Opel Mokka-e, ora ordinabile con prezzi a partire da 34.000 euro

Opel Mokka-e, ora ordinabile con prezzi a partire da 34.000 euro

Opel ha rivelato i dettagli del lancio del suo nuovo SUV compatto di segmento B tramite una presentazione digitale tenuta su YouTube

di pubblicata il , alle 15:11 nel canale Tecnologia
Opel
 

Il CEO Opel Michael Lohscheller e il suo team di esperti hanno presentato il Nuovo Opel Mokka tramite un evento digitale tenuto su YouTube. Per la prima volta il SUV compatto di segmento B sarà disponibile sin da subito nella variante 100% elettrica, Opel Mokka-e, accompagnata da due motorizzazioni a benzina e una diesel. Il modello incarna i valori del marchio Opel, ovvero è tedesco, accessibile ed emozionante, e introduce la filosofia di progettazione dei prossimi dieci anni.

Opel Mokka, ordini e prezzi

Opel Mokka è ordinabile da oggi anche nel mercato italiano con prezzi che partono da partono da 22.200 euro. Ma la grande novità è ovviamente rappresentata dalla motorizzazione 100% elettrica, che in Italia ha un prezzo base di 34.000 euro, che scende fino a 23.000 euro grazie agli incentivi statali, gli incentivi Opel e alla rottamazione di un mezzo inquinante.

Opel Mokka-e: per la prima volta completamente elettrico sin dal lancio

Il Nuovo Opel Mokka-e si basa sul propulsore elettrico già collaudato da altre vetture del Gruppo PSA. Capace di raggiungere i 100 kW di potenza e con una coppia di 260 Nm, è alimentato da una batteria da 50 kWh. Opel garantisce un'autonomia fino a 322 km nel ciclo WLTP e ricarica con una potenza fino a 100 kW, oppure fino a trifase 11 kW nel caso di ricarica in corrente alternata. La garanzia della batteria, come sempre accade per questo tipo di veicoli, è di 8 anni.

Sono diverse le possibilità di ricarica: monofase, trifase, CCS e Tipo 2. La batteria è da 50 kWh ed ha 8 anni di garanzia: con un sistema di ricarica rapida da 100 kW, è possibile recuperare l’80% dell’autonomia in 30 minuti. Opel dichiara un'autonomia fino a 322 chilometri (WLTP) con la modalità Normale, che aumenta ulteriormente in modalità Eco.

Il Nuovo Mokka è più grintoso e sportivo con gli originali cerchi in lega da 16”, 17” o 18” e una gamma di colori vivaci, che si sommano ai sottili gruppi ottici posteriori con LED. Una selezione esteticamente dinamica di colori caratterizza il tetto e il cofano. Il design si caratterizza anche per il Vizor Opel anteriore e per il ‘tetto sospeso’ che definisce i finestrini laterali con un gesto unico e pulito.

Molto interessanti sono i nuovi fari attivi IntelliLux LED Matrix. Quando viene rilevato un veicolo più avanti sulla stessa corsia di marcia o in direzione opposta nell'altra carreggiata, i fari non illuminano il cono in prossimità del veicolo che sopraggiunge, in modo da garantire la migliore visibilità possibile per tutti. Grazie al Cruise Control Automatico, inoltre, il sistema accelera e frena automaticamente per mantenere sempre una distanza costante rispetto al veicolo che precede. Troviamo anche il Sistema di mantenimento di corsia e l'Allerta in caso di involontario superamento dei limiti di carreggiata, insieme alla Frenata Automatica di Emergenza, che tiene monitorata la strada per rilevare eventuali veicoli e pedoni e aiuta a evitare o a ridurre significativamente eventuali danni da incidenti.

