Hyundai Kona Hybrid: alimentazione, infotainment, esterni e interni in video

Hyundai Kona Hybrid: alimentazione, infotainment, esterni e interni in video

Abbiamo provato per circa tre ore la nuova Hyundai KONA Hybrid, uno dei pochi veicoli con questo tipo di alimentazione all'interno del segmento dei SUV di classe B

di , Rosario Grasso pubblicata il , alle 14:43 nel canale Auto Elettriche
HyundaiKona
 
[HWUVIDEO="3108"]Nuova Hyundai KONA Hybrid: primo contatto[/HWUVIDEO]

Con Nuova Kona, Hyundai procede in maniera convinta sulla strada dell'elettrificazione, offrendo le versioni hybrid, full hybrid e full electric. Dopo aver parlato della versione completamente elettrica, abbiamo provato anche la full hybrid, un modello decisamente interessante perché uno dei pochi con questa tipologia di alimentazione tra i SUV di segmento B. Nuova Kona, come da tradizione della serie, resta dunque un veicolo compatto, ma al tempo stesso capace di garantire comfort e abitabilità, nonché mettere a disposizione lo spazio che serve grazie ai sedili posteriori ribaltabili.

Nuova Hyundai KONA Hybrid: eccola in video

Ma è proprio la forma di alimentazione che più ha attirato le nostre attenzioni, come potete vedere nel video. Il motore termico in questo caso è coadiuvato da un motore elettrico per la trazione del veicolo, a sua volta alimentato da una batteria agli ioni polimeri di litio da 1,56 kWh. Il sistema ibrido passa dal motore a benzina a quello elettrico senza interruzioni o li utilizza contemporaneamente, a seconda delle necessità. Inoltre, Hyundai ha pensato a delle soluzioni apposite per gestire le salite, normalmente più esigenti in termini di richieste al motore elettrico. Se il livello della batteria è basso prima di una salita (individuata tramite i dati provenienti dal navigatore satellitare), il regime del motore aumenta leggermente per effettuare una pre-carica prima della pendenza. In questo modo, il motore elettrico può assistere nella salita, ottimizzando di conseguenza l’efficienza del carburante. La ricarica della batteria viene realizzata tramite il sistema di frenata rigenerativa, mentre non esiste nessuna possibilità di ricarica con la spina (non è una ibrida Plug-In).

Hyundai Kona Hybrid

Molto interessanti le indicazioni sul display touchscreen, perché consentono di monitorare costantemente i consumi come mostriamo nel video. Non solo possiamo verificare subito se il veicolo sta contando sul motore endotermico, e quindi consuma benzina, o se fa affidamento al motore elettrico, ma in caso di ricarica tramite frenata rigenerativa vediamo in tempo reale qual è lo stato di carica della batteria. Altri grafici riassuntivi mostrano il consumo medio di carburante negli ultimi chilometri percorsi e quanta potenza ha erogato il motore elettrico.

Si tratta di un gruppo propulsore formato da un motore benzina GDI da 1,6 litri e da un motore elettrico da 32 kW, alimentato dalla batteria a cui abbiamo appena fatto menzione, di capacità leggermente superiore rispetto a quanto troviamo in una mild-hybrid. Troviamo potenza combinata di 141 CV, coppia motrice fino a 265 Nm (quando entra in funzione anche il motore elettrico) e cambio automatico a doppia frizione 6DCT, che è di serie nella versione full hybrid HEV.

Quest'ultimo è molto interessante, perché consente di impostare il veicolo in modalità cambio automatico o manuale, qualora il conducente preferisse un sistema più tradizionale. Con la modalità di guida Eco, infatti, avremo il cambio automatico e le palette dietro al volante serviranno a impostare l'intensità della frenata rigenerativa, fino a disabilitarla del tutto. Quest'ultima è la modalità che interesserà soprattutto i guidatori vecchio stile, mentre abilitare la frenata rigenerativa consentirà di ricaricare più in fretta la batteria. A seconda del livello di frenata rigenerativa impostato, basterà lasciare l'acceleratore per avere immediatamente una frenata più o meno intensa. Ad ogni modo, Kona full hybrid non è una vettura one pedal quindi, anche al massimo livello di frenata rigenerativa, per decelerare dalle altre velocità bisognerà agire sul pedale del freno. Trovando la giusta sensibilità perché inizialmente potrà capitare qualche frenata fin troppo potente, proprio a causa della disabitudine.

