Sistemi di guida assistita, spesso non rilevano moto e biciclette: ecco il test del TCS

Sistemi di guida assistita, spesso non rilevano moto e biciclette: ecco il test del TCS

Il TCS, ovvero il Touring Club Svizzero, è spesso impegnato in prove e test diretti con lo scopo ultimo di saggiare veicoli, accessori e sistemi legati al mondo della strada e a tutti i mezzi che ci circolano: ecco un test tra auto a guida assistita ed "ostacoli" a due ruote

di pubblicata il , alle 08:41 nel canale Tecnologia
 

Il TCS, ovvero il Touring Club Svizzero, è spesso impegnato in prove e test diretti con lo scopo ultimo di saggiare veicoli, accessori e sistemi legati al mondo della strada e a tutti i mezzi che ci circolano: dalle performance degli pneumatici ad accessori di ogni genere offrono molti contributi in una sezione del loro sito appositamente dedicata a "Test e consigli".

Uno degli ultimi articoli pubblicati riguarda i sistemi di guida assistita, precisamente il loro comportamento con mezzi con mole inferiore a quella di un auto come ad esempio potrebbero essere moto, scooter e biciclette; i risultati sono tutt'altro che positivi ed evidenziano molto bene un dimensionamento di questi sistemi esclusivamente riferito al contesto automobilistico, non considerando in toto anche gli altri occupanti del manto stradale molto più esposti.

Il test ha coinvolto i sistemi di guida assistita presenti a bordo di veicoli, non meglio precisati, dei produttoi Audi, Mitsubishi, Mercedes-Benz, Volvo e Volkswagen, qui nel seguito un sintetico riepilogo:

  • Moto o bici al centro della carreggiata, su tratto rettilineo, in movimento davanti l'auto in test: tutti i sistemi hanno riconosciuto il mezzo, hanno rallentato e se necessario anche frenato.
  • Moto o bici che procedono a lato della carreggiata o in curva, in movimento davanti l'auto in test: tutti i sistemi sono risultati meno efficaci nell'individuare un veicolo a due ruote in curva o che procede a lato strada, quasi sempre, in un primo tempo, è stato riconosciuto, ma poi è stato perso di vista
  • Moto o bici ferme al centro o su entrambi i lati della carreggiata: tutti i sistemi testati, tranne quello Mercedes, hanno richiesto l'intervento del guidatore per evitare l'incidente

Nel dettaglio le varie reazioni di quest'ultimo caso:

  • I sistemi Audi e VW non hanno rilevato la presenza del mezzo a due ruote in nessuna condizione, sia che si trovasse fermo al centro sia se fermo ai lati.
  • Il sistema Mercedes-Benz ha riconosciuto la due ruote solo se ferma al centro della carreggiata, ha innescato un segnale acustico e reagito con una frenata completa, mentre non c’è stata nessuna reazione per una due ruote ferma sul bordo destro o sinistro della strada.
  • Mitsubishi ha riconosciuto soltanto il veicolo a due ruote al centro della carreggiata ed ha reagito con un segnale acustico e ottico, ma non ha frenato.
  • Volvo ha avvistato la due ruote ferma sia al centro sia sul lato della strada, ha lanciato un avvertimento ottico, ma a sua volta non ha frenato.

Un test sicuramente ben pensato e svolto, che mette in evidenza i limiti di questi sistemi di guida assistita se relazionati a veicoli più piccoli di un'auto; un po' preoccupante il fatto di non rilevare veicoli a duo ruote fermi a lato o al centro della strada, condizioni che possono essere riconducibili ad una sosta, un incidente o semplicemente ad una svolta a sinistra.

Stiamo parlando di sistemi che fortunatamente assistono il conducente, il quale rimane ancora il principale responsabile dei comportamenti della vettura, sicuramente però una maggiore attenzione agli utenti della strada più esposti come ciclisti e motociclisti potrebbe essere una valore aggiunto nel saggiare la qualità di questi sistemi di sicurezza attiva, speriamo che le case automobilistiche approfondiscano questo aspetto non trascurabile.

Per maggiori dettagli vi invitiamo a visitare l'articolo completo realizzato dal TCS e sezione del loro sito dedicata a Test e consigli.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
zyrquel07 Giugno 2018, 09:14 #1
manca la tesla, coincidenza? io non credo
Anderaz07 Giugno 2018, 10:18 #2
Mi sembra un messaggio molto chiaro: eliminiamo le due ruote!
Sospettavo da tempo che questo fosse l'ordine naturale delle cose ma questa notizia lo conferma, è un chiaro messaggio divino!
TheDarkAngel07 Giugno 2018, 10:25 #3
Originariamente inviato da: Anderaz
Mi sembra un messaggio molto chiaro: eliminiamo le due ruote!
Sospettavo da tempo che questo fosse l'ordine naturale delle cose ma questa notizia lo conferma, è un chiaro messaggio divino!


Effettivamente è insensato avere su una stessa via di comunicazione mezzi da 15kg/150kg/1500kg/15000kg
calabar07 Giugno 2018, 12:27 #4
Piuttosto vorrei capire se la reazione di alcuni software sia intenzionale.

Nel caso di una bicicletta al lato della strada l'articolo riporta che alcuni sistemi (per esempio quello utilizzato da Volvo) riconosce il veicolo, lo segnala ma non frena.
Ora, se il veicolo è sul lato della strada, immagino che nessun conducente umano frenerebbe ma cercherebbe di passarci affianco (spazio permettendo), magari il software del veicolo non ha frenato perchè questo era un comportamento possibile e previsto.
Ork07 Giugno 2018, 12:31 #5
Originariamente inviato da: Anderaz
Mi sembra un messaggio molto chiaro: eliminiamo le due ruote!
Sospettavo da tempo che questo fosse l'ordine naturale delle cose ma questa notizia lo conferma, è un chiaro messaggio divino!


dove si firma per veder sparire tutti i motocicli?
tallines07 Giugno 2018, 12:38 #6
Test più che Negativo, a me queste auto a guida assistita non sono mai piaciute, le considero un pericolo .
zappy07 Giugno 2018, 13:26 #7
chi è che osannava i sistemi di VW, audi, volvo ecc.?
mikypolice07 Giugno 2018, 20:09 #8
guida ASSISTITA non AUTOMATICA.
per la guida automatica non vi sarebbe un posto per il CONDUCENTE (aggettivo che si può attribuire solo agli umani), ma bensì solo 5 posti a sedere come passeggeri. la guida AUTOMATICA esisterà solo quando vi sarà un PROTOCOLLO UNICO DI COMUNICAZIONE TRA I VEICOLI NEL RAGGIO DI 300 METRI, O MAGARI SU UNA RETE MESH... solo così si potranno scongiurare sinistri stradali al 99,99%
A questo progetto ci sta lavorando BMW e nessuno lo sa...
nx-9908 Giugno 2018, 09:05 #9
Limitare di velocità come ai box con prelievo su paypal appena schiacci il piede.
domthewizard08 Giugno 2018, 09:21 #10
Originariamente inviato da: Ork
dove si firma per veder sparire tutti i motocicli?

mi creerei delle false identità pur di firmare più volte

Originariamente inviato da: tallines
Test più che Negativo, a me queste auto a guida assistita non sono mai piaciute, le considero un pericolo .

diciamo che avere un ulteriore aiuto male non fa, il problema è come sempre la stupidità dell'essere umano: guida assistita si trasforma quasi sempre in guida autonoma (che come si diceva prima sono due cose diverse) quindi il ragionamento diventa "cazzomene della strada, guida la macchina e io mi guardo un film o mando i messaggini vocali su whatsapp"

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^