Retrokit Vespa, il kit per convertire all'elettrico lo storico scooter Piaggio

Retrokit Vespa, il kit per convertire all'elettrico lo storico scooter Piaggio

Per quanto riguarda il settore delle due ruote, ad oggi non si sono visti molti progetti di conversione di moto/scooter alla trazione elettrica: detto questo, ci ha pensato un gruppo di appassionati riminesi, con il proprio brand Motoveloci, a realizzare uno curioso kit pensato per convertire all'elettrico forse il più iconico scooter a livello mondiale, parliamo della classica Vespa della Piaggio

di pubblicata il , alle 13:21 nel canale Tecnologia
 

Molte case automobilistiche, come Jaguar e Aston Martin, hanno già affrontato il tema di convertire all'elettrico alcuni dei loro storici modelli, al fine di contrastare limitazioni alla circolazione sempre più severe; il mondo degli appassionati però risulta combattuto a riguardo, vedere icone del passato private del loro carattere e sound da un lato può risultare un sacrilegio dall'altro però permette a questi modelli di continuare a macinare molti altri chilometri rispettando l'ambiente.

Per quanto riguarda il settore delle due ruote, ad oggi non si sono visti molti progetti di conversione di moto/scooter alla trazione elettrica: detto questo, ci ha pensato un gruppo di appassionati riminesi, con il proprio brand Motoveloci e alcuni di loro già impegnati nel progetto di Ondasolare, a realizzare uno curioso kit pensato per convertire all'elettrico forse il più iconico scooter a livello mondiale, parliamo della classica Vespa della Piaggio.

Il kit risulta pensato per essere montato senza alcuna modifica strutturale ai modelli Vespa 50N, 50R, 50Special, 90, 90SS, 125 Primavera, 125 ET3, tutti i modelli PK 50 e 125:

“Il kit sostituisce integralmente il blocco motore e il serbatoio mantenendo però la ruota e il freno originali. Nessuna modifica viene effettuata al telaio della Vespa convertita, basterà sostituire solo le lampadine ed il clacson”, per una questione di differente alimentazione elettrica.

Nel seguito un riepilogo delle principali specifiche tecniche:

  • Installazione veloce con video tutorial
  • Trasmissione a presa diretta senza l’utilizzo delle marce
  • Controllo parametri di viaggio e mappature di guida tramite App per smartphone
  • Velocità limitata a 45 km/h (facilmente sbloccabile tramite app fino 90km/h)
  • Autonomia urbana fino a 100 km con recupero di energia in frenata
  • Batteria al litio estraibile da 1,5 kWh (6 kg)
  • Ricarica veloce in solo 3h da presa di casa standard 230V
  • Potenza massima di 6 kW (8 Hp)
  • Carter motore e supporti realizzati in lega di alluminio

“Un pacco batterie leggero ed estraibile in modo da poter essere caricato ovunque. Nel sotto sella c’è anche lo spazio per riporre il caricabatterie e per un indicatore sullo stato della carica”.

Un aspetto a cui tengono particolarmente gli imprenditori riguarda l’estetica:

“Non vengono aggiunti orribili display digitali sul manubrio o in altri posti dove l’estetica potrebbe essere compromessa. Tutti i parametri di viaggio si potranno monitorare direttamente dallo smartphone con una app che si connette in bluetooth alla centralina”.

Il kit attualmente è stato presentato al prezzo di 2.290 €, sarà disponibile a breve tramite vendita diretta o tramite prevendita sulle principali piattaforme di crowdfunding; l'intero kit è attualmente in fase di ingegnerizzazione, in quanto l'attuale normativa per l'omologazione di un retrofit di questo tipo risulta complessa e costosa, si parla di una cifra che a conti fatti eguaglia il costo del kit: ad ogni modo Motoveloci punta a raggiungere condizioni di omologazione più veloci ed economiche.

Un progetto da tenere sott'occhio, ambizioso e ricco di passione e tecnologia; in attesa di maggiori informazioni e evoluzioni, soprattutto per quanto riguarda l'aspetto omologazione, vi invitiamo a seguire la pagina facebook MotoVeloci Rimini e visitare il relativo sito web.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

26 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Unrue31 Maggio 2019, 13:55 #1
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: https://auto.hwupgrade.it/news/tecn...ggio_82638.html

l'attuale normativa per l'omologazione di un retrofit di questo tipo risulta complessa e costosa, si parla di una cifra che a conti fatti eguaglia il costo del kit:[/b]


Cioè in pratica bisogna spendere quasi 5.000 euro? Mah. Forse un appassionato incallito (e anche ricco)
OUTATIME31 Maggio 2019, 14:12 #2
Penso che sia il modo migliore per fare cadere a zero il valore di una Vespa.
walley31 Maggio 2019, 14:33 #3
Oltretutto la forma del carter è veramente brutta e non rispecchia nemmeno in parte quella originale.
ottodojo31 Maggio 2019, 14:49 #4
Sconcerta il fatto che in Italia si debbano spendere oltre 2000 euro per un'omologazione di questo tipo... che vergogna.
Tedturb031 Maggio 2019, 15:06 #5
90km/h su una vespa con sospensioni e freni originali significa mettere in pericolo se stessi e gli altri.
omerook31 Maggio 2019, 15:15 #6
ma conserva la vecchia omologazione? se si perde il valore storico non mi sembra un grande affare.
moroboshy31 Maggio 2019, 17:06 #7
Originariamente inviato da: Tedturb0
90km/h su una vespa con sospensioni e freni originali significa mettere in pericolo se stessi e gli altri.


In realtà, una ET3 originale ha più o meno quelle prestazioni.
demon7731 Maggio 2019, 17:42 #8
WHAT????

Punto uno: Se oggi sei proprietario di una vespetta 50 prima versione (anni 60 e 70) sei fuori di testa a farci una cosa del genere per quel rendimento e soprattutto a quel prezzo

Punto due.
La vespetta si modfica COSI:

- rimpiazzo per intero di blocco motore 50 con blocco motore del modello primavera 125.
- installazione cilindro monofascia canna cromata 175cc.
- carburatore 24 pari con filtro competizione in spugna
- frizione 4 dischi competizione
- marmittino Polini

Non garantisco incolumità del pilota ma il divertimento è assicurato!
jam7131 Maggio 2019, 21:17 #9
Quoto l'utente sopra,chi ha la 50 special non è cosi fesso da farci una cagata simile
xeri31 Maggio 2019, 21:35 #10
Uno che ha una 50 special e che ci capisce qualcosa di moto d'epoca, non la trasforma neanche con le cagate che ha detto al punto due...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^