Hyundai Kona Hybrid

L'altra modalità di guida è Sport, la quale abilita il cambio manuale. Con le palette quindi scaleremo le marce. Sul quadro di bordo digitale da 10,25" riceveremo, invece, informazioni sui consumi: se siamo in Charge vorrà dire che stiamo ricaricando la batteria tramite la frenata rigenerativa, in Eco stiamo consumando moderatamente e in Power invece siamo vicini ai massimi consumi.

In tutti i casi, Nuova Kona è un veicolo piacevole da guidare, che nelle prestazioni e negli interni ricorda un veicolo sportiveggiante. Certo, non abbiamo prestazioni da circuito, ma tutto quello che serve per godersi una buona esperienza di guida con consumi bassi (in Eco si arriva anche a 25km con un litro). Gli interni sono sobri ed eleganti, mentre il volante è accattivante, e ricorda quello di un'auto sportiva.

Dal punto di vista del design, abbiamo sostanziali cambiamenti rispetto alla Kona di precedente generazione, con la Kona Electric ulteriormente modificata. Abbiamo nuovi fari full LED con firma luminosa completamente rivista, paraurti anteriore ridisegnato e nuovi cerchi in lega da 18 pollici. Le novità riguardano anche la parte posteriore: fari LED con firma luminosa rivista e gruppo luci ridisegnato e paraurti posteriore con fascia protettiva.

Hyundai Kona Hybrid

Nuova KONA Hybrid è dotata di numerose tecnologie smart tech e di assistenza alla guida per aumentare la sicurezza sulla strada. Se si esce in retromarcia da zone con scarsa visibilità e vi sono veicoli che si avvicinano lateralmente, il sistema non solo invia un avvertimento ma frena in automatico. Molto interessante anche il mantenimento automatico della corsia, che agisce sul volante qualora venisse rilevato un avvicinamento eccessivo alla linea di demarcazione della corsia.

Utilizzando due sensori radar posizionati nel paraurti posteriore inferiore, inoltre, il sistema avverte il conducente della presenza di veicoli nell’angolo cieco, dietro e ai lati della vettura. Il sistema di Intelligent Speed Limit Warning, poi, riconosce i segnali di velocità e visualizza i limiti di velocità e i divieti di sorpasso in tempo reale sul display del sistema di navigazione e sul quadro strumenti. Il veicolo è poi dotato di head-up display, attivabile con la pressione di un tasto fisico (quasi tutte le funzioni dell'auto sono gestibili tramite tradizionali tasti fisici).

Il touchscreen da 10.25” supporta Apple CarPlay e Android Auto, mentre uno spazio nel vano centrale permette di ricaricare gli smartphone e i dispositivi abilitati QI in maniera wireless. Nuova Kona usa il sistema proprietario BlueLink per la gestione dei sistemi online: oltre alle numerose funzioni smart controllabili tramite l'app Bluelink, nel sistema di navigazione è compreso anche un abbonamento gratuito di cinque anni ai Servizi LIVE di Hyundai.

L'infotainment permette di personalizzare diversi aspetti dell'auto, come la luminosità del display e la luce ambientale all'interno del veicolo. Inoltre, si possono attivare e controllare tramite comando vocale funzioni come le impostazioni del clima, i comandi di infotainment, il riscaldamento degli specchietti laterali e il riscaldamento del volante. L'app Bluelink permette di controllare l'auto anche tramite lo smartphone nel caso della chiusura delle portiere o della verifica del carburante residuo nel serbatoio.

Per quanto riguarda Nuova Kona mild hybrid 48V si parte da 25.050 €, mentre la full-hybrid è a partire da 27.150 € e l'Electric con caricatore di bordo da 10,5kW parte da 35.850 €. Tutti i prezzi sono da intendersi incentivi esclusi.

Seguiteci anche su Instagram per foto e video in anteprima!

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ninja75014 Maggio 2021, 16:55 #1
dietro è veramente brutta
ramses7715 Maggio 2021, 13:51 #2
Originariamente inviato da: ninja750
dietro è veramente brutta


Perché, dentro?
ninja75017 Maggio 2021, 12:50 #3
dentro non la trovo malvagia, virtual cockpit e design tutto sommato sobrio

meglio questa che la ioniq che sembra fatta più a risparmio

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^