MiMoto, scooter sharing elettrico della città di Milano: gran successo per questi primi 8 mesi

MiMoto, scooter sharing elettrico della città di Milano: gran successo per questi primi 8 mesi

Ottimi risultati a Milano e nuove opportunità in vista per questo progetto di scooter sharing, tra qualche mese sarà resa nota la seconda città italiana a servirsi di questo sistema e per il 2019 si parla di progetti anche a livello europeo

di pubblicata il , alle 11:21 nel canale Tecnologia
 

Ve ne avevamo già parlato verso la fine dello scorso anno, MiMoto un servizio di scooter sharing che si affida a mezzi elettrici per facilitare gli spostamenti all'interno della città di Milano, ora dopo 8 mesi di servizio arrivano conferme sulla bontà di questo sistema e su nuovi progetti all'orizzonte non solo per la principale città lombarda.

La flotta degli agili scooter elettrici Askoll, costruiti da un'azienda vicentina, è partita composta da circa 100 unità e ad oggi se ne contano 250 distribuiti per tutta la città di Milano, con la possibilità di trovarne anche verso le zone più periferiche come ad esempio l'idroscalo.

In questi mesi si sono raccolti dati che fanno ben sperare in una costante e continua crescita, soprattutto ora con l'arrivo della bella stagione:

  • quasi 20.000 kg di CO2 risparmiati
  • 28.000 utenti registrati, grazie anche alle particolari agevolazione per gli studenti degli atenei milanesi ai quali è riservato uno sconto del 27%
  • una media di 3 corse al giorno per ogni scooter, salite fino a 4,5 durante questi ultimi mesi primaverili
  • il 60% degli utenti ha età sotto i 34 anni
  • 1 utente su 4 è donna

"Da tempo Milano ha nella mobilità sostenibile e in condivisione uno dei punti di forza che la rendono all'avanguardia e attrattiva” dichiara Marco Granelli, assessore alla Mobilità e Ambiente del Comune di Milano “Anche per il futuro puntiamo ad implementare questa forza, ed è per questo che ci fa molto piacere che progetti come MiMoto, che tra l'altro ha il merito di promuovere l'uso dei veicoli elettrici, si affermino e ci affianchino in questo percorso fatto di buone pratiche, compatibilità ambientale e sviluppo sostenibile".

“MiMoto per noi non è un lavoro, ma è una passione solo agli inizi. Non è una sfida facile, ma la stiamo portando avanti con tenacia e perseveranza, sicuri delle nostre scelte, per dare ai nostri clienti un servizio basato sulle loro esigenze e per soddisfare un fabbisogno fondamentale: la mobilità, e ridare loro il proprio tempo" affermano i tre fondatori Alessandro, Gianluca e Vittorio, "Scelte che ci stanno premiando in termini di brand awareness e di soddisfazioni da parte degli utenti che sempre di più ogni giorno scelgono MiMoto per i loro spostamenti quotidiani. Il format milanese è stato testato, ora siamo pronti a sbarcare in altre città”.

Infatti ci sono nuove opportunità in vista per questo progetto di scooter sharing, tra qualche mese sarà resa nota la seconda città italiana a servirsi di questo sistema e per il 2019 si parla di progetti anche a livello europeo; per maggiori informazioni a riguardo vi invitiamo a visitare la pagina web dedicata a MiMoto e a seguire la relativa pagina facebook in continuo aggiornamento.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nickname8813 Giugno 2018, 12:26 #1
Molto interessante.

Di gran lunga rispetto alle e-bike.
Il colore però gioca a forte sfavore.
emanuele8313 Giugno 2018, 12:51 #2
Originariamente inviato da: nickname88
Molto interessante.

Di gran lunga rispetto alle e-bike.
Il colore però gioca a forte sfavore.


Eh si il colore giallo che le fa vedere anche in lontananza è un bel dito in Io le noleggerei solo se fossero rosse. anzi no gialle, ma un po' più scure...

Intanto a varese:
http://www.varesenews.it/2018/06/of...do-male/724445/
dado197913 Giugno 2018, 13:17 #3
Originariamente inviato da: nickname88
Molto interessante.

Di gran lunga rispetto alle e-bike.
Il colore però gioca a forte sfavore.


