MotoE, buono l'esordio della categoria elettrica del motomondiale: ecco alcune considerazioni

MotoE, buono l'esordio della categoria elettrica del motomondiale: ecco alcune considerazioni

Una gara, interrotta al quinto giro di sette totali per via di una caduta, che ha visto vincere il finlandese Niki Tuuli del Team Ajo, il quale aveva saputo aggiudicarsi anche la pole position: alle sue spalle Bradley Smith e Mike Di Meglio

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Tecnologia
MotoE
 

In occasione del GP di Germania, presso il circuito del Sachsenring, si è tenuta la prima gara della neonata categoria MotoE, nella quale si sono dati battaglia 18 piloti tra esordienti e nomi già noti al pubblico, offrendo pochi giri ma molto animati, in grado di offrire alcuni spunti per fare più chiarezza sulle attuali condizioni tecniche di questi prototipi elettrici a due ruote realizzati da Energica.

Una gara, interrotta al quinto giro di sette totali per via di una caduta, che ha visto vincere il finlandese Niki Tuuli del Team Ajo, il quale aveva saputo aggiudicarsi anche la pole position: alle sue spalle Bradley Smith e Mike Di Meglio.

Prima gara che, oltre ad offrire uno spettacolo tutto nuovo, ha permesso di mettere in bella mostra pregi e difetti di queste moto elettriche:

  • Facciamo bene i conti: in origine i giri di gara sarebbero dovuti essere 10 e non 7, attualmente l'autonomia è uno degli aspetti che desta maggiore preoccupazione per questa categoria e, a causa delle condizioni della pista né asciutta né bagnata, gli organizzatori hanno deciso di accorciare la gara forse per via di tempi sul giro più alti
  • Nessun giro prima della partenza: tra giro di schieramento e partenza non viene svolto un ulteriore giro di warm-up, togliendo importanti riferimenti ai piloti soprattutto per quanto riguarda la frenata alla prima curva
  • 260 kg di moto, se cadono, fanno un bel botto: la bandiera rossa che ha interrotto la gara è stata data per una caduta di Salvadori, la moto ha impattato molto forte contro le barriere mettendo nettamente in evidenza la mole del mezzo
  • le batterie scottano: sempre in occasione dell'incidente di Salvadori, a moto ferma nella ghiaia, gli addetti sono intervenuti con gli estintori, anche senza alcun principio di incendio, semplicemente per raffreddare l'imponente pacco batterie che, non essendo più investito dall'aria, avrebbe potuto surriscaldarsi
  • le MotoE sono silenziose (troppo?): molti piloti hanno sottolineato la difficoltà di avvertire quando un avversario è alle proprie spalle, ne sa qualcosa Alex De Angelis che ha rimediato una bella "ruotata" sulla tuta durante una serie di sorpassi e controsorpassi
  • belle ma ancora lente: lo spettacolo in pista non è mancato, ma il cronometro ha segnato tempi superiori di un secondo rispetto alle piccole Moto3, vedremo se sapranno fare di meglio in condizioni di asciutto totale

Ad ogni modo il format sembra azzeccato e da qui in avanti non può che migliorare, manca il rombo dei motori, ma si respira comunque tanta passione palese anche sulle facce di molti piloti ed operatori del settore. Prossimo appuntamento 11 Agosto, Red Bull Ring, Austria.

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
megthebest08 Luglio 2019, 09:35 #1
Pensavo che MotoE fosse un nuovo smartphone Motorola
Cmq, già con tutta l'elettronica sui motori a scoppio, lo spettacolo è sempre meno godibile.. aggiungiamoci anche l'elettrico che sibila e credo che il motociclismo sia definitivamente morto, un pò come la F1
the_joe08 Luglio 2019, 09:41 #2
Evidentemente non hai visto la gara.
coschizza08 Luglio 2019, 10:17 #3
Originariamente inviato da: megthebest
Pensavo che MotoE fosse un nuovo smartphone Motorola
Cmq, già con tutta l'elettronica sui motori a scoppio, lo spettacolo è sempre meno godibile.. aggiungiamoci anche l'elettrico che sibila e credo che il motociclismo sia definitivamente morto, un pò come la F1


se per te sport = rumore allora non credo che tu abbia mai avuto idea di cosa sia, io posso godere a una gada di f1 anche con la tv in muto perche guardo la gara non il frastuono inutile che non serve a nulla.
emanuele8308 Luglio 2019, 10:20 #4
Originariamente inviato da: megthebest
Pensavo che MotoE fosse un nuovo smartphone Motorola
Cmq, già con tutta l'elettronica sui motori a scoppio, lo spettacolo è sempre meno godibile.. aggiungiamoci anche l'elettrico che sibila e credo che il motociclismo sia definitivamente morto, un pò come la F1


alla fine avevano un sacco di problemi di gomme e la cosa bella è che facevano traiettorie molto diverse ad ogni curva, imho perchè ognuno gestiva il freno motore in maniera diversa. preferisco di gran lunga un monomarca elettrico con un bel po di variabili anche su 10 giri piuttosto che uno che prende e fa il vuoto e zero sorpassi se non nelel retrovie per posizioni di rincalzo come al sachsenring domenica...