Il nuovo cruscotto digitale, poi, viene definito da Opel Pure Panel Opel: lo schermo del cruscotto (DIC) da 12“ è personalizzabile e offre tutte le informazioni necessarie senza disturbi o interferenze. I sistemi multimediali (Multimedia Navi e Multimedia Navi Pro) sono compatibili con Apple CarPlay e Android Auto. La telecamera panoramica offre una visibilità posteriore di 180° in realtà aumentata in grado di rilevare ed evidenziare eventuali oggetti nelle vicinanze e che permette di notare eventuali veicoli provenienti dai due lati del veicolo, una funzione particolarmente utile durante le manovre in retromarcia. Non manca il sistema di assistenza al parcheggio.

27 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Svelgen22 Settembre 2020, 15:27 #1
Azzarola...ma fatela na caspio di macchina che arriva a 500km di autonomia no?
Anche questa...bellissima, si presta anche bene per viaggi medio lunghi, ma poi vai a vedere...e con l'autonomia ti sposti giusto oltre la tua regione.
Portocala22 Settembre 2020, 15:29 #2
Per il 99% dei viaggi basta e avanza.
Quanto spesso vai fuori regione?
Svelgen22 Settembre 2020, 15:34 #3
Tra la casa al mare, e quella in montagna, abbastanza spesso.
300km ci potrei anche stare, ma sono veramente tirato.
Accendi il riscaldamento in inverno, oppure il clima in estate e rischi di doverti obbligatoriamente fermare a metà strada per una ricarica.
Basta per il 99% dei viaggi che ti fai la domenica o in giornata.
Ma questa, imho, inizia già ad essere un'automobile di un certo rilievo. Non parliamo mica di una panda...
nommene22 Settembre 2020, 15:46 #4
Se viaggi tra città, mare e montagna a più di 150km di distanza per più di una volta a settimana non sei proprio l'italiano medio...
Ragerino22 Settembre 2020, 15:57 #5
Originariamente inviato da: Portocala
Per il 99% dei viaggi basta e avanza.
Quanto spesso vai fuori regione?


Basta con questa storia.
Ma ce la fate? lol
La gente non compra un auto castrata se ne può avere una non castrata ad un prezzo inferiore.

Nei veicoli elettrici viene richiesta un alta autonomia perche per rifornire ci vogliono ore nella peggiore delle ipotesi, 1h nella migliore. Se i tempi di rifornimento fossero paragonabili al termico, anche con 300-400km di autonomia il problema non esisterebbe.
mashiro.tamigi22 Settembre 2020, 16:03 #6
Originariamente inviato da: nommene
Se viaggi tra città, mare e montagna a più di 150km di distanza per più di una volta a settimana non sei proprio l'italiano medio...


Vivi a Milano (senza possedere un box per ricaricare l'auto) e dal Lunedì al Venerdì vai al lavoro coi mezzi pubblici o un motorino (quindi l'auto serve quasi esclusivamente per fare la spesa e per andare via nel weekend).
Con l'auto vuoi andare al mare (Genova - 160km) o a sciare (ad esempio Pila - 190km) o a passare una mezza giornata a in campagna (faccio un esempio: le Langhe sono a 160km) nel weekend. Significa che devi ricaricare l'auto sempre a destinazione o durante il viaggio. [potevo ipotizzare di fare il bagno nel lago di Lecco, andare a sciare ai Piani di Bobbio e in campagna in Brianza... ma volevo forzare un po' la mano con l'autostrada]

Si può fare, non vi è dubbio, ma comprare un'auto che costa il doppio di un'equivalente e offre un servizio inferiore non è proprio il massimo.
Con 500km di autonomia (400 autostradale) potresti andare e tornare senza fare uno studio approfondito delle possibilità di alimentare l'auto nel luogo dove stai andando.
daniele86Z22 Settembre 2020, 16:11 #7
Originariamente inviato da: mashiro.tamigi
Vivi a Milano (senza possedere un box per ricaricare l'auto) e dal Lunedì al Venerdì vai al lavoro coi mezzi pubblici o un motorino (quindi l'auto serve quasi esclusivamente per fare la spesa e per andare via nel weekend).
Con l'auto vuoi andare al mare (Genova - 160km) o a sciare (ad esempio Pila - 190km) o a passare una mezza giornata a in campagna (faccio un esempio: le Langhe sono a 160km) nel weekend. Significa che devi ricaricare l'auto sempre a destinazione o durante il viaggio. [potevo ipotizzare di fare il bagno nel lago di Lecco, andare a sciare ai Piani di Bobbio e in campagna in Brianza... ma volevo forzare un po' la mano con l'autostrada]

