Lotus E-R9, l'auto elettrica da endurance in pista entro il 2030

Lotus E-R9, l'auto elettrica da endurance in pista entro il 2030

Questo nuovo progetto si chiama E-R9 e si affida a tutte le tecnologie moderne, e quelle di prossima divulgazione, per creare un'auto da corsa completamente elettrica pensata per primeggiare nelle competizioni endurance, tipo ad esempio la 24 Ore di Le Mans

di pubblicata il , alle 09:41 nel canale Tecnologia
Lotus
 

Vi avevamo già parlato qui della vettura elettrica Evija, l'hypercar elettrica da 2 milioni di dollari e 2.000 CV, ora Lotus presenta un'altra auto elettrica pensata per il mondo delle corse endurance.

Questo nuovo progetto si chiama E-R9 e si affida a tutte le tecnologie moderne, e quelle di prossima divulgazione, per creare un'auto da corsa completamente elettrica pensata per primeggiare nelle competizioni endurance, tipo ad esempio la 24 Ore di Le Mans, dove non serve essere solo molto veloci ma disporre anche di tecnologia affidabile e soprattutto di un'autonomia di gara elevata per ridurre al minimo i pit-stop.



Clicca per ingrandire

La E-R9 è stata sviluppata dalla divisione Lotus Engineering per mostrare il proprio livello nel campo della trazione elettrica ma anche in quello dell'aerodinamica.

"Quello che abbiamo cercato di fare è spingere i limiti di dove siamo tecnicamente oggi e considerare quanto abbiamo a disposizione per l'imminente futuro. La Lotus E-R9 incorpora tecnologie che ci aspettiamo di sviluppare e che siano pratiche. Lotus ha una storia incredibile nello sviluppo di soluzioni uniche e lo abbiamo fatto molte volte nel motorsport e con le nostre auto da strada" ha commentato Richard Hill, capo della divisione aerodinamica di Lotus.

Un design nero e oro, marchio di Lotus negli sport motoristici, che incornicia una sofisticata aerodinamica attiva realizzata con pannelli della carrozzeria "morphing" in cui le superfici sono attive e possono cambiare la loro forma, e relativo assetto al flusso d'aria, con la semplice pressione di un pulsante da parte del guidatore o automaticamente in base agli input di vari sensori.


Clicca per ingrandire

La Lotus E-R9 è dotata di una trasmissione elettrica avanzata che alimenta ciascuna ruota in modo indipendente, si basa sulla tecnologia già integrata nella hypercar elettrica Lotus Evija, con tutto il necessario per essere efficiente in pista.

“La densità di energia della batteria e la densità di potenza si stanno sviluppando in modo significativo di anno in anno. Prima del 2030, avremo batterie chimiche a celle miste che daranno il meglio di entrambi i mondi, così come la capacità di 'sostituire a caldo' le batterie durante i pit stop" ha dichiarato Louis Kerr, ingegnere responsabile della divisione hypercar elettriche per Lotus.

La E-R9 potrebbe essere sulla griglia di partenza dei circuiti di tutto il mondo per la stagione 2030, 75° anniversario della Mark IX prima auto endurance del marchio che debuttò alla 24 Ore di Le Mans nel 1955, per il momento aspettiamo maggiori dettagli tecnici a riguardo annunciati per il mese di marzo.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Zappz18 Febbraio 2021, 09:47 #1
Per assurdo potrebbe essere piu' rapido un pitstop con cambio batteria, piuttosto che con il rifornimento carburante.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^