Nissan concede in licenza la tecnologia delle sue batterie agli ioni di litio polimeriche

Nissan concede in licenza la tecnologia delle sue batterie agli ioni di litio polimeriche

Nissan ha concesso in licenza ad APB Corporation la propria tecnologia per la produzione in serie di batterie agli ioni di litio polimeriche per la realizzazione di sistemi di accumulo più economici, sicuri e con una maggiore capacità destinati a contribuire nel settore dello stoccaggio dell'energia elettrica

di pubblicata il , alle 20:21 nel canale Tecnologia
Nissan
 

Nissan ha concesso in licenza ad APB Corporation la propria tecnologia per la produzione in serie di batterie agli ioni di litio polimeriche (All Polymer Battery) per la realizzazione di sistemi di accumulo più economici, sicuri e con una maggiore capacità destinati a contribuire nel settore dello stoccaggio dell'energia elettrica.

APB è una startup con sede a Tokyo impegnata nel mondo delle energie rinnovabili, la disponibilità della tecnologia di Nissan per poter produrre batterie di accumulo dell'energia elettrica interamente polimeriche aiuterà i consumatori e le comunità a disporre di sistemi pensati per ottimizzare l'utilizzo di energia proveniente da fonti rinnovabili e di conseguenza contenere i costi ed aumentare l'efficienza dell'intera rete di distribuzione dell'energia elettrica.

"Riteniamo che l'adozione diffusa di questa tecnologia contribuirà al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite e contribuirà a realizzare una società sostenibile a basse emissioni di carbonio", ha dichiarato Hideki Kimata, vice presidente della divisione strategia aziendale e sviluppo di Nissan.

Clicca per ingrandire

Nissan iniziò a ricercare e sviluppare batterie agli ioni di litio già nei primi anni '90, e successivamente diventò un'azienda pioniera nell'installazione di batterie agli ioni di litio in auto elettriche commerciali: da allora hanno continuato a ricercare tecnologie di base e perseguire l'innovazione nel campo delle batterie per veicoli elettrici e non solo.

In una batteria completamente polimerica, l'elettrolito liquido e gli elettrodi metallici utilizzati nelle batterie convenzionali vengono sostituiti con polimeri semplificando la struttura dell'intero sistema energetico, elevando la sicurezza intrinseca dei materiali adottati e contenendo di molto i costi grazie ad un processo produttivo decisamente più semplice rispetto a quanto avviene con le tradizionali batterie con elettrodi metallici.

Una diffusione di sistemi come questi per l'accumulo dell'energia elettrica ad alta capacità, sicuri e più economici aiuterà ad ottimizzare lo stoccaggio e l'utilizzo di energie rinnovabili sia su larga scala sia ad esempio presso le nostre abitazioni, rappresentando anche un'affidabile soluzione per migliorare la rete elettrica di tutte quelle zone del pianeta dove l'energia elettrica non è sempre così facilmente disponibile.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
djfix1321 Aprile 2020, 09:19 #1
spero che non restino ad usi e distribuzioni societarie, x i privati con queste batterie la baita di montagna diventerebbe semplice da gestire.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^