Originariamente inviato da: emanuele83
Eh si il colore giallo che le fa vedere anche in lontananza è un bel dito in Io le noleggerei solo se fossero rosse. anzi no gialle, ma un po' più scure...

Intanto a varese:
http://www.varesenews.it/2018/06/of...do-male/724445/

Io solo se fossero un terra di Siena naturale!
E tutto ciò che conta veramente lo salutiamo e facciamo gli italiani medi.
Addio roba seria e benvenuta puerilità!
roccia123413 Giugno 2018, 13:32 #4
Originariamente inviato da: nickname88
Molto interessante.

Di gran lunga rispetto alle e-bike.
Il colore però gioca a forte sfavore.


Il colore? Scusa ma chissenefrega del colore...
nickname8813 Giugno 2018, 13:32 #5
Originariamente inviato da: dado1979
Io solo se fossero un terra di Siena naturale!
E tutto ciò che conta veramente lo salutiamo e facciamo gli italiani medi.
Addio roba seria e benvenuta puerilità!

Nella società attuale anche l'estetica gioca un ruolo fondamentale.
La praticità va bene sotto alcuni aspetti, ma non è facile andare in giro con quella roba.

Se venisse distribuita una tuta per motociclisti ultra rivoluzionaria ma esteticamente somigliante al completo di un pagliaccio, in quanti pensi che la indosserebbero ?
emanuele8313 Giugno 2018, 13:40 #6
Originariamente inviato da: nickname88
Molto interessante.

Di gran lunga rispetto alle e-bike.
Il colore però gioca a forte sfavore.


Originariamente inviato da: roccia1234
Il colore? Scusa ma chissenefrega del colore...


ma scusa, dai non dirmi che vai in giro con un auto di un colore ridicolo come rosso ferrari o arancio mclaren o verde lotus, magari con le strisce gialle.

Ma lo sai perché la lobby dei tassisti a Milano ha fatto pressioni a livello INTERNAZZzZionale per cambiare il colore dei TAXI da giallo a bianco? Perché sui taxi gialli non ci andava più nessuno. Mio cuggino, poi, che fa il tassista a nuova york, mi ha detto che la i poteri forti obbligano i tassisti a vestirsi anche di giallo. Perchè ci sono così tanti taxisti asiatici a new york? sveliaaa!!1!11

EDIT: ma poi pensandoci bene: prendi i giubbotti di salvataggio. Perché sono di quel colore così odioso, arancione quasi fosforescente. Ma chi li indossa, dico io. Possibile che nessuno abbia mai pensato a farli un bel Navy Blue?
nickname8813 Giugno 2018, 13:49 #7
Il giubotto salvagente deve essere di un colore che li renda molto visibili in caso di soccorso.

Questi motorini invece non han di certo questa necessità.
Cosè devono rendersi visibili per non farsi mettere sotto dalle auto che passano ?
emanuele8313 Giugno 2018, 13:55 #8
Originariamente inviato da: nickname88
Il giubotto salvagente deve essere di un colore che li renda molto visibili in caso di soccorso.

Questi motorini invece non han di certo questa necessità.
Cosè devono rendersi visibili per non farsi mettere sotto dalle auto che passano ?


in effetti... basta avere il

[B][SIZE="7"]CASCO IN TESTA BEN ALLACCIATO, LUCI ACCESE, ANCHE DI GIORNO E PRUDENZA,[/SIZE][/B]
[B][COLOR="Red"][SIZE="7"]SEMPRE![/SIZE][/COLOR][/B]

Link ad immagine (click per visualizzarla)
Zenida17 Giugno 2018, 23:33 #9
Ma davvero state discutendo del colore? Sono scooter sharing mica ve le dovete comprare.

Vogliamo parlare del nome invece? Ora che è entrata anche Xiaomi in Italia mi aspetto una bella lite tra MiMoto, Xiaomi e Motorola
emanuele8318 Giugno 2018, 08:48 #10
Originariamente inviato da: Zenida
Ma davvero state discutendo del colore? Sono scooter sharing mica ve le dovete comprare.

Vogliamo parlare del nome invece? Ora che è entrata anche Xiaomi in Italia mi aspetto una bella lite tra MiMoto, Xiaomi e Motorola


Io stavo bellamente trollando il troll

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^