Si può fare, non vi è dubbio, ma comprare un'auto che costa il doppio di un'equivalente e offre un servizio inferiore non è proprio il massimo.
Con 500km di autonomia (400 autostradale) potresti andare e tornare senza fare uno studio approfondito delle possibilità di alimentare l'auto nel luogo dove stai andando.


Ma lo chiamate progresso questo ? A negarvi la libertà di viaggiare perché l'auto non copre i km o manca la colonnina quindi niente ma stiamo scherzando ? Ma neanche a gratiss la vorrei ora. Ci rivediamo tra 15-20 anni.
]Rik`[22 Settembre 2020, 16:15 #8
Originariamente inviato da: mashiro.tamigi
Si può fare, non vi è dubbio, ma comprare un'auto che costa il doppio di un'equivalente e offre un servizio inferiore non è proprio il massimo.


[FONT="Arial Black"][SIZE="7"]*[/SIZE][/FONT]
Svelgen22 Settembre 2020, 16:21 #9
Originariamente inviato da: mashiro.tamigi
Vivi a Milano (senza possedere un box per ricaricare l'auto) e dal Lunedì al Venerdì vai al lavoro coi mezzi pubblici o un motorino (quindi l'auto serve quasi esclusivamente per fare la spesa e per andare via nel weekend).
Con l'auto vuoi andare al mare (Genova - 160km) o a sciare (ad esempio Pila - 190km) o a passare una mezza giornata a in campagna (faccio un esempio: le Langhe sono a 160km) nel weekend. Significa che devi ricaricare l'auto sempre a destinazione o durante il viaggio. [potevo ipotizzare di fare il bagno nel lago di Lecco, andare a sciare ai Piani di Bobbio e in campagna in Brianza... ma volevo forzare un po' la mano con l'autostrada]

Si può fare, non vi è dubbio, ma comprare un'auto che costa il doppio di un'equivalente e offre un servizio inferiore non è proprio il massimo.
Con 500km di autonomia (400 autostradale) potresti andare e tornare senza fare uno studio approfondito delle possibilità di alimentare l'auto nel luogo dove stai andando.



In poche parole...hai centrato perfettamente il punto, quello che esattamente volevo far capire.
Nel mio caso poi, il tragitto casa--->casa al mare mi è capitato di farlo anche in giornata.
Sono 200km solo andata che li copri tranquillamente in meno di 2 ore. Mettici anche il ritorno, e prima di partire una botta di ricarica è sicuro che gliela devi dare.
Se avesse un'autonomia di 500km, potrei fare andata e ritorno e mi avanzerebbe anche energia per andare e tornare dal lavoro il lunedì successivo.
I limiti, in alcuni casi sono evidenti. In altri meno...ma come ripeto qua parliamo di un'automobile di un certo segmento e non della panda che usi per andare a fare la spesa oppure al lavoro.
nommene22 Settembre 2020, 16:32 #10
Il prezzo alla fine non sembra il doppio di una equivalente se parliamo di 23.000eu
("Ma la grande novità è ovviamente rappresentata dalla motorizzazione 100% elettrica, che in Italia ha un prezzo base di 34.000 euro, che scende fino a 23.000 euro grazie agli incentivi statali". Se l'utilizzo è quello di cui parli tu, ovvio che hai ragione, ma se una persona la utilizzasse 5 giorni a settimana per andare al lavoro e nel weekend andasse tipicamente a meno di 150km (perdonami ma non è molto distante dalla mia realtà, ma non sono di quelle zone) potrebbe andar bene.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^