Monopattini elettrici e segway potranno circolare a Monza. Parte la sperimentazione con cartellonistica in città

Monopattini elettrici e segway potranno circolare a Monza. Parte la sperimentazione con cartellonistica in città

La Giunta comunale decide di dare il via libera alla sperimentazione dei monopattini elettrici e dei segway in città previa sistemazione di una cartellonistica creata ad hoc. Qualcosa dunque si muove nella regolamentazione di questi nuovi mezzi di trasporto.

di pubblicata il , alle 12:41 nel canale Tecnologia
Segway
 

Monza, come alcune altre città europee, permetterà di utilizzare i monopattini elettrici e segway in alcune zone della città previa sistemazione di cartellonistica idonea e soprattutto in via del tutto sperimentale almeno per il momento. Di fatto però la cittadina brianzola decide di realizzare un primo passo verso il futuro del trasporto che è effettivamente anche quello dei monopattini elettrici che sempre più stanno prendendo piede nelle grandi città europee e non solo.

"In una città come Monza – spiega il Sindaco Dario Allevi - dove c’è un problema di traffico e di spazi limitati per pedoni e piste ciclabili, questi strumenti possono avere un ruolo importante nella mobilità. Servono, però, regole che li rendano compatibili con gli spostamenti e la sicurezza di tutti. La mobilità dovrebbe essere sempre più sostenibile e più sicura, e Monza sta andando proprio in questa direzione con l’ampliamento delle zone con il limite di velocità a 30 chilometri all’ora esteso a tutto il centro storico".

Monza: ecco come funzionerà la sperimentazione

Monza vuole dare regole certe alla circolazione dei monopattini elettrici e lo vuole fare con una cartellonistica precisa e funzionale ma anche con alcune aree di test, spazio per il "sharing mobility" e anche parcheggi con specifica segnaletica. Insomma non si vuole lasciare nulla al caso visto anche il primo incidente occorso proprio ad un pedone causato da un monopattino elettrico.

In questo caso il Comune di Monza decide di prendere le informazioni e le indicazioni del Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti riferite alla normativa n.229 del 12 luglio e di estenderle con alcuni "paletti" nella cittadina brianzola. Qui, come spiega l'Assessore alla Mobilità Federico Arena, si potrà circolare su alcune piste ciclabili o anche nelle zone pedonali e in quelle Zone 30. Nello specifico però le regole decise per la sperimentazioni sono:

  • SI alla circolazione esclusiva di monopattini elettrici e segway
  • NO alla circolazione per gli hoverboard o i monowheel


Clicca per ingrandire

  • La velocità massima consentita per monopattini e segway sarà di 20 km/h, ad esclusione di alcune strade dove, vista la presenza di numerose attività commerciali e servizi, e quindi la presenza di pedoni, è fissato un limite di velocità di 6 km/h.


Clicca per ingrandire

  • Sulle piste ciclabili in sede propria e su corsia riservata e sui percorsi asfaltati all’interno del Parco di Monza, monopattini e segway, potranno invece raggiungere la velocità massima di 20 km/h.
  • Tutti i mezzi dovranno essere dotati di regolatore di velocità opportunamente configurati in funzione dei limiti di velocità previsti nelle varie zone.


Clicca per ingrandire

Interessante scoprire nel comunicato del Comune di Monza come sia stata data importanza anche ai mezzi nel momento in cui non viaggeranno sulle strade. Ecco che i monopattini e i segway potranno essere parcheggiati solo ed esclusivamente negli appositi stalli di sosta individuati dall'Amministrazione Comunale. Un vantaggio non solo per gli utenti ma anche per l'ordine nella città che eviterà di avere in giro per le strade in modo caotico i monopattini. Arriverà dunque una speciale segnaletica con cartellonistica che delimiterà le aree dove proprio i monopattini potranno circolare.

