Incentivi auto 2021, al via gli ecobonus con 700 milioni di euro a disposizione dei cittadini

Incentivi auto 2021, al via gli ecobonus con 700 milioni di euro a disposizione dei cittadini

I concessionari di auto possono iniziare a prenotare gli ecobonus per le auto a basse emissioni. Nel primo giorno sono stati richiesti circa 20 milioni delle nuove risorse messe a disposizione della legge di bilancio 2021.

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Tecnologia
 

Sono ripartiti gli incentivi all'acquisto di auto, elettriche, ibride o Euro 6 a basse emissioni per effetto della nuova liquidità immessa con la Legge di Bilancio appena approvata, che si somma agli Ecobonus già messi a disposizione. Vale la logica precedente, ovvero gli incentivi sono erogati sulla base delle emissioni del veicolo che si acquista e possono arrivare a 10.000 Euro nel caso di rottamazione di un vecchio veicolo a diesel o benzina.

Dall'1 gennaio 2021 sono disponibili oltre 700 milioni di euro, mentre solamente nel primo giorno sono stati richiesti circa 20 milioni delle nuove risorse messe a disposizione della legge di bilancio 2021. Secondo i dati del ministero dello Sviluppo economico, circa 18 milioni sono stati richiesti per le auto con emissioni tra 61 e 135 grammi di CO2 al km (con parte dell'alimentazione quindi devoluta a soluzioni a benzina o diesel), mentre per le auto elettriche o ibride tra 0 e 60 g/km sono stati prenotati poco più di 2 milioni di euro.

Incentivi auto 2021

Incentivi auto 2021: come richiederli

Ecobonus è promossa dal Ministero dello Sviluppo economico e gestita da Invitalia, l’Agenzia per lo sviluppo come viene spiegato su ecobonus.mise.gov.it/.

Attenzione, non sarà un click day e non sarà necessario affrettarsi nei primi giorni. La procedura, prevede infatti due momenti distinti: la prima fase di apertura dello sportello che parte domani sarà dedicata esclusivamente alla registrazione dei concessionari, che potranno iscriversi e caricare i propri dati identificativi. Solo successivamente, dopo specifica comunicazione, si aprirà la seconda fase e si potrà inserire l’ordine e prenotare l’incentivo. Dalla prenotazione si avranno poi fino a 180 giorni di tempo per la consegna del veicolo.

Per assicurare procedure di prenotazione corrette e trasparenti, sulla piattaforma è stato inserito un contatore delle risorse ancora disponibili. Eccolo.

Incentivi auto 2021: situazione fondi residui

Come funziona

Il processo si compone di 4 fasi:

Fase 1 - Prenotazione dei contributi
I venditori

  • si registrano preventivamente nell’Area Rivenditori;
  • prenotano i contributi relativi ad ogni singolo veicolo, ottenendo, secondo la disponibilità di risorse, una ricevuta di registrazione della prenotazione;
  • confermano l’operazione entro 180 giorni dalla prenotazione, comunicando il numero di targa del veicolo nuovo consegnato e allegando la documentazione prevista.

Fase 2 - Corresponsione dei contributi
Il contributo è corrisposto dal venditore all’acquirente mediante compensazione con il prezzo di acquisto.

Fase 3 - Rimborso al venditore dei contributi
Le imprese costruttrici o importatrici del veicolo nuovo rimborsano al venditore l’importo del contributo.

Fase 4 - Recupero dell’importo del contributo
Le imprese costruttrici o importatrici del veicolo nuovo ricevono dal venditore la documentazione necessaria e poi recuperano l’importo del contributo sotto forma di credito d’imposta.

Risorse disponibili

Ai contributi già previsti dalla Legge di Bilancio 2019 e dai successivi DL Rilancio 2020 e DL Agosto 2020, si aggiungono ulteriori risorse stanziate per il fondo automotive con la Legge di Bilancio 2021. In particolare, i contributi concessi per le fasce di emissioni 0-20 g/km e 21-60 g/km sono rifinanziati con ulteriori 120 milioni di euro per tutto il 2021, portando l’ammontare odierno a 390 milioni di euro, essendo 270 milioni già stanziati. A queste risorse potranno aggiungersi i residui degli anni precedenti.

Abbiamo dunque 6.000 euro con rottamazione e 4.000 senza rottamazione per quanto riguarda la fascia 0-20 g/km e 2.500 euro con rottamazione e 1.500 senza rottamazione per la fascia 21-60 g/km. Alle medesime due fasce potranno aggiungersi 2.000 euro con rottamazione e 1.000 senza rottamazione fino al 31 dicembre 2021, ed in tal caso è anche previsto uno sconto praticato dal venditore pari ad almeno 2.000 euro o 1.000 euro a seconda che sia presente o meno la rottamazione.

Per quanto riguarda la fascia 61-135 g/km questa accorpa le precedenti 61-90 g/km e 91-110 g/km. La durata dell’incentivo è di sei mesi e sarà possibile usufruirne solo con rottamazione fino a 1500 Euro. Anche in questo caso all’incentivo sopra indicato si aggiunge uno sconto praticato dal venditore pari ad almeno 2.000 euro.

Infine, è stato introdotto un nuovo incentivo sui veicoli commerciali leggeri N1 e M1 speciali, proporzionale alle emissioni e finanziato con 50 milioni di euro. La prenotazione di questi contributi da parte dei concessionari sulla piattaforma Ecobonus sarà possibile nei prossimi giorni.

Ecco il quadro completo.

