Kuga, la vettura Ford più elettrificata di sempre

Kuga, la vettura Ford più elettrificata di sempre

Ford presenta nuova Kuga, la nuova vettura elettrificata dell’Ovale Blu: il primo modello a offrire 3 declinazioni ibride Mild-Hybrid, Plug-In Hybrid e Hybrid, garantendo una riduzione dei consumi fino al 30%

di pubblicata il , alle 13:01 nel canale Tecnologia
Ford
 

Nuova Kuga è il primo modello Ford a essere offerto con propulsore Muld-Hybrid, Plug-In Hybrid e Hybrid. La struttura split-power combina un motore benzina a quattro clindri Atkinson da 2,5 litri, un motore elettrico e una batteria ali ioni-litio da 14,4 kWh nominali (10,3 kWh reali) per produrre 22 CV in grado di garantire 72 km NEDC (56 km WLTP) di autonomia in modalità elettrica. Con consumi da 1,2 l/100 km ed emissioni di C02 molto basse da 26 g/km NEDC (da 1,4l/100 km da 32 g/km WLTP) che fanno rientrare il veicolo nelle fasce che garantiscono bonus e incentivi statali.

Kuga giunge alla terza generazione, cercando di sfruttare il successo conseguito con le precedenti due che ha portato negli Stati Uniti a una convergenza tra un modello di successo, Escape, e la stessa Kuga a partire dalla seconda generazione di quest'ultima. Oggi negli Usa continua a chiamarsi Escape, ma è ancora la Kuga. Riscontriamo un'evoluzione nel design, con nuove linee filanti, disegnate per conferire un aspetto dinamico senza rinunciare all'ampio spazio dell'abitacolo e alla capacità del bagagliaio grazie anche alla seconda fila di sedili scorrevole. La nuova piattaforma su cui è basata permette di ridurre il peso fino a 80 kg rispetto alla generazione precedente. Inoltre, il veicolo è dotato di una serie di funzionalità di connettività attraverso l'app FordPass e il modem integrato FordPass Connect.

Come funziona

Sono quindi tre le motorizzazioni per Nuova Kuga: Mild Hybrid in abbinamento al motore diesel, plug-in Hybrid con motore a benzina a ciclo Atkinson e, dopo l'estate, Full Hybrid. Il ciclo Atkinson nello specifico permette al motore di variare il rapporto di compressione consentendo, grazie a un'avanzata gestione delle valvole, di avere maggiore coppia e potenza ad alti regimi. In abbinamento al motore elettrico, che garantisce invece alte prestazioni a bassi regimi, consente di avere buone performance a qualsiasi regime, consumando poco.

In termini numerici, il motore termico garantisce una potenza di 112 kW a 5.500 giri/min e una coppia di 200 Nm a 4.500 giri/min. Il motore elettrico, invece, contribuisce con una potenza di 80,6 kW a 7.000 giri/min e coppia istantanea di 235 Nm.

La tecnologia Plug-in Hybrid abbina un motore elettrico da 61CV ad un motore a benzina a ciclo Atkinson da 2,5 litri grazie ad una trasmissione a ripartizione della potenza (power split). Il motore elettrico consente di guidare in modalità esclusivamente elettrica a velocità fino a 130 Km/h.

La Plug-in usa un'architettura simile a quella della Full Hybrid dove la centralina decide come utilizzare al meglio l'energia che riceve dai due motori termico ed elettrico. Su questo modello troviamo un pacco batteria circa 10 volte più grande rispetto all'ibrido completo con autonomia fino a 56 chilometri in modalità completamente elettrica che diventano 65 nel caso di percorsi urbani. Nel caso del Plug-In, inoltre, abbiamo emissioni circa 5 volte inferiori rispetto al Full Hybrid.

Il pacco batteria del veicolo è completamente integrato e coibentato all'interno della vettura. Può essere ricaricato in circa 6 ore tramite una comune presa domestica da 230 volt oppure in tre ore attraverso un sistema di ricarica di tipo EVBox+ Elvi Wallbox da collegare alla presa domestica o industriale o, in alternativa, presso una stazione di ricarica pubblica.

La batteria può essere caricata attraverso la presa presente sul parafango anteriore oppure mentre l'auto è in movimento, utilizzando la tecnologia di ricarica rigenerativa. Ovvero, l'auto prevede, quando in frenata o decelerazione, la possibilità di sfruttare l'energia cinetica accumulata attraverso il motore elettrico che diventa così un generatore in corrente elettrica per ricaricare le batterie. Il motore elettrico richiama, così, energia dissipata in energia elettrica.