Un passo importante per la città di Monza con investimenti anche sulle piste ciclabili che vedono uno stanziamento di oltre 1,2 milioni di euro per più di un chilometro della "Brumosa" che collegherà Monza con Brugherio. Molte altre ciclabili sono in fare realizzativa con nuovi collegamenti pronti per dare vita ad un ambiente più "green". Proprio su questo sono in arrivo entro l'anno le installazioni delle prime 9 colonnine per la ricarica di auto e moto con motori ibridi o completamente elettrici. In totale le colonnine installate entro il 2022 risulteranno 79 in tutti i quartieri della città.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Zurlo13 Novembre 2019, 13:15 #1
Sono tornato ieri da Vienna, dove i monopattini elettrici sono praticamente dapertutto. Le corsie "ciclabili" sono dapertutto, sono molto strette e ricavate a lato del marciapiede, aggiungendo un'altro muretto di marmo per delimitarle - o sono sul marciapiedi, indicate a terra da un segnale e da una striscia blu. Te lo puoi portare in metropolitana e lo riusi quando esci. In giro, vicino alle metropolitane, ci sono enormi rastrelliere dove lasciare la bicicletta o il monopattino ... e sono coperte. Tutti girano senza casco e non mi sembra di vedere chissa' quale strage; lo spazio per le auto e' stato ridotto a vantaggio della mobilita' elettrica o "muscolare", si vedono anche tante biciclette assolutamente "normali".
Opteranium13 Novembre 2019, 13:31 #2
tutte cose improponibili da noi.
Qui ci vuole casco, ginocchiere, paradenti, assicurazione, patente, revisione, tagliando e via dicendo, fra un po' anche per la bici
pipperon13 Novembre 2019, 13:36 #3
non e' ancora partita la sperimentazione che ho dovuto fare dei (2) numeri circensi per gli imbexilli che anelavano al mio cofano.

In piu' basta vedere come vanno a sparo ovunque da circa 1 mese che ne vedremo delle belle.

Preparatevi ai morti& feriti.
demon7713 Novembre 2019, 14:16 #4
Originariamente inviato da: Opteranium
tutte cose improponibili da noi.
Qui ci vuole casco, ginocchiere, paradenti, assicurazione, patente, revisione, tagliando e via dicendo, fra un po' anche per la bici


Originariamente inviato da: pipperon
non e' ancora partita la sperimentazione che ho dovuto fare dei (2) numeri circensi per gli imbexilli che anelavano al mio cofano.

In piu' basta vedere come vanno a sparo ovunque da circa 1 mese che ne vedremo delle belle.

Preparatevi ai morti& feriti.


Suvvia, non facciamo i soliti discorsi da estrema destra ed estrema sinistra.
Come in tutte le cose il giusto sta nel mezzo. Per come la vedo io un segway così come un monopattino elettrico sono veicoli che per caratteristiche e velocità sono equiparabili ad una bicicletta e pertanto come essa devono essere gestiti, magari con qualche piccola deroga.

Poi se si richiede l'obbligo del caschetto tipo bici per usarle penso sia anche sensato. Ovvio che non si deve andare oltre quello se si parla di obbligo. Anche per quanto riguarda documenti, patente e menate varie.

Da ultimo.. il pirla che va in giro come un pazzo c'è e ci sarà sempre non solo col monopattino ma anche con la bici, i pattini o il CBR1000.
randorama13 Novembre 2019, 16:06 #5
a verona li hanno sdoganati 3-4 mesi fa.
c'è un società che li noleggia (e che fa apposta a piantarli in giro dappertutto). sblocco con app, li prendi dove li trovi, li pianti dove vuoi.
non li usa praticamente nessuno.
Ragerino13 Novembre 2019, 16:29 #6
Ah si, comodo. Fanno anche un corso comunale per imparare dove come e quando si possono usare? Nei giorni dispari del mese, ma non di mercoledi, su strada larga 2m e 13cm, ma con cartelli posizionati per il lungo e non per il largo.

Che cosa ridicola. Non bastava equipararli ad una bici (o eBike), bisognava inventare regole idiote e buttare altri soldi pubblici giu per il cesso.


Originariamente inviato da: randorama
a verona li hanno sdoganati 3-4 mesi fa.
c'è un società che li noleggia (e che fa apposta a piantarli in giro dappertutto). sblocco con app, li prendi dove li trovi, li pianti dove vuoi.
non li usa praticamente nessuno.


Con quello che costano questi noleggi, ti compri un monopattino al mese.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^