Le auto elettriche contribuiranno a rendere il petrolio sempre meno fondamentale

Le auto elettriche contribuiranno a rendere il petrolio sempre meno fondamentale

Lo dice una ricerca di BNP Paribas: per rimanere competitivo sul mercato il prezzo del petrolio dovrebbe attestarsi tra i 9 e i 19 dollari al barile

di , Rosario Grasso pubblicata il , alle 15:21 nel canale Tecnologia
 

Una nuova ricerca, commissionata da BNP Paribas, afferma che le future economie basate sulle energie rinnovabili renderanno il petrolio sempre meno competitivo sui mercati ai prezzi attuali. Secondo la ricerca, l'elettricità generata da fonti rinnovabili finirà per erodere il 40% delle quote di mercato del petrolio.

Lo studio si concentra sul concetto di "Energy Return on Capital Invested (EROCI)", ovvero sulla capacità di produrre energia sulla base di un investimento di 100 miliardi di dollari che può essere fatto in petrolio o in energie rinnovabili. In altri termini, ci si chiede: per un dato esborso di capitale in petrolio e fonti rinnovabili, quanta energia utile si ottiene? Le analisi indicano che a parità di investimento i nuovi progetti rinnovabili (eolico e solare in particolare), sfruttati per la mobilità elettrica, produrranno energia utile alla ruota superiore di 6 o 7 volte rispetto a quanto possibile con il petrolio a 60 dollari al barile, nel caso dei veicoli a benzina. Per i veicoli a gasolio il rapporto e di 3 o 4 volte.

BNP Paribas

Per continuare a produrre la quantità di benzina che si è resa necessaria nel 2018, l'industria petrolifera dovrebbe spendere 25 mila miliardi di dollari all'anno per i prossimi 25 anni, mentre per produrre il livello di energia dalle fonti rinnovabili il costo si aggirerebbe tra 4600 e 5200 miliardi di dollari.

Attualmente, il 33% dell'energia globale proviene dal petrolio, mentre le energie rinnovabili contribuiscono solo per il 3%. Nel corso dei prossimi 15 o 20 anni il vantaggio competitivo del petrolio è destinato a diminuire per i costi crescenti per la manutenzione degli impianti e per la necessità di sostituire i pozzi esauriti. "Una parte crescente della produzione di petrolio sarà soggetta alla forte concorrenza di una fonte di carburante più economica e pulita", sostiene lo studio. “Il vantaggio competitivo è destinato a spostarsi decisamente verso i veicoli elettrici rispetto alle auto a petrolio nei prossimi cinque anni. A nostro avviso, questo avverrà molto prima di quanto stimi l'industria petrolifera”, afferma BNP Paribas.

Perché la benzina possa rimanere economicamente competitiva rispetto ai veicoli elettrici alimentati a batteria il costo del petrolio dovrà scendere fino a 9 o 10 dollari al barile, contro i circa 60 dollari dello scambio attuale. Nel caso del diesel, invece, il costo del petrolio dovrà aggirarsi tra i 17 e i 19 dollari.

Più di un terzo del greggio prodotto oggi (circa il 36% secondo lo studio) viene usato a bordo di veicoli che potenzialmente potrebbero essere elettrificati e un ulteriore 5% serve a produrre energia. Questo vuol dire che l'elettricità rinnovabile unitamente alle auto elettriche costituisce una seria minaccia al modello di business del petrolio. "Concludiamo che l'economia del petrolio per i veicoli a benzina e diesel rispetto all'economia alla base dei veicoli elettrici alimentati a energia eolica e solare è ora in declino inarrestabile e irreversibile, con implicazioni di vasta portata sia per i politici che per le major del petrolio", si legge nel rapporto.

Il maggior numero di fonti di energia rinnovabili porta in dote altri indiscutibili vantaggi. Innanzitutto, benefici ambientali in termini di riduzione dell'inquinamento e di cambiamenti climatici. Ma anche benefici per la salute pubblica, maggiore facilità nel trasporto dell'elettricità rispetto al petrolio, maggiore stabilità nei prezzi di produzione.

"Sia nel caso del diesel che della benzina, i giorni del petrolio come combustibile per i veicoli commerciali leggeri sono contati perché l'economia che prevede progetti eolici e solari di nuova generazione combinata con i veicoli elettrici diventerà irresistibile", conclude la banca.

