Monopattini elettrici come biciclette: con l'anno nuovo riconosciuto il loro utilizzo dal Codice della Strada

Monopattini elettrici come biciclette: con l'anno nuovo riconosciuto il loro utilizzo dal Codice della Strada

Un passo importante, definito con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Legge 27 dicembre 2019 n. 160, che finalmente fa chiarezza su come utilizzare questo tipo di mezzo a due ruote sulle nostre strade, precisando che tale approvazione riguarda esclusivamente i monopattini elettrici

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Tecnologia
 

Una bella notizia per tutti i proprietari di monopattini elettrici che vogliono utilizzarli per i propri spostamenti in ambito urbano e non, con l'inizio del 2020 infatti essi sono stati riconosciuti dal Codice della Strada ed equiparati in tutto e per tutto alle più diffuse biciclette, liberalizzando di fatto il loro utilizzo su tutto il territorio nazionale.

Un passo importante, definito con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Legge 27 dicembre 2019 n. 160, che finalmente fa chiarezza su come utilizzare questo tipo di mezzo a due ruote sulle nostre strade, precisando che tale approvazione riguarda esclusivamente i monopattini elettrici, esclusi quindi altri tipi di modelli riconducibili al segmento della micromobilità elettrica come ad esempio hoverboard o monoruota il cui utilizzo rimane regolamentato da specifiche disposizioni di ciascun comune.

Monopattini sì, ma in regola con le caratteristiche tecniche già definite a suo tempo dal Decreto Toninelli, ovvero caratterizzati da velocità massima di 20 km/h,  potenza del motore non superiore a 500 W e dotati di luci anteriori e posteriori.

Per maggiori informazioni vi rimandiamo all'art. 182 del Codice della Strada che definisce la Circolazione dei velocipedi e dunque, con l'inizio di quest'anno, anche genericamente l'utilizzo dei monopattini elettrici ed al testo del Decreto Toninelli che rimane comunque valido per tutti i mezzi legati alla micromobilità elettrica, salvo monopattini elettrici che, con quanto sopra riportato, si guadagnano un importante salto di livello ed affiancano per diritti e doveri le biciclette classiche ed a pedalata assistita.

77 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Doraneko02 Gennaio 2020, 09:36 #1
Come le biciclette = anarchia
Mi immagino già sti cosi che fanno slalom/sfrecciano tra i pedoni o le auto in coda, che si buttano in strada senza guardare, che circolano contromano e dove non dovrebbero, ecc... e il tutto nell'impunità più totale. Mai sentito di un ciclista multato per qualcosa, nonostante li veda fare quotidianamente tutte le cose descritte qui sopra, oltre al circolare di notte senza fari, al non usare le piste ciclabili neanche quando presenti, ecc... Quando a causa di costi, comodità, ecc... la gente si sposterà in massa su biciclette e monopattini, diventeremo come quei paesi del sudest asiatico in cui nelle strade regna il caos più totale, in cui il vigile tiene d'occhio le auto e i mezzi più leggeri procedono in modo caotico in ogni direzione. Ovviamente se ne tocchi uno con l'auto il giornale scriverà sempre "auto falcia ciclista", con buona pace per la serietà e l'onestà.
vraptus02 Gennaio 2020, 09:42 #2
Bah, non so dove vivi, ma a Bologna le biciclette vengono multate, eccome! Se da te non è così chiedi spiegazioni al tuo sindaco.
VanCleef02 Gennaio 2020, 09:48 #3
Era ora...

@Doraneko: le regole esistono anche per le biciclette (e pure chiare), se la gente non le rispetta (magari per pigrizia o maleducazione) e chi vigila non le fa rispettare (magari per pigrizia o per direttive sbagliate) il problema non sta certo nelle regole.
coschizza02 Gennaio 2020, 09:50 #4
Originariamente inviato da: Doraneko
Come le biciclette = anarchia
Mi immagino già sti cosi che fanno slalom/sfrecciano tra i pedoni o le auto in coda, che si buttano in strada senza guardare, che circolano contromano e dove non dovrebbero, ecc... e il tutto nell'impunità più totale. Mai sentito di un ciclista multato per qualcosa, nonostante li veda fare quotidianamente tutte le cose descritte qui sopra, oltre al circolare di notte senza fari, al non usare le piste ciclabili neanche quando presenti, ecc... Quando a causa di costi, comodità, ecc... la gente si sposterà in massa su biciclette e monopattini, diventeremo come quei paesi del sudest asiatico in cui nelle strade regna il caos più totale, in cui il vigile tiene d'occhio le auto e i mezzi più leggeri procedono in modo caotico in ogni direzione. Ovviamente se ne tocchi uno con l'auto il giornale scriverà sempre "auto falcia ciclista", con buona pace per la serietà e l'onestà.

