Incentivi Auto: via libera del Senato con Dl sostegni bis

Incentivi Auto: via libera del Senato con Dl sostegni bis

Il decreto Sostegni bis ottiene la fiducia al Senato e diventa legge: oltre 40 miliardi di interventi per sostenere l'economia danneggiata dal Covid, tra cui vitali aiuti per l'industria dell'auto. Se elettrica meglio...

di pubblicata il , alle 16:26 nel canale Tecnologia
 

Il Senato ha appena approvato il decreto Sostegni bis con misure molto importanti per tutti i segmenti, non per ultimo quello dell'automobile. Gli Incentivi Auto 2021 saranno cruciali per rilanciare gli acquisti: sono complessivamente 350 milioni di euro che il Governo ha stanziato per la terza ondata di incentivi. Le due precedenti ondate, che si sono esaurite in pochissimo tempo, hanno consentito all'industria dell'automotive di ammorbidire gli effetti della crisi, e fatto schizzare in alto le vendite delle auto di nuova generazione con alimentazione elettrificata.

Incentivi Auto 2021: i modelli a cui si applicano

Dei 350 milioni stanziati, 260 sono destinati alle auto nuove, 40 a quelle usate e 50 ai veicoli commerciali leggeri. Per quanto riguarda le auto nuove, 60 milioni saranno destinati all’extrabonus per le auto elettriche e ibride plug-in con emissioni comprese tra 0 e 60 g/km di CO2, mentre i rimanenti 200 andranno ai veicoli con emissioni da 61 a 135 g/km.

Ecobonus 2021

Nella seconda categoria rientrano le auto a benzina e gasolio a basse emissioni, mentre nella prima le completamente elettriche e le plug-in a bassa CO2 con prezzo di listino non superiore a 50 mila euro.

L’iniziativa del governo andrà teoricamente avanti fino al 31 dicembre, ma gli incentivi si esauriranno sicuramente molto prima. Sono previsti incentivi anche sull'usato: per accedervi bisognerà rottamare una vettura immatricolata prima del gennaio 2011.

Nel decreto Sostegni bis anche un finanziamento per l'istituzione del Centro italiano di ricerca per l’automotive con sede a Torino. Si concentrerà sui temi tecnologici, sulle evoluzioni future nell'ambito dell'Industria 4.0 e la sua intera catena di valore. Per questo progetto sono stati devoluti 20 milioni di euro a partire dal 2021.

Gli incentivi caso per caso

  • auto nuove 0-20 g/km senza rottamazione: 4.000 euro Ecobonus Stato + 1.000 euro extrabonus Stato + 1.000 euro (+Iva) dealer;
  • auto nuove 0-20 g/km con rottamazione: 6.000 euro Ecobonus Stato + 2.000 euro extrabonus Stato + 2.000 euro (+Iva) dealer;
  • auto nuove 21-60 g/km senza rottamazione: 1.500 euro Ecobonus Stato + 1.000 euro extrabonus Stato + 1.000 euro (+Iva) dealer;
  • auto nuove 21-60 g/km con rottamazione: 2.500 euro Ecobonus Stato + 2.000 euro extrabonus Stato + 2.000 euro (+Iva) dealer;
  • auto nuove 61-135 g/km con rottamazione: 1.500 euro Stato + 2.000 euro (+Iva) dealer;
  • auto usate 0-60 g/km con rottamazione: 2.000 euro;
  • auto usate 61-90 g/km con rottamazione: 1.000 euro;
  • auto usate 91-160 g/km con rottamazione: 750 euro

Iscriviti subito al nostro canale Instagram!

Perché? Foto, video, backstage e contenuti esclusivi!

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ninja75022 Luglio 2021, 16:31 #1
il limite a 60 limita di fatto alle sole elettriche o plugin, la yaris che è una delle più parche full hybrid è 64 ed è quindi fuori
euscar22 Luglio 2021, 16:50 #2
Io a gennaio sono rientrato nella seguente categoria:

auto nuove 61-135 g/km con rottamazione: 1.500 euro Stato + 2.000 euro (+Iva) dealer;

meglio di niente
bonzoxxx22 Luglio 2021, 21:09 #3
e ti pareva, ho preso la macchina proprio nel periodo che non ci stavano gli incentivi...
rockroll22 Luglio 2021, 22:54 #4
Originariamente inviato da: bonzoxxx
e ti pareva, ho preso la macchina proprio nel periodo che non ci stavano gli incentivi...