Originariamente inviato da: emiliano84
Io vorrei capire: bandiera rossa per una semplice caduta? o mi sono perso qualcosa?

si, questo è il limite più grosso insieme al peso della moto in caduta. 270 kg di moto nel posto sbagliato e ammazzano commissari e spettarori, per non parlare dei piloti coinvolti. se poi ci aggiungi che potenzialmente la carcassa può prendere fuoco nelle immediate vicinanze dell'incidente o del pilota coninvolto senza avere possibilità di spegnere subito le fiamme, è un bel rischio. ma la tecnologia miglioreerà e ci saranno tra 10 anni speriamo batterie più capienti e elggere che non bruceranno appena le guardi male.
Dumah Brazorf08 Luglio 2019, 10:22 #5
Originariamente inviato da: emiliano84
Io vorrei capire: bandiera rossa per una semplice caduta? o mi sono perso qualcosa?


Poteva esplodere!!!
emanuele8308 Luglio 2019, 10:37 #6
Originariamente inviato da: emiliano84
mmm non ci siamo, le probabilita' che ci sia almeno una caduta a gara saranno tipo del 90%


Io dico 99.9%. la moto E è una categoria che va portata avanti come fucina per soluzioni elettrificate basate sulle 2 ruote. servono la ricerca, lo sviluppo e il marketing che solo il motomondiale sa dare per permettere ai produttori ed ai clienti di abituarsi a vedere un elettrico come potenziale acquisto. la mobilità urbana futura diventera al 100% elettrica e imho le 2 ruote avranno un ruolo fondamentale (almeno in italia). qui in germania invece la gente non si sogna di comprare uno scooter manco a pagarla oro, piuttosto spende il doppio (il triplo in verità per una e bike che tira i 40kmh (col casco di polistirolo manco obbligatorio).
emanuele8308 Luglio 2019, 10:40 #7
Originariamente inviato da: emiliano84
daccordo, ma se dovessere fermare ogni gara ad ogni caduta, la vedo male ... speriamo sia stata solo una situazione particolare


ci evono essere margini di miglioramento, è chiaro. certo, cade un pilota, parte un bel ragno meccanico, raagnano tutto e in 2 minuti problema risolto. io ragnerei anche il pilota nel caso cadesse uno dei fratelli marquez, un fenati a caso e un paio di bradley smith.
omerook08 Luglio 2019, 11:06 #8
pensavo che l'assenza di rumore potrebbe aumentare addirittura lo spettacolo con attacchi tipo agguato dei felini rimanendo dietro l'avversario senza che lui se ne accorga per poi poterlo attaccate in un istante al momento opportuno. di contro più nessuno vorrà stare avanti a fare la lepre/preda all'ultimo giro
emanuele8308 Luglio 2019, 11:11 #9
Originariamente inviato da: omerook
pensavo che l'assenza di rumore potrebbe aumentare addirittura lo spettacolo con attacchi tipo agguato dei felini rimanendo dietro l'avversario senza che lui se ne accorga per poi poterlo attaccate in un istante al momento opportuno. di contro piu nessuno vorra stare avanti all'ultimo giro


Come se nessuno pensasse agli specchietti retrovisori. Ah no poi tolgono autonomia! Vabbè facciamo gare a singolo giro.

mmm ma perchè non fare come in formula E? cambio moto ogni 7 giri. aumenti lo spettacolo, aggiungi un po' di movimento e se poi ci metti il commento della gialappas lo spettacolo è assicurato.
Crysis7608 Luglio 2019, 11:15 #10
Originariamente inviato da: lucagiak
Per me MOTORsport vuol dire ANCHE rumore e per me il rumore di un bel V8 aspirato delle F1 di una volta (ma anche il V10 o 12) è un suono e non un rumore.
Due anni fa sono andato a Monza e mi sono goduto di più le categorie inferiori che con il loro rumore ti catturavano piuttosto che le F1 che praticamente sentivi solo le scalate.

L'elettrico e il suo silenzio mi sta benissimo nelle città e nelle strade "comuni" e sinceramente non vedo l'ora che la sua diffusione sia capillare (anche se dubito sia in tempi brevi), ma in pista lasciateci il suono dei motori


per il rumore dei mezzi elettrici in città , stanno o è già cambiata la legge ,perché per via del silenzio degli stessi si sono accorti che sono pericolosi in città perché quasi inudibili per i pedoni. quindi dicono che metteranno un dispositivo che emetterà un suono artificiale di qualche decibel.
Comunque i v8 aperti tanta roba come lo erano i 12 della f1

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^