nei paesi basi nel 2019 la prima causa di morte sulle strada sono stati proprio monopattini e bici elettriche e non perché li ne girano tante ma perchè questa nuova moda di mobilita stradale ha messo nella strare tutta una nuova generazione di incapaci alla guida che alla fine finiscono all'obitotio.
Altro problema è fare incidenti con queste persone che al 99% non saranno assicurate quindi indovinate come va a finire.
ramses7702 Gennaio 2020, 09:59 #5
Perfetto. Da oggi orde di idioti con ruotine da 10cm adattissime per buche e binari (qui Milano) si mischieranno nel traffico specialmente all'ora di punta, senza protezioni,visibilità e logica, zigzagando tra le auto come ubriachi e il primo sventurato che ne sfiorerà uno sarà rovinato per tutta la vita. Con la scusa della tolleranza verso tutto e tutte le forme di necessità stiamo diventando una società che autorizza qualunque tipo di rincoglionimento collettivo. Quando tra 1000 anni ci studieranno i nostri discendenti, si faranno grasse risate.
Cfranco02 Gennaio 2020, 10:48 #6
Originariamente inviato da: coschizza
nei paesi basi nel 2019 la prima causa di morte sulle strada sono stati proprio monopattini e bici elettriche e non perché li ne girano tante ma perchè questa nuova moda di mobilita stradale ha messo nella strare tutta una nuova generazione di incapaci alla guida che alla fine finiscono all'obitotio.
Altro problema è fare incidenti con queste persone che al 99% non saranno assicurate quindi indovinate come va a finire.

E invece è proprio perché li ne girano tante
Purtroppo però girano ancora troppe macchine guidate da deficenti

Originariamente inviato da: ramses77
Perfetto. Da oggi orde di idioti con ruotine da 10cm adattissime per buche e binari (qui Milano) si mischieranno nel traffico specialmente all'ora di punta, senza protezioni,visibilità e logica, zigzagando tra le auto come ubriachi e il primo sventurato che ne sfiorerà uno sarà rovinato per tutta la vita. Con la scusa della tolleranza verso tutto e tutte le forme di necessità stiamo diventando una società che autorizza qualunque tipo di rincoglionimento collettivo. Quando tra 1000 anni ci studieranno i nostri discendenti, si faranno grasse risate.


Invece fino a ieri orde di idioti con suv da due tonnellate guidavano come imbecilli ubriachi sgommando nel traffico senza guardare, senza rispettare il codice, senza usare le frecce e senza nessun rispetto.
Direi che almeno questo è un gran passo avanti
coschizza02 Gennaio 2020, 11:30 #7
Originariamente inviato da: Cfranco
E invece è proprio perché li ne girano tante
Purtroppo però girano ancora troppe macchine guidate da deficenti


come ho gia detto no è perche ne girano tante almeno è quello che sostiene il ministero dei trasporti che ha fatto il report. Anche perché se fosse dovuto al numero perchè solo nel 2019 con il boom della mobilita elettrica per la prima volta i morti su bici sono stati superiori a quelli di altri mezzi ?, li ne girano tante da decenni non solo dal 2019. la colpa secondo il mistero è delle e.bike o monopattini elettrici
Spyto02 Gennaio 2020, 12:57 #8
Non ho capito una cosa leggendo la regolamentazione. Sono uguali alle bici dove ci sono cartelli con limite 30 km orari altrimenti devono andare a Massimo 6 km orari?
Cfranco02 Gennaio 2020, 14:17 #9
Originariamente inviato da: Spyto
Non ho capito una cosa leggendo la regolamentazione. Sono uguali alle bici dove ci sono cartelli con limite 30 km orari altrimenti devono andare a Massimo 6 km orari?


Possono circolare solo su piste ciclabili e zone a 30 Km/h
Su marciapiedi e strade con limite superiore non possono andare
Sandro kensan02 Gennaio 2020, 14:24 #10
@ Spyto
Il decreto toninelli di cui si è parlato molto nell'ultimo anno ha avuto una scarsa applicazione, solo in poche città è attivo e in poche zone di poche città.

Invece la regola nuova si applica a tutta Italia ovvero la regola monopattino/biciclette, quindi si viaggia nelle piste ciclabili, niente marciapiedi, niente passaggi pedonali, si sta a destra nella carreggiata, niente contromano, niente cellulari, niente coppia appaiata ecc, ecc. Le regole dei veicoli che sono auto, moto, bici e monopattino.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^