I monopattini possono finalmente circolare a Milano: ecco dove e cosa c'è da sapere

I monopattini possono finalmente circolare a Milano: ecco dove e cosa c'è da sapere

È adesso possibile circolare legalmente e in sicurezza a Milano con monopattini e tutti i tipi di veicoli di micro-mobilità. Nella pagina trovate tutte le indicazioni e cosa è necessario per farlo

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Tecnologia
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

26 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Therinai09 Dicembre 2019, 16:42 #11
Originariamente inviato da: maxsy
beh si, ad esempio i divieti di circolazione:
tratti con la pavimentazione in pietra di fiume, corsie preferenziali (anche in Zone 30) contigue ai binari del tram, a meno che non siano in una sede stradale separata, nelle aree di parcheggio a fondo cieco, nelle gallerie pedonali.

lo trovo giusto perchè se qualcuno si fà male usufruisce del SSN che paghiamo tutti.
ben venga una regolamentazione


E beh perché con la regolamentazione istituita saranno tutti più coscenziosi e attenti alla guida dei monopattini. Cioé non è che se uno fa il pirla in bici o in macchina verosimilmente farà il pirla anche sul monopattino a prescindere dai cartelli? No ma va, se uno che guida una macchina con le fette di prosciutto sugli occhi un giorno decide di andare in giro col monopattino grazie a queste regole procedurali degne di poste italiane diventerà magicamente una persona attentissima e ligia alle regole
Therinai09 Dicembre 2019, 16:43 #12
Originariamente inviato da: [?]
Ma grazie al caz'
Ma sei mai stato in Olanda?
E' come dire che in Liguria ci sono più bagnini che in Lombardia...


Ma infatti
dado197909 Dicembre 2019, 16:45 #13
L'assessore al traffico è da ricovero coatto.
coschizza09 Dicembre 2019, 16:50 #14
Originariamente inviato da: [?]
Ma grazie al caz'
Ma sei mai stato in Olanda?
E' come dire che in Liguria ci sono più bagnini che in Lombardia...


cosa centra? non hai capito quello che indica un dato simile, il sorpasso non è stato causato dal numero di ciclisti per strada ma dai nuovi utilizzatori di monopattini elettrici e e-bike
Dinofly09 Dicembre 2019, 17:05 #15
Originariamente inviato da: maxsy
beh si, ad esempio i divieti di circolazione:
tratti con la pavimentazione in pietra di fiume, corsie preferenziali (anche in Zone 30) contigue ai binari del tram, a meno che non siano in una sede stradale separata, nelle aree di parcheggio a fondo cieco, nelle gallerie pedonali.

lo trovo giusto perchè se qualcuno si fà male usufruisce del SSN che paghiamo tutti.
ben venga una regolamentazione


Quali sono invece i costi del proibire un prodotto del genere? In termini di qualità della vita, tempo perso nel traffico, libertà di accesso?

Voi fanatici della regolamentazione non vi rendete conto dei danni che avete fatto in questo paese, e questa è solo la punta dell'iceberg.
coschizza09 Dicembre 2019, 17:08 #16
Originariamente inviato da: Dinofly
Quali sono invece i costi del proibire un prodotto del genere? In termini di qualità della vita, tempo perso nel traffico, libertà di accesso?

Voi fanatici della regolamentazione non vi rendete conto dei danni che avete fatto in questo paese, e questa è solo la punta dell'iceberg.


be non far morire la gente per strada è una buona argomentazione per volere una regolamentazione, altrimenti saremmo nel far west
silviop09 Dicembre 2019, 17:27 #17

Sembra un po' la regolamentazione del wifi al tempo di Pisanu...

...tutti d'accordo , fondamentale per evitare terrorismo mafia ecc ecc ...e poi
quando finalmente il decreto e' decaduto (dopo aver fatto un grosso favore alle telco) e si sono affacciate le prime wifi libere (libere = niente dati personali o identificazione per navigare ) ecco che il terrorismo i pedofili e la mafia hanno imperversato !!!!
Ragerino09 Dicembre 2019, 17:32 #18
Originariamente inviato da: coschizza
be non far morire la gente per strada è una buona argomentazione per volere una regolamentazione, altrimenti saremmo nel far west


Il problema è che le regole esistono già. Basterebbe farle rispettare.
Il monopattino, elettrico o no, può benissimo sottostare alle stesse regole di una bicicletta. Bastava definire i parametri per cui un monopattino possa essere usato per strada (chessò, dimensioni minimi ruote, freni o meno ecc, uso del casco). Cosi come esiste la regola del motore max 250w per le e-bike.
Ma no, dobbiamo inventarci un set di regole nuove, addirittura cartelli. Questi sono fuori di testa.


In altri paesi le regole sono spesso già più restrittive che da noi o al contrario non esistono proprio, per questo devono crearne delle nuove. Negli USA per es. le bici elettriche sono praticamente quasi dei motorini, hanno potenze diverse e per legge possono andare più veloce. Questo è solo un esempio.
chaosblade09 Dicembre 2019, 17:34 #19
Purtroppo a me sembra più una guerra ai veicoli che non prevede la pedalata perché questo tipo di problematiche ci sono sempre state con le biciclette e sinceramente con una buona bici puoi benissimo superare le velocità dei monopattini. Chi ha bambini piccoli lo sa benissimo cosa intendo e la bicicletta è sempre circolata senza assicurazione e senza regole. Con i monopattini si aggiungono o sostituiscono nuove pseudo bici
[?]09 Dicembre 2019, 17:35 #20
Originariamente inviato da: coschizza
cosa centra? non hai capito quello che indica un dato simile, il sorpasso non è stato causato dal numero di ciclisti per strada ma dai nuovi utilizzatori di monopattini elettrici e e-bike


Non è che non ho capito io, è che non hai spiegato tu nel primo post.
Da dove arriva sto dato? link?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^