Larry Page, il CEO di Google, sta sviluppando in segreto una macchina volante

Larry Page, il CEO di Google, sta sviluppando in segreto una macchina volante

Il CEO di Google ha investito in gran segreto circa 100 milioni di dollari su due start-up che si occupano della produzione di progetti di velivoli ad uso personale

di Nino Grasso pubblicata il , alle 17:31 nel canale Tecnologia
Google
 

Il CEO di Google, Larry Page, ha investito circa 100 milioni di dollari per la realizzazione di auto volanti. A riportarlo è un nuovo pezzo di Bloomberg, che sostiene che il dirigente ha finanziato segretamente due start-up con sede in California, Zee.Aero e Kitty Hawk, al lavoro su auto volanti. Sebbene una delle due società sia stanziata vicino al campus di Google nella città di Mountain View, il coinvolgimento di Page è rimasto segreto. Almeno fino ad oggi.

Zee.Aero
Uno dei progetti di Zee.Aero, tratto da un brevetto della start-up

Ad averlo rivelato sono state alcune fonti vicine alle vicende, che hanno affermato anche che Zee.Aero ha sviluppato un paio di velivoli con cui vengono effettuati regolarmente dei test di volo. La start-up possiede un impianto vicino una pista a Hollister nel sud della California, dove i cittadini affermano di aver visto strani mezzi circolare a mezza altezza nei pressi della città. Uno dei due velivoli è descritto come un aereo per una sola persona con eliche nella parte posteriore, l'altro sembra più spazioso.

Il progetto di Zee.Aero è top secret, ma la società è nota per non essere mai stata molto timida nel mostrare le proprie capacità ad esempio superando il record di volo "non alimentato" al Red Bull Flugtag del 2013.

Dall'altra parte nelle mire di Larry Page troviamo anche Kitty Hawk, capitanata da Sebastian Thrun e considerata come una concorrente diretta di Zee.Aero dallo stesso Page. Thrun è il fondatore del celeberrimo X Lab di Google, oltre che una delle menti dietro il progetto delle auto a guida autonoma per la compagnia di Mountain View. Page crede apparentemente che le due compagnie possano fare meglio, e più rapidamente, se competono direttamente e in maniera sana tra di loro.

La seconda firma, più piccola rispetto a Zee.Aero, sta lavorando su un progetto meno ambizioso, più simile a un quadricottero. Un concetto simile a quanto pare a quello mostrato da una società concorrente al CES di Las Vegas. Secondo Bloomberg Page vuole mantenere il più stretto riserbo sulla propria collaborazione nei due progetti e, secondo Bloomberg, il CEO di Google avrebbe minacciato di chiudere i rubinetti se fosse trapelato qualcosa alla stampa.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Pier220409 Giugno 2016, 17:53 #1
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: http://auto.hwupgrade.it/news/tecno...ante_63121.html

Il CEO di Google ha investito in gran segreto circa 100 milioni di dollari su due start-up che si occupano della produzione di progetti di velivoli ad uso personale


Da quando le cose in gran segreto finiscono negli articoli

Una cosa segretissima, che resti tra noi 3.. o quattrocentomila...
+Benito+09 Giugno 2016, 22:31 #2
Una cosa insensata e senza futuro. Le auto stanno a terra, spostarsi in aria è conveniente solo per grandi numeri, tant'è che anche gli aerei sono sempre più grandi per essere sostenibili.
LMCH09 Giugno 2016, 23:14 #3
Originariamente inviato da: +Benito+
Una cosa insensata e senza futuro. Le auto stanno a terra, spostarsi in aria è conveniente solo per grandi numeri, tant'è che anche gli aerei sono sempre più grandi per essere sostenibili.