Ford Kuga

Per quanto riguarda la tecnologia Mild Hybrid, invece, questa impiega uno starter/generator, azionato da una cinghia (BISG), che sostituisce l'alternatore standard, consentendo il recupero e lo stoccaggio di energia durante le decelerazioni del veicolo e la ricarica di un pacco batteria di ioni-litio da 48 volt, raffreddato ad aria. Il BISG funge anche da motore, utilizzando l'energia accumulata per fornire assistenza alla coppia elettrica del motore durante la guida e l'accelerazione normale, oltre a far funzionare gli accessori elettrici a bordo del veicolo. Il sistema a 48 volt consente, inoltre, alla tecnologia Start-Stop di funzionare in più situazioni per un ulteriore risparmio di carburante, contribuendo a raggiungere consumi da 4,3 l/100 km ed emissioni di CO2 da 11 g/km NEDC (da 5 l/100 km e 132 g/km WLTP).

Come si guida

Due tasti presenti nella sezione centrale della console permettono di gestire la cosiddetta EV Drive Mode. Da una parte la centralina può gestire automaticamente la modalità di propulsione; dall'altra, anche in movimento, il guidatore può decidere in quale misura usare il motore elettrico e in quale il motore termico. Sono quattro le modalità di guida elettrica disponibili.

  • EV Adesso è 100% elettrica: la trazione è esclusivamente elettrica e con le batterie cariche si possono percorrere fino a 56 km. Quando la carica è quasi esaurita, la nuova Kuga Plug-In passa automaticamente in modalità ibrida.
  • EV Automatico Full Hybrid: l'auto gestisce in maniera completamente autonoma il passaggio tra modalità elettrica, ibrida, a benzina, garantendo la combinazione migliore tra prestazioni ed efficienza.
  • EV Dopo mantenimento carica: la trazione è ibrida e dà priorità all'utilizzo del motore termico per mantenere cariche le batterie se si desidera utilizzare la modalità elettrica più avanti nel viaggio
  • Carica EV ricarica: la trazione è ibrida e dà prioritò all'utilizzo del motore termico per ottimizzare la ricarica della batteria, in modo da aumentare l'autonomia elettrica

Ford Kuga

Come si ricarica

Una vettura Plug-in Hybrid con un livello così basso di emissioni come Nuova Ford Kuha beneficia di una serie di agevolazioni fiscali e amministrative, in funzione della regione in cui il veicolo circola. Si parte dalla riduzione del bollo auto per vetture ibride/elettriche fino agli incentivi statali per l'acquisto e l'installazione del wallbox. Grazie alle emissioni molto basse di Ford Kuga Plug-in si beneficia anche dell'Ecobonus statale. Inoltre, si può fare accesso alle ZTL, che può essere interdetto a vetture con motore termico, e questo vale anche per i parcheggi gratuiti.

Sono disponibili due modalità di ricarica, domestica e in ambienti pubblici. Nel primo caso il Wallbox (PWM) garantisce la sicurezza dell'impianto, mentre la ricarica può essere effettuata anche tramite prese domestiche (3,7 kW, 16A 230 V) e industriali (7,4 kW, 32A 230 V, no a 10A). Nel caso della ricarica in ambienti pubblici troviamo un sistema di sicurezza sempre di tipo PWM all'interno della colonnina, mentre la ricarica è disponibile nelle varianti Monofase (7,4 kW, 32A 230 V) e Trifase (22 kW, 32A 400V). Di serie con la vettura sono forniti il cavo di ricarica domestica (control box 8A) e il cavo di ricarica per Wall-Box e stazioni pubbliche.

Ford Kuga

I punti di ricarica pubblici sono quasi sempre disponibili in corrente alternata. La corrente alternata del sistema distributivo viene trasformata in corrente continua dal trasformatore presente all'interno della batteria del veicolo (nel caso della Kuga PHEV è da 3,6 kW). Tutte le batterie dei veicoli elettrificati funzionano in questo modo. Bisogna poi aggiungere che la potenza della batteria indicata da Ford in 14,4 kWh è solo nominale, mentre il dato reale scende a 10,3 kWh reale perché il 20% serve per il normale funzionamento, ovvero gestire le ripartenze a freddo e poter sempre garantire la modalità ibrida in elettrico.

Il comportamento in ricarica è simile a quello di un normale smartphone. La ricarica è lenta dallo 0 al 20%, veloce dal 20 all'80% e di nuovo lenta fino al 100%. Questo preserva la longevità della batteria. Quando il veicolo è carico dal 20 all'80% beneficia di un'autonomia che va dai 10 fino ai 46 chilometri in propulsione completamente elettrica, che diventano 56 al 100%. I tempi di ricarica dipendono da tre parametri: potenza della sorgente, potenza massima accettata in ingresso dalla vettura e capacità del cavo di ricarica, dove è il valore più basso dei tre a comandare sul ritmo di ricarica. Il tempo di ricarica si calcola dividendo la capacità reale della batteria in kWh con la potenza di carica massima disponibile (kW).

