Polini e-bike, motore E-P3 e sistema Dual Battery per un totale di 1.000 Wh a bordo

Polini e-bike, motore E-P3 e sistema Dual Battery per un totale di 1.000 Wh a bordo

La tecnologia in questione è stata presentata assieme a due prototipi di biciclette, una e-bike MTB (Mountain Bike) e una e-bike da strada, entrambe con livrea basata sul colore blu tipico dell'azienda

di pubblicata il , alle 15:41 nel canale Tecnologia
Polini
 

Polini, azienda lombarda leader da oltre mezzo secolo nella produzione di parti speciali per scooter, sbarca nel segmento e-bike presentando ufficialmente ad EICMA 2018 il proprio motore elettrico E-P3 in abbinamento ad un'interessante sistema di batterie integrato nel telaio denominato Dual Battery per un'autonomia dell'assistenza alla pedalata veramente importante.

La tecnologia in questione è stata presentata assieme a due prototipi di biciclette, una e-bike MTB (Mountain Bike) e una e-bike da strada, entrambe con livrea basata sul colore blu tipico dell'azienda.

In entrambi i casi a bordo troviamo il motore E-P3 di Polini, già noto agli appassionati del settore, si presenta con un peso di soli 2,85 kg, ingombri ridotti, potenza nominale pari a 250 W (500 W di picco) ed una coppia massima di 70 Nm, il tutto, abbinato ad un sistema a doppia batteria, ciascuna da 500 Wh, una integrata nella sezione superiore del telaio e l'altra nella sezione frontale, tra canotto di sterzo e movimento centrale, per un totale di ben 1.000 Wh in grado fornire un'assistenza alla pedalata al 30% per più di 400 km.

Autonomia maggiorata ma anche una migliore salvaguardia dell'integrità delle celle che costituiscono tali batterie, infatti il sistema Dual Battery di Polini prevede un loro funzionamento alternato e non simultaneo, allungando la vita utile delle batterie in quanto gestite una in sostituzione dell'altra spalmando lo stress su entrambi i moduli, soprattutto per valori importanti di assistenza alla pedalata (fino al 400%), evitando surriscaldamento dei componenti e relativo deterioramento; per maggiori informazioni a riguardo vi invitiamo a visitare lo stand Polini presso EICMA 2018 o visitare la pagina dedicata a questi componenti per e-bike.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Haran Banjo08 Novembre 2018, 17:06 #1
Useless.
La MTB è una front, per di più con angolo di sterzo troppo chiuso.
La stradale elettrica è un controsenso.
Resteranno prototipi.
Sasuke@8108 Novembre 2018, 18:55 #2
le front sono le più diffuse e le più adatte a diventare elettriche, le full sono più estreme e hanno molto meno mercato come ebike
ELMAGICO8209 Novembre 2018, 08:25 #3
Farà +140 km orari come i vecchi Zip fast ryder con l'ottanta monofascia polini? Che ricordi...
Giouncino09 Novembre 2018, 09:25 #4
Concordo con @Haran Banjo
se proprio dovessi sbattere la testa e decidere di comprarmi una e-bike, la prenderei full con geometrie da DH ed escursioni da almeno 200mm! Così da poter fare tranquillamente i giri alpini in salita grazie alla batteria e discese estreme.
La frontina non ha alcun senso secondo me....
Zappz09 Novembre 2018, 09:44 #5
Quoto una mtb elettrica vuole da DH, si sfrutta il motore il salita ed il peso in discesa. Una front elettrica va bene giusto per una city bike.
Ragerino09 Novembre 2018, 11:55 #6
Le mtb a pedalata assistita vengono usate esattamente come le mtb normali. Quindi una Full non serve a nulla al 80% delle persone. Infatti si vende una full ogni 10 front. Ovviamente dipende dallezone, ma più o meno siamo lì.
Come lo so? Le vendo.

La bici a pedalata assistita non è un motorino, e non è una moto da cross.
La usa chi è troppo anziano, troppo poco alenato o troppo pigro, per riuscire a fare giri lunghi con la propria gamba. Fai fatica lo stesso, ti diverti, e fai molta più strada di quanta ne faresti solo con le tua gambe.
Zappz09 Novembre 2018, 12:11 #7
Fare delle discese con una front da 20kg è il modo migliore per farsi del male...
zappy09 Novembre 2018, 16:01 #8
Link ad immagine (click per visualizzarla)
io vedo anche una full...

cmq, qualche costruttore usa i motori polini? perchè ora come ora vedo tanti schimano, meno bosh che in passato, e niente altro...

ovviamente tutti a prezzi assurdi.
zappy09 Novembre 2018, 16:16 #9
Originariamente inviato da: Ragerino
Le mtb a pedalata assistita vengono usate esattamente come le mtb normali. Quindi una Full non serve a nulla al 80% delle persone. Infatti si vende una full ogni 10 front. Ovviamente dipende dallezone, ma più o meno siamo lì.
Come lo so? Le vendo.

allora è il 90%

il problema è e resta il prezzo: non si può pagare una full come un motorino o uno scooter: è furto.
Ragerino09 Novembre 2018, 16:46 #10
Originariamente inviato da: zappy
allora è il 90%

il problema è e resta il prezzo: non si può pagare una full come un motorino o uno scooter: è furto.



E chi lo dice? Allora con lo stesso criterio non si può pagare una moto quanto un auto. E' un furto!!!
Se fai la somma dei componenti ( e su una bicicletta è relativamente facile) i conti quadrano, anzi, ovviamente è più conveniente la bici intera invece che comprare i pezzi.
L'anno scorso ho venduto una mtb full non elettrica top di gamma, di listino sfiorava i 10k. E allora?
Dipende tutto dal prodotto.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^