Lo studio è molto rilevante nella misura in cui prefigura uno scenario di produzione di energia e mobilità completamente differente rispetto all'attuale. Il progressivo miglioramento delle tecnologie alla base della produzione di energia a partire dalle fonti rinnovabili e delle tecnologie di propulsione elettrica e inerenti l'autonomia delle batterie potrebbero rendere progressivamente superfluo l'uso del carburante basato su combustibili fossili. L'economia alla base del petrolio, come abbiamo visto nel corso dell'articolo, va infatti incontro a una serie di ostacoli crescenti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
The_SaN03 Settembre 2019, 15:43 #1
Ma si, infatti è risaputo che l'elettricità non viene prodotta in gran parte dalle centrali termiche...
Ragerino03 Settembre 2019, 15:51 #2
Il petrolio viene utilizzato per un infinità di cose. Non saranno certo quelle quattro auto elettriche a mandare in crisi l'industria.
Vorrei ricordare che di anno in anno i prognostici ottimisti della diffusione delle auto elettriche vengono via via ridimensionati in peggio, vista la realtà dei fatti.
Francamente prevedo un bel flop per molti dei modelli che le case tipo VW intendono immettere sul mercato. La gente non comprerebbe prodotti inferiori (dal punto di vista utilitaristico) rispetto a quelli che ha già.
Cfranco03 Settembre 2019, 16:09 #3
Originariamente inviato da: Ragerino
Il petrolio viene utilizzato per un infinità di cose. Non saranno certo quelle quattro auto elettriche a mandare in crisi l'industria.

Dal petrolio si possono ricavare innumerevoli composti che spesso hanno qualità eccezionali.
Sprecare un bene così prezioso e non rinnovabile per produrre elettricità o spostare veicoli è una idiozia.
tony7303 Settembre 2019, 16:53 #4
L'energia elettrica la produce Gesù? ipotizziamo che domani l'automotive diventi di colpo solo elettrico, miliardi di veicoli "green" bene… con cosa la produciamo tutta questa energia? con l'eolico?
matsnake8603 Settembre 2019, 17:26 #5
Finchè non renderanno pratica l'auto elettrica l'unica alternativa rimarrà l'ibrido che ha molto dei vantaggi dell'elettrico senza averne gli svantaggi.
giovanbattista03 Settembre 2019, 18:31 #6

Confermo

Lo scorso week end ho fato una puntatina a Cap d'Antibes e vi erano anche 5 delle 7 sorelle, in effetti le ho trovate preccupate........indossavano una maglietta con la scritta "NoSupercharger difendi il pianeta"
Dumah Brazorf03 Settembre 2019, 18:33 #7
Facciamo la corrente a metano e carbone, anzi no, a rumenta. Ne abbiamo da esportare.
Flortex03 Settembre 2019, 19:49 #8
Originariamente inviato da: matsnake86
Finchè non renderanno pratica l'auto elettrica l'unica alternativa rimarrà l'ibrido che ha molto dei vantaggi dell'elettrico senza averne gli svantaggi.


Non la renderanno pratica.
Ti obbligheranno, a fior di tasse e divieti.
La normativa europea è già stata fissata e prevede nei prossimi 10 anni un 30% almeno di elettrico.
Se ne fregano della realtà.

E quando obietterai che ha degli svantaggi improponibili, tra cui dei costi spaventosi, ti diranno che "se non te lo puoi permettere" è un problema tuo e che "ci sono i mezzi pubblici".

Siete sempre così ingenui.
giovanbattista03 Settembre 2019, 20:22 #9
Originariamente inviato da: Flortex
Non la renderanno pratica.
Ti obbligheranno, a fior di tasse e divieti.
La normativa europea è già stata fissata e prevede nei prossimi 10 anni un 30% almeno di elettrico.
Se ne fregano della realtà.

E quando obietterai che ha degli svantaggi improponibili, tra cui dei costi spaventosi, ti diranno che "se non te lo puoi permettere" è un problema tuo e che "ci sono i mezzi pubblici".

Siete sempre così ingenui.


Qui l'ingenuo sei tu discendente di Nostradamus o sei uno dei veggenti della nuova generazione?
Manco sai "domani" cosa ci sarà nel piatto.......e poi posso essere sempre nel 70% indi la cosa non mi tange, me che meno con i 170k fatti dal'92 con la mia auto, sempre la stessa quindi d'epoca (e di interesse storico) vado come e quando voglio anche con blocco traffico e al massimo mi ferma il vigile pischello xchè vuole vedere bene com'è una vera auto e mi stringe la mano con i complimenti
Flortex03 Settembre 2019, 20:26 #10
Originariamente inviato da: giovanbattista
Qui l'ingenuo sei tu


Ingenui in senso buono, suvvia, non te la prendere.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^