FordPass

FordPass è un'app che permette una connessione con la vettura da remoto. Fra le funzionalità messe a disposizione troviamo il monitoraggio a distanza dallo stato della ricarica, e dell'autonomia elettrica e mista, lo storico dei percorsi e delle ricariche, la funzione di pianifica della ricarica e la programmazione di partenze e temperatura abitacolo. Questo consente di trovare il veicolo alla temperatura desiderata per il momento in cui serve effettivamente. Un sistema di notifiche push avverte se la ricarica è stata completata, se la temperatura interna desiderata è stata raggiunta, l'eventuale interruzione della ricarica, e altro ancora.

Il veicolo può essere dotato di un quadro strumenti LCD da 12,3" con tecnologia free form e offre cluster digitale a 24-bit a colori che genera immagini ed icone ad alta risoluzione.

Local Hazard Information

Si tratta di un insieme di tecnologie predittive per la gestione di avvisi di pericolo in tempo reale. Local Hazard Information informa i conducenti dei pericoli presenti sulle strade prima che vengano rilevati dai sensori delle auto. Questo funziona tramite un sistema di comunicazioni tra i veicoli, ad esempio sulla base dell'attivazione delle luci di emergenza. Diversi produttori automobilistici hanno aderito all'iniziativa, che quindi funziona anche con vetture non Ford. Altre informazioni sulle dotazioni di assistenza alla guida di Nuova Ford Kuga si trovano qui.

Prezzi

Partiamo da €28.750 per il modello Titanium con EcoBoost 1.5 150CV per poi andare a €29.750 per Titanium con EcoBlue 1.5 120CV e ai €32.000 di Titanium con EcoBlue Hybrid 2.0 da 150 CV. Infine, Titanium Plug-In Hybrid 2.5 da 225CV ha costi a partire da €38.250. Queste le forme di finanziamento previste:

Kuga Titanium 1.5 EcoBoost 150CV
IdeaFord anticipo zero
€385 al mese (36 mesi)

Kuga Titanium 2.5 Plug-In Hybrid 225CV
IdeaFord anticipo €3.000
€385 al mese (36 mesi)

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
frankie09 Maggio 2020, 16:51 #1
Leggendo l'articolo non si capisce nulla, sembra tutto un mix di sigle tra le quali non si riesce a venirne a capo.
biffuz09 Maggio 2020, 17:49 #2
"la vettura Ford più elettrificata di sempre".... perfavore licenziate chi ha scritto questa tagline...
Unax09 Maggio 2020, 22:17 #3
elettrizzante
Lieutenant09 Maggio 2020, 22:40 #4

Finanziamento strano...

Non capisco il finanziamento. Come puo' essere 385*36=13860 quando l'auto costa 30000 e oltre?
Manca qualcosa all'articolo o sfugge qualcosa a me?
ramses7709 Maggio 2020, 22:58 #5
Articolo che sembra tradotto con un programmino, pure economico e poi assemblato da un bambino. Confuso, sconclusionato, non si capisce nulla. Leggere poi "sistema a 48 volte" mi ha fatto piegare in due. Avete pure tradotto gli EV Mode, dai nomi EV Auto, EV Now, EV Later e EV Charge... con EV Adesso, EV dopo... E la Ford "più elettrificata di sempre", ha il motore elettrico puro solo in una tabella. Dai, un minimo di decenza, Hwupgrade, portate rispetto per i vostri lettori!
Gundam.7510 Maggio 2020, 07:41 #6
con idea ford dopo 3 anni hai diverse opzioni:
1)Paghi maxi rata e tieni la macchina
2)Finanzi la maxirata e quindi ancora interessi per tenere la macchina
3)Dai indietro la macchina che avrà un valore residuo garantito (ovviamente deve essere perfetta) e prendi un'altra ford con lo stesso servizio (idea ford) e continui a pagare le rate a vita. Con questo servizio, tagliandi,bollo e assicurazione sono a tuo carico.
AarnMunro10 Maggio 2020, 11:50 #7
Il valore aggiunto di quest'articolo è nullo...anzi...
Non invoglia ad andare sul sito ed anzi, rende antipatico l'oggetto dell'articolo.
Fossi la Ford chiederei i danni: "EV Dopo"...
pipperon10 Maggio 2020, 22:47 #8
Purga
la seconda piu' meDDosa ford di sempre!

La prima e' l'ecosborr

Con i pezzi da 90 fatti da ford... mah
Gundam.7511 Maggio 2020, 10:39 #9
Preferivo la vecchia versione come design, ma parlando di motori da ex possessore di ford, posso dire che il problema maggiore nei suoi motori diesel, è la gestione del fap/dpf. Io ho venduto l'auto (per disperazione) proprio per il questo e sa fate una ricerca online, vedrete che il problema è diffusissimo.
nyo9011 Maggio 2020, 12:24 #10
Di articoli scritti male ne ho visti veramente tanti da quando la testata ha cercato di privilegiare il numero di click alla qualità, ma questo sicuramente spicca su tutti gli altri. Probabilmente sarebbe il caso di far scrivere di certe tematiche a qualcuno che... Non dico se ne intenda, ma almeno che conosca l'argomento.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^