Rolls-Royce punta a rivoluzionare il mondo dell'aviazione: in serbo un aereo elettrico da 480 km/h

Rolls-Royce punta a rivoluzionare il mondo dell'aviazione: in serbo un aereo elettrico da 480 km/h

Il costruttore inglese Rolls-Royce ha fatto sapere di voler iniziare questo 2019 con lo sviluppo di un'ambizioso progetto nel mondo dell'aviazione: la realizzazione dell'aereo elettrico più veloce al mondo, precisamente in grado di toccare quota 300 miglia orarie, poco più di 480 km/h

di pubblicata il , alle 18:01 nel canale Tecnologia
 

Rolls-Royce, nota nel mondo principalmente per il proprio segmento di auto di lusso, è però una delle aziende storicamente maggiormente presente anche nel settore aeronautico grazie ai propri motori, anche a reazione, installati su veramente una moltitudine di modelli.

Ora il costruttore inglese ha fatto sapere di voler iniziare questo 2019 con lo sviluppo di un'ambizioso progetto nel mondo dell'aviazione: la realizzazione dell'aereo elettrico più veloce al mondo, precisamente in grado di toccare la soglia di 300 miglia orarie, poco più di 480 km/h.

Rolls-Royce ci tiene a precisare che non si tratta affatto di una trovata pubblicitaria, ma di un loro progetto serio e concreto:

"Fa parte di un'iniziativa Rolls-Royce chiamata ACCEL, abbreviazione dello slogan 'Accelerating the electrification of flight’, che intende contribuire all'inizio di una terza era nel mondo dell'aviazione"

Una tecnologia veramente complicata da ottenere ma non impossibile, Rolls-Royce ammette che sarà necessario costruire un sistema elettrico che sia leggero, adeguatamente raffreddato e sufficientemente potente per raggiungere quota 300 mph: ad esempio, per una prima ipotesi di batteria, si parlerebbe di un'unità composta da 6.000 singole celle definite dal costruttore "imballate per la massima leggerezza e protezione termica", il tutto abbinato ad un sistema di raffreddamento ad alte prestazioni per scongiurare il fenomeno del calo di prestazioni dovute a loro elevate temperature di funzionamento.

Ulteriori particolari diffusi dal costruttore parlano di un sistema elettrico basato su tensioni nell'ordine dei 750 V, in abbinamento a tre motori elettrici ultraleggeri, sviluppati in collaborazione con il costruttore inglese YASA, motori tutti quanti dedicati a far girare la singola elica frontale, per una potenza complessiva di oltre 500 CV di potenza a disposizione, in abbinamento ad un'autonomia di 200 miglia, circa 320 km, sufficienti ad esempio, per coprire una tratta come Londra a Parigi.

A bordo anche un'infinità di sensori, oltre 20.000, per avere sotto controllo dati fondamentali come la tensione della batteria, la loro temperatura ed altri parametri indice di prestazioni e sicurezza.

"Questo aereo sarà alimentato da un sistema elettrico all'avanguardia e dalla batteria più potente mai costruita per il volo", spiega Matheu Parr, project manager di ACCEL "Nell'anno a venire, dimostreremo le sue capacità in ambienti di stress test prima di passare a prove in pista nel 2020".

Progetto ambizioso, originale e fin qui basato su idee molto concrete, non ci resta che aspettare ulteriori informazioni a riguardo e vedere la direzione che prenderà questa nuova tecnologia applicata al mondo dell'aviazione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

30 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
bancodeipugni09 Gennaio 2019, 18:41 #1
chi si sacrifica a fare il volo di prova ?
littlecesare09 Gennaio 2019, 19:55 #2
"precisamente in grado di toccare quota 300 miglia orarie"...
C'è un po' di confusione tra quota e e velocità
djufuk8709 Gennaio 2019, 20:44 #3

Interessante ma...