Quindi penso tu sia incavolato, ma mai quanto quelli che non si possono permettere di acquistare o cambiare l'auto a comando, ma che comunque con le loro tasse finanziano quelli che di questo privilegio ne godono.
E questo fa altrettanto incavolare me stessso, che in più non sopporto che i miei soldi più quelli dei contribuenti vadano a tenere in piedi aziende pessimamente gestite come Fiat anzi FCA anzi Stellantis, che di italiano non ha più niente ma assorbe prebende statali e paga le tasse altrove dove le conviene evadendo quel che almeno moralmente dovrebbe alla nostra nazione di poveri ingenui.
bonzoxxx22 Luglio 2021, 23:02 #5
Originariamente inviato da: rockroll
Quindi penso tu sia incavolato, ma mai quanto quelli che non si possono permettere di acquistare o cambiare l'auto a comando, ma che comunque con le loro tasse finanziano quelli che di questo privilegio ne godono.
E questo fa altrettanto incavolare me stessso, che in più non sopporto che i miei soldi più quelli dei contribuenti vadano a tenere in piedi aziende pessimamente gestite come Fiat anzi FCA anzi Stellantis, che di italiano non ha più niente ma assorbe prebende statali e paga le tasse altrove dove le conviene evadendo quel che almeno moralmente dovrebbe alla nostra nazione di poveri ingenui.


Comprendo e condivido il tuo pensiero.
L'auto l'ho presa usata come faccio sempre, le auto nuove hanno costi che fuori da ogni grazia di Dio, non sono mai riuscito a digerire il fatto di pagare una segmento C 30K e più euro.
lemming23 Luglio 2021, 09:58 #6
In realtà mi ha stufato il fatto che i soldi delle mie tasse vadano continuamente in incentivi per le automobili.
Anche l'incentivo sulle biciclette e quelle porcherie di monopattino (più incidenti e danni che altro) hanno completamente distorto il mercato, per cui se vuoi una bici e non puoi avere l'incentivo la paghi molto di più dei prezzi del 2019.
ninja75023 Luglio 2021, 10:17 #7
concordo, gli incentivi sono una "droga" del mercato

anche perchè vendi oggi ma domani sei punto a capo per questo settore

questa volta però sono talmente stringenti che ci possono stare
LMCH23 Luglio 2021, 10:22 #8
Questa cosa sta raggiungendo livelli assurdi di stupidità.
Dopo aver foraggiato a fondo perduto per decenni la Fiat per sostenere anche tutto l'indotto, si è di fatto finanziata la famiGGHIa Agnelli quando ha ceduto il controllo a PSA per far cassa e per prima cosa ha fottuto l'indotto basato in Italia.
Ed ora si danno incentivi a chi acquista auto "green" che non aiuteranno minimamente l'indotto dell'automotive e neppure l'ambiente.
Ci fosse una "Tesla Italiana" potrei anche comprendere la cosa, ma così sono solo soldi buttati al vento.
mrk-cj9424 Luglio 2021, 15:13 #9
Originariamente inviato da: LMCH
Questa cosa sta raggiungendo livelli assurdi di stupidità.
Dopo aver foraggiato a fondo perduto per decenni la Fiat per sostenere anche tutto l'indotto, si è di fatto finanziata la famiGGHIa Agnelli quando ha ceduto il controllo a PSA per far cassa e per prima cosa ha fottuto l'indotto basato in Italia.
Ed ora si danno incentivi a chi acquista auto "green" che non aiuteranno minimamente l'indotto dell'automotive e neppure l'ambiente.
Ci fosse una "Tesla Italiana" potrei anche comprendere la cosa, ma così sono solo soldi buttati al vento.


io invece non capisco perchè secondo te han cannato totalmente ad aiutare un'azienda italiana (FIAT) nei decenni scorsi mentre ora rietieni comprensibile incentivare, se ci fosse, sempre un'eventuale azienda nostrana ("Tesla Italiana"

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^