Tesla al lavoro su una batteria che funziona per 1 milione di miglia

Tesla al lavoro su una batteria che funziona per 1 milione di miglia

Il laboratorio diretto da Jeff Dahn, che sta portando avanti ricerche per conto di Tesla, afferma che a partire dal prossimo anno sarà disponibile una nuova batteria per i veicoli elettrici di Tesla capace di non subire degradi per 1 milione di miglia

di pubblicata il , alle 08:01 nel canale Tecnologia
Tesla
 

Un partner tecnologico di Tesla, che si occupa nello specifico di ricerca nell'ambito delle batterie, ha pubblicato un documento che informa sui più recenti sviluppi raggiunti in termini di durata delle batterie. Secondo il laboratorio di Jeff Dahn, l'anno prossimo saranno disponibili nuove batterie in grado di funzionare per 1 milione di miglia, particolarmente indicate soprattutto per il nuovo servizio di Robotaxi recentemente annunciato da Elon Musk.

Si tratta di batterie agli ioni di litio con un catodo NMC “single crystal” di nuova generazione e un nuovo elettrolita avanzato. Il team di Dahn ha ampiamente testato queste celle e, sulla base dei risultati, ritiene che la batteria possa alimentare un'auto elettrica per oltre 1,6 milioni di chilometri (1 milione di miglia). Si consideri che qui non si parla di autonomia tra una ricarica e l'altra, ma di longevità della batteria, un parametro di fondamentale importanza per un produttore come Tesla, che vede nell'elettrificazione il futuro dei trasporti.

Tesla batteria

Nel documento di seguito riportato, Dahn dettaglia come sono stati eseguiti i test e come è stato possibile raggiungere questi risultati, di due o tre volte circa superiori rispetto alla durata delle batterie delle attuali Tesla. Elon Musk aveva detto, infatti, che i moduli della batteria delle Model 3 erano nati per una vita utile compresa tra le 300 mila e le 500 mila miglia.

"I test comprendono Cicli di scarica e carica a lungo termine a 20, 40 e 55° C, conservazione a lungo termine a 20, 40 e 55° C e coulombometria ad alta precisione a 40° C. Diversi elettroliti sono stati presi in considerazione in questa chimica LiNi0.5Mn0.3Co0.2O2/grafite, compresi quelli che possono favorire la ricarica rapida. Le ragioni del degrado delle prestazioni delle celle batteria vengono esaminate usando diversi metodi. Concludiamo che celle di questo tipo dovrebbero essere in grado di alimentare un veicolo elettrico per oltre 1,6 milioni di chilometri (1 milione di miglia) e durare almeno due decenni".

Le celle, quindi, sono state testate in diverse condizioni, e anche a 40° C hanno continuato a funzionare dopo 4 mila cicli di ricarica. Applicando lo stesso sistema di raffreddamento attivo oggi utilizzato sui veicoli Tesla, la batteria non si degradava dopo 6 mila cicli di ricarica, il che consentirebbe di raggiungere l'obiettivo del milione di miglia.

Di cui ha parlato lo stesso Elon Musk in diverse occasioni, per esempio in abbinamento al nuovo servizio di Robotaxi. Gli attuali veicoli elettrici sono progettati per funzionare per 1 milione di miglia, ma questo traguardo non è comunque raggiungibile per via degli attuali pacchi batteria, aveva ammesso Musk. Con la pubblicazione della documentazione di Jeff Dahn, sembra che i riferimenti al traguardo del milione di miglia fatti in passato da Musk riguardassero proprio questa ricerca.

Nel documento della ricerca, il team di Dahn fa riferimento in particolare al fatto che questo nuovo potenziale di longevità sarebbe particolarmente utile per i Robotaxi, un servizio di ride-sharing con auto a guida autonoma di cui Tesla molto presto parlerà diffusamente.

J. Electrochem. Soc. 2019 H... by Fred Lamert on Scribd

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
phmk10 Settembre 2019, 08:25 #1

Speriamo...

Che questo insieme ai tempi di ricarica "miracolo" non sia il nuovo Dieselgate ...
Ne ha tutta l'aria, comunque...
zappy10 Settembre 2019, 08:59 #2
Originariamente inviato da: phmk
...Ne ha tutta l'aria, comunque...

e perchè mai?
imho Tesla si configurerà in futuro come società di fornitura di sottosistemi di trazione, ed eventualmente di guida autonoma, più che come costruttore in proprio di veicoli completi...
Hereticus10 Settembre 2019, 09:09 #3
... sempre che il futuro non sia il motore ad idrogeno!
Valen1210 Settembre 2019, 09:27 #4
Dahn è uno dei principali attori del campo accademico per quanto riguarda la ricerca in campo Li-ione, fa un po' ridere definirlo soltanto come "partner tecnologico di Tesla". Ma quando si parla di Tesla...

Il lavoro è il risultato di tre anni di test su pouch cells commerciali NMC(532)/Grafite, vuole dare una base solida di confronto alla comunità di ricerca.
Peraltro c'è anche scritto il fornitore di celle ed elettroliti nella parte sperimentale.

Non è nuovo a questo tipo di test molto lunghi. Peraltro iniziati prima della collaborazione con l'azienda.

EDIT: Il lavoro negli Acknowledgements è scritto essere supportato da Tesla Canada ed NSERC, che è l'istituzione con cui hanno il progetto, e studenti che hanno usufruito di borse cinesi, canadesi e programmi nazionali. Perciò non lo definirei un lavoro "di Tesla".
gigioracing10 Settembre 2019, 10:02 #5
ottimo , cosi posso aprire un mutuo x prendere una tesla e fra 15 anni ,quando avro finito di pagare, le batterie saranno ancora buone
Notturnia10 Settembre 2019, 11:28 #6
devono ridurre i pesi.. non solo aumentare l'autonomia.. io sono disposto a cambiare il pacco batterie dopo 250 mila km.. ma vorrei che pesasse la metà e mi permettesse 800 km con una carica.. che duri 1.6 milioni di km non mi interessa.. non sono un camionista..
nickname8810 Settembre 2019, 12:20 #7
WoW 1.6mila km senza degrado ! Ora però bisogna scovare in quali specifiche condizioni
Styb10 Settembre 2019, 13:10 #8
Originariamente inviato da: nickname88
WoW 1.6mila km senza degrado ! Ora però bisogna scovare in quali specifiche condizioni


In discesa...
Davis510 Settembre 2019, 14:56 #9
le automobili attuali con motore tradizionale diesel o benzina, o come lo chiamano adesso "termico" superati i 150.000km iniziano ad avere grossi problemi di obsolescenza...

anche 300.000 miglia significa il triplo di quanto percorre un'auto in italia... batterie in perfetto ordine ma macchina che cade a pezzi?? interessante!

Quante auto raggiungono i 450.000km???? Figuriamoci unmilioneeseicentomila!


Dumah Brazorf10 Settembre 2019, 15:01 #10
Originariamente inviato da: Davis5
le automobili attuali con motore tradizionale diesel o benzina, o come lo chiamano adesso "termico" superati i 150.000km iniziano ad avere grossi problemi di obsolescenza...

Vero, scadono le mappe sul navigatore...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^