NASA, gare con i droni finanziate da Google: AI vs pilota professionista

NASA, gare con i droni finanziate da Google: AI vs pilota professionista

I ricercatori della NASA hanno tenuto a precisare come questa tipologia di test sia fortemente propedeutica per accelerare lo sviluppo in ambito AI, esperimenti e conseguente raccolta dati di sessioni come queste riescono a fornire dati pari a circa 2 anni di ricerca tradizionale

di Carlo Pisani pubblicata il , alle 08:21 nel canale Tecnologia
 

La NASA, o meglio la sua divisione Jet Propulsion Laboratory (JPL), ha recentemente messo in piedi una sorta di test per verificare le attuali differenze che intercorrono se a condurre un drone da gara è l'esperienza di un pilota professionista in carne ed ossa oppure un sistema basato su AI (Artificial Intelligence).

I ricercatori della NASA hanno tenuto a precisare come questa tipologia di test sia fortemente propedeutica per accelerare lo sviluppo in ambito AI, esperimenti e conseguente raccolta dati di sessioni come queste riescono a fornire dati pari a circa 2 anni di ricerca tradizionale; il progetto in questione è stato finanziato anche da Google, e per lo svolgimento delle prove sono stati utilizzati droni con specifiche da gara, costantemente monitorati nell'intento di completare un percorso articolato nel minor tempo possibile, fedelmente riprodotto anche in ambiente virtuale, al fine di poter avere tutti i dati alla mano per stabilire l'attuale stato dei fatti.

Per sfidare l'intelligenza artificiale messa a punto dalla NASA, è stato chiamato in causa Ken Loo, professionista e pilota della Drone Racing League internazionale. Secondo il rapporto della NASA, l'AI sulla carta era inizialmente in grado di battere il pilota umano scelto, ma nel corso della prova le doti artificiali non hanno prevalso sull'esperienza e sull'aggressività in campo del professionista "Questa è sicuramente la pista più faticosa sulla quale abbia mai volato", ha detto Loo "Uno dei miei difetti come pilota è che mi stanco facilmente e quando sono mentalmente stanco, comincio a perdermi per il tracciato, anche dopo diversi giri completati correttamente".

In un comunicato stampa, il manager della NASA Rob Reid ha tenuto a precisare che "Si può effettivamente vedere che l'AI fa volare il drone senza problemi lungo il percorso, mentre i piloti umani tendono ad accelerare in modo aggressivo, quindi il loro percorso è meno preciso ma più efficace".

Alla fine, però, sembra inevitabile che l'AI sarà in grado di superare anche i piloti umani più astuti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
LordPBA28 Novembre 2017, 12:07 #1
a me i droni fanno piu' paura della bomba atomica

non scherzo
yukon28 Novembre 2017, 13:13 #2
non capisco cos'abbiano di così tanto spaventoso
danielsaaan28 Novembre 2017, 13:23 #3
Originariamente inviato da: yukon
non capisco cos'abbiano di così tanto spaventoso


si chiamano "lethal autonomous weapons", guarda qui: https://www.facebook.com/PlayGround...9ke8GPKdVzbZlbU

c'è anche una petizione per bannare le lethal autonomous weapons: http://autonomousweapons.org/
Mavic28 Novembre 2017, 13:31 #4
Inquietante!
LordPBA28 Novembre 2017, 16:22 #5
Originariamente inviato da: yukon
non capisco cos'abbiano di così tanto spaventoso


https://www.youtube.com/watch?time_...p;v=9CO6M2HsoIA

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^