; quella e' Central Expr. che incrocia Rengstorf a Mountain View (94040)
PaulGuru14 Maggio 2016, 07:30 #8
Originariamente inviato da: giuliop
Ce li vedo i tassisti italiani che suonano alle macchine a guida autonoma e mandano "a quel paese" il... guidatore
come dicono in molti quì a Milano "we meridionaaaale !!!"
fraussantin14 Maggio 2016, 08:26 #9
Originariamente inviato da: giuliop
Ce li vedo i tassisti italiani che suonano alle macchine a guida autonoma e mandano "a quel paese" il... guidatore


Sulla mia ci metterò un adesivo col dito medio al fimestrino sx , così da rendere tutto più reale :asd(



Ps : il problema in italia saranno i furti di auto.

Se le fottono mentre ci stai seduto sopra a controllarle , ti immagini mentre se ne vanno a parcheggiare...
fraussantin14 Maggio 2016, 08:27 #10
Edit

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^