Google e Fiat Chrysler: siglato l'accordo per le vetture a guida autonoma

Google e Fiat Chrysler: siglato l'accordo per le vetture a guida autonoma

Trovano conferma le indiscrezioni diffuse nei giorni scorsi sull'accordo tra Google e Fiat Chrysler per la produzione di autovetture a guida autonoma. La casa automobilistica fornirà a Google circa 100 Chrysler Pacifica Hybrid da impiegare nel programma di test.

di pubblicata il , alle 13:31 nel canale Tecnologia
FiatGoogle
 

Hanno trovato conferma le indiscrezioni diffuse nei giorni scorsi, ed in parte avvalorate dal numero uno di Fiat Chrystler, Sergio Marchionne, sull'accordo tra la casa automobilistica e Google finalizzato alla produzione di autovetture a guida autonoma. Google ne ha dato conferma con un annuncio pubblicato nella pagina ufficiale G+ dedicata al progetto Self-Driving Car.

Dopo aver fatto menzione al programma di test, che negli ultimi sette mesi è stato portato avanti in quattro città statunitensi, Google conferma che è giunto il momento di espandere la flotta di autoveicoli senza guidatore e per farlo ha scelto Fiat Chrysler. Obiettivo di Google è raddoppiare il numero di veicoli a guida autonoma con circa 100 minivan Chrysler Pacifica Hybrid.

Fiat Chrysler fornirà a Google 100 Chrysler Pacific Hybrid (in foto) da impiegare nel programma di test delle vetture a guida autonoma.

Si tratta della prima collaborazione instaurata da Google con un produttore di autovetture, come sottolinea il colosso delle ricerche presentando la nuova partnership tecnica: 

Con la collaborazione con Fiat Chrysler, per la prima volta, lavoriamo direttamente insieme ad una casa automobilistica per la produzione dei nostri veicoli. FCA progetterà i minivan quindi sarà semplice per noi installare i nostri sistemi di guida autonoma, compresi i computer che contengono il software di auto-guida e dei sensori che permettono al software di rilevare quello che si trova sulla strada intorno al veicolo. La progettazione del minivan offre inoltre l'opportunità di  testare un veicolo di dimensioni più ampie che rende più semplice l'entrata e l'uscita dei passeggeri grazie a funzionalità come le porte scorrevoli hands-free.

Stando alle dichiarazioni di Google, FCA si limiterà ad integrare la tecnologia per la guida autonoma nelle autovetture Chrysler destinate alla fase di test (computer, sensori, software). Tale circostanza era stata anticipata dallo stesso Marchionne che nei giorni scorsi aveva affermato, contestualizzando le dichiarazioni in un discorso di più ampio respiro sulle aziende coinvolte nel settore delle autovetture a guida autonoma:"Noi produciamo le auto, loro progettano la tecnologia che installiamo all'interno". La partnership tecnica, in ogni caso, potrebbe evolversi sino a sfociare nella produzione di veicoli commerciali co-prodotti. 

Nei prossimi mesi, aggiunge Google, i suoi ingegneri lavoreranno a stretto contatto con quelli di FCA con l'obiettivo di immettere su strada le prime Chrysler a guida autonoma entro la fine dell'anno (nell'ambito del programma di test). Obiettivo dichiarato di Google è acquisire ulteriore esperienza e dati sul campo per: 

aiutare entrambi i team a comprendere meglio come creare un'autovettura a guida completamente autonoma che può trasportare i passeggeri dal punto A al punto B con il tocco di un pulsante. 

Un risultato che dovrà essere raggiunto senza ovviamente trascurare l'obiettivo della sicurezza stradale che, in presenza di un sistema di autovettura a guida autonoma collaudato ed efficiente potrebbe essere migliorata: 

Collaborazioni come questa rappresentano una parte importante per realizzare il potenziale della tecnologia per la guida autonoma al fine di migliorare la sicurezza stradale e rendere il trasporto più accessibile per milioni di persone. 

Sergio Marchionne aveva sottolineato la necessità di "muoversi rapidamente" in un settore che ha le carte in regola per rappresentare la nuova frontiera dell'industria automobilistica ed essere riuscito a siglare l'accordo con Google dà concretezza alla preannunciata rapidità d'azione. 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7704 Maggio 2016, 14:00 #1
questo nuovo settore si sta evolvendo rapidamente.
ciò che solo qualche anno fa era solo un'idea un po' fantascientifica per un imprecisato futuro sta rapidamente diventando reale ed attuale.

Non credo ci vorranno molti anni per poter andare in concessionaria ed acquistare un'auto a guida totalmente autonoma.
Ipotizzo una decina. Ma forse pure meno.
azi_muth04 Maggio 2016, 14:22 #2
Originariamente inviato da: demon77
Non credo ci vorranno molti anni per poter andare in concessionaria ed acquistare un'auto a guida totalmente autonoma.
Ipotizzo una decina. Ma forse pure meno.


Io spero che un giorno non ci sarà più bisogno di acquistare un auto, ma si pagherà l'uso solo per l'impiego.
Un car-sharing all'ennesima potenza dove sono le auto che ti vengono a recuperare e non tu a recuperare l'auto...
Ultravincent04 Maggio 2016, 18:43 #3
Sono stupito che Fiat sia arrivata prima a stringere un accordo con Google... Il bagaglio di esperienza fatta da Google begli ultimi 7 anni in questo campo vale tantissimo. Mi chiedevo cosa apettassero i costruttori di auto a siglare un accordo.
Finalmente.
djfix1305 Maggio 2016, 10:21 #4
molte case automobilistiche hanno il proprio team di ricerca (Volvo, Toyota, Nissan) quindi era chiaro che Google doveva trovarsi qualcuno non ancora impegnato.
djfix1305 Maggio 2016, 10:22 #5
la sfiga vuole che certe auto come la Chrysler Pacifica Hybrid non siano distribuita da noi.
Mark7505 Maggio 2016, 22:38 #6
Originariamente inviato da: azi_muth
Io spero che un giorno non ci sarà più bisogno di acquistare un auto, ma si pagherà l'uso solo per l'impiego.
Un car-sharing all'ennesima potenza dove sono le auto che ti vengono a recuperare e non tu a recuperare l'auto...


Hello McFly, si chiama taxi

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^