Huawei e Changan insieme per i chip per le auto elettriche

Huawei e Changan insieme per i chip per le auto elettriche

Huawei e Chang'an Motors hanno annunciato un'estensione del loro accordo di collaborazione in vista dell'approdo della prima nel settore automotive. Le due aziende cinesi già lavoravano insieme per la progettazione di design e ingegneria dei veicoli, mentre ora lavoreranno anche sui chip

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Tecnologia
Huawei
 

Huawei ha annunciato un'espansione del suo accordo di collaborazione con Chang'an Motors includendo la progettazione e lo sviluppo di semiconduttori per automobili. Lo ha appreso la Reuters da quattro fonti con familiarità sui fatti.

Huawei: piani per l'auto elettrica sempre più concreti

Chang'an rappresenta un tassello fondamentale per il piano strategico di Huawei per inserirsi nel settore dell'automotive: da diversi mesi, infatti, si susseguono voci su un progetto di auto elettrica da parte del noto produttore di smartphone cinese. Chang'an, una delle principali aziende cinesi produttrici di automobili con sede a Chongqing, già nel 2018 annunciava i suoi piani per poter essere uno dei primi produttori a interrompere la vendita di auto a combustibile fossile.

Huawei

Huawei e Chang'an, secondo quanto ha appreso la Reuters, lavorano già da novembre sullo sviluppo di una nuova famiglia di semiconduttori per auto. La loro collaborazione, inoltre, si espanderà ulteriormente fino a formare una joint venture. La carenza di chip che ha colpito il mondo della tecnologia da quando è scoppiata l'emergenza sanitaria ha riguardato anche il settore dell'automotive. Vista l'estesa presenza di soluzioni tecnologiche nelle auto di recente generazione, l'industria dell'automotive è stata una delle più danneggiate dai ritardi nella produzione di chip.

Con il business tradizionale basato sugli smartphone in sofferenza per via dalle sanzioni statunitensi, Huawei ha deciso di concentrarsi sull'industria dell'automobile. Le vendite di auto elettriche in Cina sono in rapidissima crescita, il che ha indotto diversi produttori del mondo della tecnologia (Xiaomi oltre Huawei) a interessarsi alla mobilità elettrica. L'accordo con Chang'an sui chip, d'altronde, aiuterebbe Huawei anche nel suo settore tradizionale degli smartphone, visto che le sanzioni Usa hanno comportato problematiche nell'accesso ai software di progettazione dei chip necessari per lo sviluppo dei chip più avanzati per gli smartphone di ultima generazione.

L'attuale partnership tra Huawei e Changan prevede che la prima sia responsabile della dotazione tecnologica dei veicoli, mentre la seconda si occuperà di progettazione e ingegneria dei veicoli.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Takuya21 Maggio 2021, 10:35 #1
Mi chiedo cosa succederebbe se invece di Huawei avessero preso di mira un'azienda europea o italiana...
Sandro kensan21 Maggio 2021, 18:27 #2
Comunque è servito da avvertimento, se non fai quello che dico io hai visto quello che ti succede. Questo a livello di industrie ma anche di Stati.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^