Veicoli di categoria M1 – Contributo Ecobonus

 

Con rottamazione di un veicolo della stessa categoria omologato alle classi Euro 0, 1, 2, 3 e 4

Senza rottamazione 

Emissioni <= 20 g/km

€ 6.000,00

€ 4.000,00 

Emissioni > 20 g/km e <= 60 g/km

€ 2.500,00 

€ 1.500,00 

Dal 1° agosto 2020 al 31 dicembre 2020 è disponibile un ulteriore incentivo previsto dal Decreto Rilancio. Se il venditore applica uno sconto pari ad almeno 2.000 euro per gli acquisti con rottamazione e 1.000 euro per gli acquisti senza rottamazione è possibile richiedere i seguenti contributi:

Veicoli di categoria M1 – Contributo Decreto Rilancio (dal 1°/8/2020 al 31/12/2020)

 

Con rottamazione di un veicolo della stessa categoria omologato alle classi Euro 0, 1, 2, 3 e 4 e immatricolato da almeno 10 anni

Senza rottamazione 

Emissioni <= 20 g/km

€ 2.000,00

€ 1.000,00 

Emissioni > 20 g/km e <= 60 g/km

€ 2.000,00 

€ 1.000,00 

Emissioni > 60 g/km e <= 110 g/km

€ 1.500,00 

€ 750,00 

Con il Decreto Agosto sono state modificate le fasce di emissioni e i relativi contributi, restano ferme le precedenti regole previste dal Decreto Rilancio per accedere ai contributi:

Veicoli di categoria M1 – Contributo Decreto Agosto

 

 

Con rottamazione di un veicolo della stessa categoria omologato alle classi Euro 0, 1, 2, 3 e 4 e immatricolato da almeno 10 anni

Senza rottamazione

Veicoli acquistati (e successivamente immatricolati) in Italia

Emissioni <= 20 g/km                                          

€ 2.000,00

€ 1.000,00 

 1° agosto 2020 al 31 dicembre 2020

Emissioni > 20 g/km e <= 60 g/km

€ 2.000,00 

€ 1.000,00 

 1° agosto 2020 al 31 dicembre 2020

Emissioni > 60 g/km e <= 90 g/km

€ 1.750,00 

€ 1.000,00 

 15 agosto 2020 al 31 dicembre 2020
Emissioni > 90 g/km e <= 110 g/km  € 1.500, 00  € 750,00  15 agosto 2020 al 31 dicembre 2020

La Legge di Bilancio 2021 ha previsto, per gli acquisti dal 1° gennaio 2021 un ulteriore bonus subordinato allo sconto del venditore di 2.000 euro se l’acquisto è con rottamazione e 1.000 se l’acquisto è senza rottamazione.

Veicoli di categoria M1 – Legge di bilancio 2021

 

Con rottamazione di un veicolo della stessa categoria omologato alle classi Euro 0, 1, 2, 3, 4 e 5 e immatricolato prima del 1° gennaio 2011
N.B. per le fasce di emissioni comprese tra 0-60 g/km di CO2 è possibile rottamare fino alla classe Euro 4

Senza rottamazione 

Per chi acquista (e successivamente immatricola) in Italia

Emissioni <= 20 g/km

€ 2.000,00

€ 1.000,00 

1° gennaio 2021 e fino al 31 dicembre 2021

Emissioni > 20 g/km e <= 60 g/km

€ 2.000,00 

€ 1.000,00 

1° gennaio 2021 e fino al 31 dicembre 2021

Emissioni > 60 g/km e <= 135 g/km

1.500,00

NA

1° gennaio 2021 e fino al 30 giugno 2021

Veicoli di categoria L

Veicoli di categoria L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e e L7e

Con rottamazione di un veicolo della categoria L omologato alle classi Euro 0, 1, 2 o 3 ovvero oggetto di ritargatura ai sensi del Decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti 2 febbraio 2011 n.76, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il 2 aprile 2011 (nel caso di locazione finanziaria da almeno 12 mesi) 

40% del prezzo d'acquisto fino a massimo € 4.000 (IVA esclusa)

Senza rottamazione

30% del prezzo d'acquisto fino a massimo € 3.000 (IVA esclusa)

Seguici sul nostro canale Instagram, tante novità in arrivo!

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
phmk19 Gennaio 2021, 12:56 #1
...."Dal 1° agosto 2020 al 31 dicembre 2020"...
E' già passato ...
gigioracing19 Gennaio 2021, 13:00 #2
pero ne hanno di soldi da buttare..prevedo che il debito pubblico aumenti a dismisura
aqua8419 Gennaio 2021, 13:06 #3
Ma come caratteristica principale per ottenere il bonus (che poi sarebbe uno sconto sul prezzo totale) "vale" il valore delle emissioni E BASTA?

Cioè, io ho una automobile di oltre 10 anni che voglio dare indietro per una panda 1.2 Benzina che come emissioni ha 133g/km, e rientra quindi nella fascia 61-135g/km, avrei diritto ?
gigioracing19 Gennaio 2021, 13:12 #4
Originariamente inviato da: aqua84
Ma come caratteristica principale per ottenere il bonus (che poi sarebbe uno sconto sul prezzo totale) "vale" il valore delle emissioni E BASTA?

Cioè, io ho una automobile di oltre 10 anni che voglio dare indietro per una panda 1.2 Benzina che come emissioni ha 133g/km, e rientra quindi nella fascia 61-135g/km, avrei diritto ?


si ti fanno 2000 euro di sconto ,bisogna vedere se poi il concessionario ti fa ulteriore 2000 di sconto classico che fanno a tutti altrimenti tanto vale
aqua8421 Gennaio 2021, 10:02 #5
Originariamente inviato da: gigioracing
si ti fanno 2000 euro di sconto ,bisogna vedere se poi il concessionario ti fa ulteriore 2000 di sconto classico che fanno a tutti altrimenti tanto vale

ah ok, grazie, allora avevo capito bene

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^