Oppure sarà roba da ricchi o per chi lavora in zone remote.
Tipo una specie di elicottero, ma più facile da pilotare e con meno restrizioni d'uso.
Timewolf10 Giugno 2016, 00:52 #4
Originariamente inviato da: +Benito+
Una cosa insensata e senza futuro. Le auto stanno a terra, spostarsi in aria è conveniente solo per grandi numeri, tant'è che anche gli aerei sono sempre più grandi per essere sostenibili.


mah, queste certezze sul futuro io non ne ho.
Chissa' come ci muoveremo tra 20 anni..
LMCH10 Giugno 2016, 03:47 #5
A proposito di possibili utilizzi ...
In Texas usano elicotteri leggeri per la caccia ai maiali selvatici:
http://www.foxnews.com/travel/2011/09/29/pork-choppers-set-sights-on-hogs-wild.html#ixzz1ZU106y7I
Dove per "maiali selvatici" si intendono i cuGGini grossi e psicopatici dei cinghiali nostrani.
E non è una cosa limitata agli USA.
Se ricordo bene, negli anni '60 o '70 i tecnici della Schweizer (che fabbrica elicotteri leggeri) si recarono in Nuova Zelanda per cercare di capire come mai da quelle parti i loro elicotteri avessero più incidenti la che nel resto del mondo.
Con loro enorme stupore ed orrore scoprirono che c'erano parecchi clienti che li usavano per dare la caccia in alta quota a delle specie di capre di montagna.
Uno dei motivi dello stupore era che cacciavano OLTRE LA QUOTA OPERATIVA DI SICUREZZA di quei frullini.
Uno dei motivi dell'orrore era che visto che cacciavano lungo i pendii di vallate, i piloti sfruttavano l'effetto suolo (la maggior spinta in prossimità del suolo) lungo i pendii delle montagne, in pratica usavano i frullini come se fossero delle specie di hovercraft e visto che dovevano prendere velocità per salire di quota lungo i pendii ... FACEVANO COME GLI SKATEBOARDER CON L'HALF-PIPE.
Usavano come "skateboard" l'elicottero pilotato a volo radente per sfruttare l'effetto suolo ... ed usavano come half-pipe i pendii opposti delle vallate.
Sembra che il grosso degli incidenti avvenisse quando dopo aver abbattuto un animale ... cercavano di atterrare in un punto abbastanza vicino (se oltre la quota operativa smanettando di half-pipe ed effetto suolo) per poi prendere la preda, legarla ad uno dei pattini, alzarsi per quanto possibile per puro effetto suolo e poi ridiscendere giù.
Notare che parlavo di quota operativa di sicurezza, quella reale massima fluttua perché dipende dalla pressione atmosferica e dalla temperatura dell' aria.
Immaginatevi quindi come cambiavano di volta in volta i reali margini di sicurezza.

Quel che intendo dire è che se quei frullini hanno trovato clienti così fuori di testa, immaginatevi la clientela di aggeggi meno costosi e/o più semplici da pilotare.
+Benito+10 Giugno 2016, 09:46 #6
Originariamente inviato da: Timewolf
mah, queste certezze sul futuro io non ne ho.
Chissa' come ci muoveremo tra 20 anni..


Esiste un limite alla fantasia e si chiama fisica. I volopattini non esisteranno mai.
rockrider8110 Giugno 2016, 09:49 #7
Preferisco questo tipo di veivolo compreso il pilota ...
https://www.youtube.com/watch?v=G-4Y727dY4M

Timewolf10 Giugno 2016, 10:05 #8
Originariamente inviato da: +Benito+
Esiste un limite alla fantasia e si chiama fisica. I volopattini non esisteranno mai.


tra un volopattino ed una macchina volante ce ne passa
rockrider8110 Giugno 2016, 10:07 #9
GTKM10 Giugno 2016, 10:07 #10
Com'è giusto che sia, le restrizioni saranno uguali a quelle degli altri mezzi volanti.

Poi non capisco il senso di una roba del genere, sinceramente. Se tutti avessimo auto volanti, ad esempio, sarebbe un casino.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^