Monopattini elettrici come biciclette: ecco cosa cambia e come favorirà la micro-mobilità

Monopattini elettrici come biciclette: ecco cosa cambia e come favorirà la micro-mobilità

Una mossa estremamente importante per l'evoluzoine (faremmo meglio a dire nascita) del settore della micro-mobilità urbana in Italia. Presto i monopattini potrebbero infatti essere equiparati alle biciclette tradizionali in ambito normativo

di pubblicata il , alle 12:41 nel canale Tecnologia
 
55 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
NighTGhosT11 Dicembre 2019, 14:05 #11
E io rispondo alleluja....un po' di buon senso...pensavo fosse morto.

Un monopattino che fa i 30km/h e' decisamente MOLTO piu' agile del vecchietto che gira in bicicletta per strada ai 10 se va bene.

Io giro sempre sulle ciclabili OVE POSSIBILE dato che come tutti sappiamo nel nostro paese le piste ciclabili sono come un'oasi nel deserto...e sono un po stanco di sentirmi "pirata della strada e delle regole" quando sono costretto a percorrere un pezzo di strada pur mantenendomi agli estremi bordi della carreggiata perché non c'e' nessuna ciclabile in quel punto.

E non trovavo neanche giusto che le e-bikes fossero trattate come biciclette mentre i monopattini pur viaggiando alla stessa identica velocita' no, ma come acceleratori di andatura permessi solo se in presenza di segnali verticali ed orizzontali specifici.

Questa mossa da sola riaprira' il mercato dei monopattini elettrici e dara' oltre che un vero senso anche un motivo alle persone per acquistarli e utilizzarli, lasciando le loro auto in garage quando possibile.
djmatrix61911 Dicembre 2019, 14:08 #12
Potete avere tutte le buone ragioni per supportare questi nuovi mezzi o le stesse biciclette, e anche io ne sono a favore, ció non toglie che meriterebbero corsie dedicate. Non si puó negare che se questi mezzi prendessero popolaritá e si riversassero in mezzo alle strade, i rischi di incidenti salirebbero alle stelle.

E purtroppo in Italia, siamo ancora indietro anni luce su questo. Fortunatamente non penso che mai nella vita in Italia succederá.. ed al massimo ci girerá qualcuno al nord ogni tanto... ma poca roba.
coschizza11 Dicembre 2019, 14:09 #13
Originariamente inviato da: NighTGhosT
E io rispondo alleluja....un po' di buon senso...pensavo fosse morto.

Un monopattino che fa i 30km/h e' decisamente MOLTO piu' agile del vecchietto che gira in bicicletta per strada ai 10 se va bene.

Io giro sempre sulle ciclabili OVE POSSIBILE dato che come tutti sappiamo nel nostro paese le piste ciclabili sono come un'oasi nel deserto...e sono un po stanco di sentirmi "pirata della strada e delle regole" quando sono costretto a percorrere un pezzo di strada pur mantenendomi agli estremi bordi della carreggiata perché non c'e' nessuna ciclabile in quel punto.

E non trovavo neanche giusto che le e-bikes fossero trattate come biciclette mentre i monopattini pur viaggiando alla stessa identica velocita' no, ma come acceleratori di andatura permessi solo se in presenza di segnali verticali ed orizzontali specifici.

Questa mossa da sola riaprira' il mercato dei monopattini elettrici e dara' oltre che un vero senso anche un motivo alle persone per acquistarli e utilizzarli, lasciando le loro auto in garage quando possibile.


lo sai vero che in olanda proprio grazie alle e-bikes e i monopattini elettrici per la prima volta nel 2019 il tasso dei morti sulle strade ha superato quello degli automobilisti ? e propri o causa del fatto che erano tutti entusiasti come te del passaggio , ma poi alla conta dei morti ci stanno ripensando. Prendiamo spunto da chi ha gia provato questo prima di noi sarebbe saggio

Un monopattino che fa i 30km/h è una bara su ruote
Stefano Landau11 Dicembre 2019, 14:13 #14
Originariamente inviato da: Pino90
A me non sembra una brutta idea. Però che le FFO inizino a multare indiscriminatamente ciclisti, monopattinisti e gente con mezzi veloci sui marciapiedi. In tre giorni che sono andato a lavoro in metro ho rischiato l'investimento da parte di sta gente otto volte!



Perchè?


