Scoperto in Europa un enorme giacimento di litio: batterie per 400 milioni di auto elettriche. Ecco dove si trova

Scoperto in Europa un enorme giacimento di litio: batterie per 400 milioni di auto elettriche. Ecco dove si trova

Si tratterebbe di uno dei più grandi giacimenti del mondo e consentirebbe al settore automobilistico europeo di non dover dipendere dai fornitori in Asia, Australia e America Latina

di pubblicata il , alle 18:41 nel canale Tecnologia
 

In Germania è stato individuato un ricco giacimento di litio al di sotto del fiume Reno: si tratta di un volume di materia prima capace di soddisfare l'esigenza di produzione di batterie che possono alimentare 400 milioni di vetture. Secondo le informazioni disponibili il giacimento è uno tra i più grandi del mondo. Il metallo si trova raccolto in forma fusa a diversi chilometri di profondità al di sotto della superficie nella valle dell'Alto Reno.

La possibilità di sfruttare questo giacimento per l'approvvigionamento di materie prime ora particolarmente appetibili per il settore automobilistico permetterebbe all'industria delle auto europea di non dover più importare il litio dagli estrattori oggi dislocati principalmente in Australia, Cile e Cina, riducendo quindi l'impronta di carbonio rispetto alle attuali condizioni di produzione e trasporto.

Secondo quanto riferisce l'agenzia stampa Reuters, la società Vulcan Energy Resources (realtà con sede in Australia ma con partecipazioni tedesche) si è mostrata interessata all'estrazione del litio dal nuovo giacimento e avrebbe già avanzato alcune proposte che prevedono inoltre la costruzione di centrali geotermiche che possano fornire l'energia necessaria per le operazioni di estrazione, impegnandosi in un investimento di circa 1,7 miliardi di euro.

Questo approccio potrebbe consentire di avere una condizione di estrazione energeticamente sostenibile, ma la particolare collocazione del giacimento rende le operazioni piuttosto complicate e impattanti dal punto di vista geologico. E questa è al momento la principale preoccupazione, poiché vi sono alte probabilità di opposizione da parte delle comunità locali. E proprio su questo tema c'è un precedente importante: la cittadina di Staufen, che si trova proprio in questa regione, è salita agli onori delle cronache poiché i suoi edifici hanno iniziato inspiegabilmente a fessurarsi anche gravemente. La causa è stata individuata poi nelle attività di una vicina centrale geotermica: le perforazioni hanno causato il rigonfiamento di strati sotterranei di gesso che hanno compromesso la statica delle abitazioni.

Vulcan Energy Resources ritiene di poter estrarre 15 mila tonnellate di idrossido di litio all'anno, in due siti, entro il 2024. A partire dal 2025 potrebbe prendere il via una seconda fase per un'estrazione di 40 mila tonnellate all'anno in tre ulteriori stabilimenti. Nel frattempo sono già iniziati i contatti sia con i produttori di batterie sia con le principali realtà del panorama automobilistico.

114 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
randorama03 Maggio 2021, 18:42 #1
figurati se era sotto il po o il tevere...
bonzoxxx03 Maggio 2021, 18:55 #2
E te pareva, in Germania...
esese10k03 Maggio 2021, 18:59 #3
Non è possibile! fortuna o hanno le "balle" per fare ricerca nel sottosuolo? Noi facciamo ricerca sotto i nostri piedi? Forse no immaggno scavare una miniera in italia..........
Personaggio03 Maggio 2021, 19:01 #4
Originariamente inviato da: randorama
figurati se era sotto il po o il tevere...


Originariamente inviato da: bonzoxxx
E te pareva, in Germania...


l'italia è geologicamente giovane, possiamo scordarci terre rare e idrocarburi, qualcosa c'è, ma è poca roba. In cambio però abbiamo Vulcani e Terremoti, non male no...
marchigiano03 Maggio 2021, 19:09 #5
in italia magari c'è ma:

1. come arriva una ruspa ecco centiania di mongogretini con le molotov a fare danni per bloccare tutto

2. putacaso si scoprisse il giacimento anche senza fare ricerche, gli stessi mongogretini a protestare per evitare l'estrazione

abbiamo già il metano, in mare e in pianura, hanno fatto chiudere tutto, questi bipedi che stanno infestando l'italia
Gringo [ITF]03 Maggio 2021, 19:10 #6
.... Be noi tutt'ora abbiamo i più grossi giacimenti di rame....
.... ma non più usati perchè sconvenienti confronto il rame USA che si trova a livello del terreno... volendo però si potrebbe reinvestire e riaprire le miniere, ci starebbe tanta mano d'opera ora, a costo quasi zero.
jepessen03 Maggio 2021, 19:12 #7
Originariamente inviato da: randorama
figurati se era sotto il po o il tevere...


Sarebbe rimasto li' a causa del movimento NoBattery, a causa della corruzione negli appalti e negli scandali nello smaltimento dei rifiuti pericolosi, per non parlare di indagini per infiltrazioni mafiose e chissa' cos altro...
io78bis03 Maggio 2021, 19:13 #8
Speriamo che ora non fermino la ricerca di materiali alternativi al litio solo perchè si sono trovati il giacimento sotto il cu***
acerbo03 Maggio 2021, 19:14 #9
Originariamente inviato da: bonzoxxx
E te pareva, in Germania...


piove sempre sul bagnato

Originariamente inviato da: jepessen
Sarebbe rimasto li' a causa del movimento NoBattery, a causa della corruzione negli appalti e negli scandali nello smaltimento dei rifiuti pericolosi, per non parlare di indagini per infiltrazioni mafiose e chissa' cos altro...


in piu' ci avrebbero prodotto le 500 elettriche con 190km di autonomia

Dovremmo inventare il motore a diossina, tutto il centro-sud darebbe energia rinnovabile a milioni di veicoli invece di impestarci le mozzarelle di bufala.
amd-novello03 Maggio 2021, 19:16 #10
Originariamente inviato da: Gringo [ITF]
volendo però si potrebbe reinvestire e riaprire le miniere, ci starebbe tanta mano d'opera ora, a costo quasi zero.


le risorse boldriniane?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^