Ritardi nella fornitura dei materiali per la produzione di batterie per Tesla

Ritardi nella fornitura dei materiali per la produzione di batterie per Tesla

Tesla subisce un ritardo nella fornitura di litio per la produzione delle batterie per i suoi veicoli. Uno dei suoi nuovi fornitori, infatti, risulta in ritardo rispetto al programma prestabilito

di pubblicata il , alle 09:23 nel canale Batterie
Tesla
 

Problemi nella produzione di batterie per Tesla negli Stati Uniti. Uno dei contratti recentemente sottoscritti sarebbe meno vantaggioso di quanto preventivato, che potrebbe provocare una carenza di litio fino a rallentare la produzione di batterie per i veicoli Tesla. I ritardi dipendono da un progetto minerario della North Carolina che risulta indietro rispetto al programma prestabilito.

Tesla: al via la produzione autonoma delle batterie

Tesla è notoriamente molto coinvolta nella catena di approvvigionamento delle materie prime per le celle delle batterie. La produzione autonoma delle batterie in casa Tesla è iniziata da relativamente poco tempo; tuttavia, nonostante questo, l'azienda di Elon Musk ha cominciato a dotarsi di litio, nichel, cobalto e altri minerali.

Tesla Gigafactory

Tesla ha iniziato a trattare non solo con società minerarie affermate, ma ha anche iniziato a firmare contratti con società giovani che si stanno lanciato nel settore dell'estrazione dei minerali. Da una parte, fornisce i fondi necessari a queste aziende a finanziare il loro business in ascesa e dall'altra si assicura le risorse critiche in modo tale da non avere interruzioni nella produzione delle batterie e poterne produrre in numero sempre maggiore.

L'anno scorso, Tesla ha firmato un accordo di questa natura con Piedmont Lithium, una società che sta sviluppando un progetto sul litio in North Carolina. La casa automobilistica ha accettato di acquistare circa un terzo della produzione annua di Spodumene con il contratto che ha una validità di cinque anni.

Piani per la fornitura sempre più serrata delle materie prime per le batterie, insieme al loro riciclo, sono ormai alla base delle strategie di quasi tutte le case automobilistiche che spingono fortemente sulla transizione energetica. Infatti, solamente la scorsa settimana, Tesla ha dichiarato che sta cercando di assicurarsi 100 GWh di produzione annuale di celle per batterie entro la fine del prossimo anno, anche se le notizie che arrivano dal giacimento minerario in North Carolina potrebbero portare a un posticipo di questi piani.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor03 Agosto 2021, 09:41 #1
speriamo non finisca come qualche anno fa con l'estrazione petrolifera: a 160 dollari al barile si sono messi anche "piccoli" imprenditori in alcuni stati americani (ci hanno fatto pure una docu-serie) a bucherellare il terreno per estrarre qualcosa.
Con il litio il rischio è che qualcuno, facendosi ingolosire dalla scarsità e dal prezzo in costante crescita, si metta a grattare per terra con un impatto ecologico importante (già non sono molto "eco" le grandi imprese, figuriamoci quelle piccole)
ciolla200504 Agosto 2021, 02:05 #2
Pazienza

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^