Perfettamente d'accordo! I Marciapiedi sono per i pedoni, quindi biciclette ed altri mezzi vanno condotti a mano. (Per il codice della strada)
Dove previsto dalla segnaletica le bici possono andare, ma se sono zone pedonali devono procedere a passo d'uomo. Non di più, altrimenti diventano un rischio per i pedoni.
NighTGhosT11 Dicembre 2019, 14:14 #15
Originariamente inviato da: coschizza
lo sai vero che in olanda proprio grazie alle e-bikes e i monopattini elettrici per al prima volta nel 2019 il tasso dei morti sulel strade ha superato quello degl iautomobilisti e propri o causa del fatt oceh erano tutt ientusiasti come te del passaggio , ma pi alal conta dei morti ci stanni ripensando. Prendiamo spunto da chi ha gia provato questo prima di noi sarebeb saggio


In Olanda le sole biciclette sono sempre state un problema x le auto....DA SEMPRE. E ogni anno ci sono TANTI incidenti stradali che coinvolgono le biciclette.

Non demonizzare dunque quelle elettriche e i monopattini.

Io lo uso da Maggio scorso il Segway Ninebot ES3, non sono MAI caduto una volta e non ho neanche MAI sfiorato un pedone.
Come per tutte le cose, basta usare LA TESTA. In presenza di pedoni sulla ciclabile (e capita SPESSO), io rallento SEMPRE. Mai avuto neanche mezzo problema da Maggio a oggi.

Chi li reputa pericolosi o inadatti....semplicemente non ne ha mai provato uno (come si deve...il mio ha sospensione anteriore e posteriore).

P.S.
i marciapiedi sono VIETATI...da SEMPRE...sia a biciclette....che skateboard...monopattini...e quant'altro. Ma voi avete mai visto fare una multa? Io no, mai. E sui marciapiedi io col Segway non giro. Scendo, lo spengo e lo spingo a mano. Come dovrebbero fare anche i ciclisti.
canislupus11 Dicembre 2019, 14:17 #16
Originariamente inviato da: NighTGhosT
E io rispondo alleluja....un po' di buon senso...pensavo fosse morto.

Un monopattino che fa i 30km/h e' decisamente MOLTO piu' agile del vecchietto che gira in bicicletta per strada ai 10 se va bene.

Io giro sempre sulle ciclabili OVE POSSIBILE dato che come tutti sappiamo nel nostro paese le piste ciclabili sono come un'oasi nel deserto...e sono un po stanco di sentirmi "pirata della strada e delle regole" quando sono costretto a percorrere un pezzo di strada pur mantenendomi agli estremi bordi della carreggiata perché non c'e' nessuna ciclabile in quel punto.

E non trovavo neanche giusto che le e-bikes fossero trattate come biciclette mentre i monopattini pur viaggiando alla stessa identica velocita' no, ma come acceleratori di andatura permessi solo se in presenza di segnali verticali ed orizzontali specifici.

Questa mossa da sola riaprira' il mercato dei monopattini elettrici e dara' oltre che un vero senso anche un motivo alle persone per acquistarli e utilizzarli, lasciando le loro auto in garage quando possibile.


Sei mai stato in una città del Nord Europa?
Io ci sono stato e hanno piste ciclabili (dove letteralmente ti inveiscono contro se ci cammini a piedi) e "piste" pedonali.
Qui da noi non è raro vedere persino i motorini camminare sui marciapiedi e tu vedi come positivo un monopattino elettrico che cammina sul bordo di una strada (che spesso sono pericolose pure per gli autobus) con il rischio che debba compiere continue sterzate per evitare buche, dossi e radici di alberi.
Cfranco11 Dicembre 2019, 14:19 #17
Originariamente inviato da: canislupus
@CFranco

Non sono per nulla d'accordo.
Spesso vedi ciclisti camminare affiancati su strade notoriamente pericolose (per strettezza della carreggiata oltre a dossi dovuti ad alberi) e costringendo gli automobilisti a comportamenti molto pericolosi proprio per evitare di paralizzare il traffico.
Per come la vedo io, è giusto che le città siano piene di piste ciclabili anche togliendo parte dello spazio alle automobili, ma devono coesistere in spazi diversi.
Per quanto riguarda i pedoni che camminano sulle piste ciclabili, concordo con te che andrebbero sanzionati senza se e senza ma.