300 miglia orarie e solo 200 miglia di autonomia.. praticamente hai un'ora di autonomia... e se all'aeroporto di destinazione ti mettono in attesa? O se c'è un problema e chiudono la pista di atterraggio? Hai 2 minuti per scegliere un campo...
susetto09 Gennaio 2019, 21:10 #4
M'è capitato di volare come passeggero, in elicottero
all'atterraggio, deve avere ancora più di 80 kg di carburante nei serbatoi
non può atterrare, diciamo, con la riserva attiva

Se con l'aereo è la stessa cosa, questo modello ha 40/45 minuti massimo di autonomia
il veicolo è interessante ma al momento ha pochissimo uso pratico
sbudellaman09 Gennaio 2019, 21:44 #5
Non mi è chiaro, quali sarebbero i vantaggi di un aereo elettrico rispetto ad un aereo convenzionale? Mi sembra anzi che questo velivolo presenti solo svantaggi, primo fra tutti l'autonomia...

Potrei capire un esercizio di stile, o semplicemente il voler mettersi alla prova per battere un record... ma se parlano addirittura di "terza era dell'aviazione" significa che stai proponendo un miglioramento rispetto al passato... quale sarebbe in questo caso?
Bestio10 Gennaio 2019, 02:35 #6
Non basta nemmeno per volare da Milano a Roma (476km in linea d'aria, e le rotte non sono praticamente mai linee rette).
E anche da Londra a Parigi sono 214 miglia (344km), anche se ci riuscisse ad arrivare col vento a favore (se è contrario ce l'ha nel ) dovrebbe poi atterrare come un'aliante!

300Km di autonomia mi paiono decisamente scarsi per un'aereo, dato che entro queste distanze è molto più pratico un elicottero che non ha bisogno di un'aeroporto.

Originariamente inviato da: sbudellaman
Non mi è chiaro, quali sarebbero i vantaggi di un aereo elettrico rispetto ad un aereo convenzionale? Mi sembra anzi che questo velivolo presenti solo svantaggi, primo fra tutti l'autonomia...

Potrei capire un esercizio di stile, o semplicemente il voler mettersi alla prova per battere un record... ma se parlano addirittura di "terza era dell'aviazione" significa che stai proponendo un miglioramento rispetto al passato... quale sarebbe in questo caso?


I vantaggi ci sarebbero per i livelli di inquinamento ambientale e acustico che intorno agli aeroporti è estremamente alto.
Ma ovviamente quelli che inquinano maggiormente sono i grossi jet, non certo i piccoli monoelica paragonabili a questo.
h4xor 170110 Gennaio 2019, 08:11 #7
ancora che si ostinano tutti ad abboccare a questo 'bait' dell'elettrico, quando inizieremo ad usare i carburanti alternativi/sintetici l'ambiente ringrazierà veramente...
Falcon8910 Gennaio 2019, 08:38 #8
Originariamente inviato da: littlecesare
"precisamente in grado di toccare quota 300 miglia orarie"...
C'è un po' di confusione tra quota e e velocità


Quota inteso come soglia, limite, però in effetti può essere forviante in questo ambito, correggo! grazie
Unrue10 Gennaio 2019, 10:29 #9
Come al solito si critica subito sull'autonomia, senza considerare che sarebbe il primo modello in assoluto con ampi margini di sviluppo. I primi motori a scoppio pensate che facevano 20 km/litro come fanno adesso?

E' un inizio, da qualche parte si dovrà pure iniziare no? Già qualche anno fa parlare di aerei elettrici era impensabile.
aqua8410 Gennaio 2019, 11:13 #10
Originariamente inviato da: Unrue
Come al solito si critica subito sull'autonomia, senza considerare che sarebbe il primo modello in assoluto con ampi margini di sviluppo. I primi motori a scoppio pensate che facevano 20 km/litro come fanno adesso?

E' un inizio, da qualche parte si dovrà pure iniziare no? Già qualche anno fa parlare di aerei elettrici era impensabile.

eh... ma vaglielo a spiegare a certe persone...

adesso con una automobile fai 700km con un pieno di gasolio, e a fare rifornimento ci metti un paio di minuti.
con un auto elettrica fai 300km e per ricaricarla ci metti qualche ora.
e quindi? qualcuno ti obbliga a comprare l'auto elettrica OGGI? direi di no.

comunque per il discorso autonomia dell'aereo, se ci mettono i pannelli solari sulle ali e le pale eoliche con l'aria che tira... caricano la batteria di continuo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^