I famosi ciclisti in gruppo sempre in mezzo alle scatole
Però ...
Però
Io invece vedo moltissimi automobilisti che non danno la precedenza quando dovrebbero, che sorpassano a velocità warp passando a 2 cm per poi inchiodare davanti, che usano le piste ciclabili come parcheggio e poi aprono pure lo sportello in faccia a quello che passa, il tutto rimanendo convinti di rispettare il codice della strada e insultando i ciclisti a tutto spiano.
Anche solo per il numero di mezzi questi comportamenti sono molti, molti di più rispetto alle infrazioni commesse dai ciclisti.

Sui pedoni sulle piste ciclabili ( e analogamente sulle bici che usano la strada invece della ciclabile ), il problema è che spesso le amministrazioni tengono in ordine solo la strada, col risultato di marciapiedi che sono buoni solo per spaccarsi una caviglia e ciclabili infestate da buche in grado di far sparire bici e ciclista assieme ( oltre alle solite macchine parcheggiate ovviamente ), poi ci sono i famigerati marciapiedi con spazi distinti per pedoni e bici, ma in cui la segnaletica orizzontale è ormai scomparsa da tempo per cui nessuno sa dove deve stare, dulcis in fundo ci sono le fantasiose ciclabili a scomparsa, con un pezzo di qua e uno di là ma in mezzo non si sa come e dove passare.
E che per caso non ci siano lavori in corso ... "tanto poi i pedoni e i ciclisti in qualche modo si arrangiano" deve essere la mentalità con cui si tracciano percorsi.
Stefano Landau11 Dicembre 2019, 14:22 #18
Originariamente inviato da: canislupus
@CFranco

Per quanto riguarda i pedoni che camminano sulle piste ciclabili, concordo con te che andrebbero sanzionati senza se e senza ma.


Qui hai centrato il problema dell'Italia intera....... Andrebbero sanzionati tutti i comportamenti errati....... ma già non c'è polizia per strada, e quando c'è spesso si fa i fatti suoi.

Sul marciapiedi che percorro tutti i giorni per andare al lavoro in 12 anni ho visto solo una volta dei vigili che obbligavano solo i ciclisti a scendere dal marciapiedi. ASSURDO. Se ci fosse una pattuglia che gira giornalmente e sanziona i comportamenti sbagliati, non ci sarebbero più bici sui marciapiedi, ma neanche pedoni sul marciapiedi o macchine sulle ciclabili ecc.......

Quello è il reale problema: LA MANCANZA ASSOLUTA di controllo e di chi fa rispettare le regole.
NighTGhosT11 Dicembre 2019, 14:22 #19
Originariamente inviato da: canislupus
Sei mai stato in una città del Nord Europa?
Io ci sono stato e hanno piste ciclabili (dove letteralmente ti inveiscono contro se ci cammini a piedi) e "piste" pedonali.
Qui da noi non è raro vedere persino i motorini camminare sui marciapiedi e tu vedi come positivo un monopattino elettrico che cammina sul bordo di una strada (che spesso sono pericolose pure per gli autobus) con il rischio che debba compiere continue sterzate per evitare buche, dossi e radici di alberi.


Sei mai stato a Valencia, dove ci sono 8 societa' che noleggiano monopattini e e-bikes....e dove ne vedi girare a centinaia?

Ora mi dici quanti articoli o news di morti e incidenti hai sentito provenire dalla Spagna?
YellowT11 Dicembre 2019, 14:38 #20
Tutti i mezzi dovrebbero avere pari dignità e in questo senso si sta andando (il codice della strada è abbastanza chiaro in merito).
Inutile dire che le città sono state per troppo tempo dominio delle auto tanto da far pensare all'automobilista di avere più diritto degli altri di usarle. Le espressioni sono sempre quelle: uno che va in bici non ha fretta quindi si deve levare, io vado in macchina e lavoro non ho tempo da perdere, i monopattini sono giocattoli per bambini, il pedone si deve svegliare anche quando è sulle striscie e mi attacco al clacson.
Chi usa mezzi alternativi fa il bene proprio e di tutti. Meno inquinamento, meno traffico, meno rumore, meno incidenti. Era ora che si finisse di considerare l'auto come la regina e tutti gli altri come reietti.
Le città e i sindaci più futuristici hanno già cominciato a implementare progetti per chiudere interi centri abitati alle auto, proponendo alternative valide. Spero che si vada in questo senso ovunque.

L'equiparazione tra monopattino e bici comunque è quasi senza senso. In bici devo pedalare mentre il monopattino ha un acceleratore. Con le ruotine, cadere dal monopattino è un attimo. Non vorrei inoltre che fosse un cavallo di troia per poi imporre obblighi ai ciclisti tipo caschi, assicurazioni, targhe e bolli.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^